Categoria: Il tinello di Vittorio Munari

Placcaggi alti e concussion nel Tinello di Vittorio Munari. Quella filosofia che World Rugby non fa…

E’ uno dei problemi più dibattuti in tutta Ovalia, il cuore del tema “salute degli atleti”. Ma forse è anche il cuore della domanda cruciale del rugby moderno: ovvero, cosa vogliamo che sia e cosa vogliamo che diventi questo sport?
Palla a Vittorio!

Annunci

Il Tinello di Vittorio Munari vola a San Francisco: ai Mondiali di Seven

Da venerdì 20 luglio a domenica 22 la città californiana sarà il centro di Ovalia con i tornei iridati (maschile e femminile) di rugby a 7. Gare che saranno trasmesse in diretta da Eurosport.
Vittorio Munari le commenterà assieme ad Antonio Raimondi e proprio con Vittorio parliamo di un codice divenuto importantissima e che – purtroppo – vede l’Italia ancora una volta in grande ritardo

Dagli arbitri all’Argentina, fino all’Italia: i test-match nel Tinello di Vittorio Munari

Tre settimane di rugby intensissimo che ci hanno regalato spunti e riflessioni: dal caos sull’interpretazione delle regole fino alla crisi dei Pumas passando attraverso il “caso McKenzie” degli All Blacks, le difficoltà inglesi, la stanchezza (e non solo) della Francia. Senza dimenticare la bellissima serie Australia-Irlanda e il tour azzurro in Giappone…
E stavolta i file sono due, inevitabilmente.
Palla a Vittorio!

Giappone-Italia, il ritorno degli All Blacks e tutti gli altri: i test-match nel Tinello di Vittorio Munari

La doppia sfida tra azzurri e Brave Blossoms (dove qualcosa si muove anche sul fronte televisivo… sembra), poi le serie che mettono di fronte tuttineri e Francia, Sudafrica e Inghilterra, Australia e Irlanda. Serve altro?
Palla a Vittorio!

Caos e regole, ritardi e strategie (?) dell’Eccellenza, soldi e la corazzata Potëmkin: un Tinello ricco così!

Vittorio Munari parte dalle finali elle coppe europee e chiude parlando (anche) di Italia. Un appuntamento imperdibile dove si affrontano anche alcune tare del nostro movimento.
Volete un assaggio? Eccolo: “Se non si risolve il problema Eccellenza e non la si migliora il rugby italiano non può migliorare. Se per qualcuno si migliora attraverso le franchigie io ne prendo atto, ma non sa quello che dice. Perché il miglioramento non passa attraverso il giocatore ma attraverso l’insieme. Non abbiamo arbitri internazionali: qual è la loro palestra? Siamo indietro nella preparazione degli allenatori: qual è la loro palestra?”
Palla a Vittorio!