Categoria: Galles

A fine marzo la grande festa gallese in salsa celtica

La Premiership ha il Double Header, la doppia sfida che a Tweickenham questo fine settimana darà il via libera al campionato inglese: una dopo l’altra i tifosi potranno assistere a Wasps-Harlequins e Saracens-London Irish.
Il Galles ha deciso di “copiare” l’iniziativa mettendo in piedi un derby day al Millennium Stadium di Cardiff. Sabato 30 marzo si giocheranno infatti due partite di Pro12: Dragons-Scarlets e Blues-Ospreys. In programma eventi ed attrazioni che faranno da contorno a una giornata che nelle intenzioni della federazione gallese si ripeterà anche nei quattro anni successivi.

Annunci

Gatland e il Galles, un matrimonio che stava per finire

Un Mondiale straordinario, con il suo Galles “eletto” a vincitore morale, comunque a squadra più bella e divertente. E poi? Poi il quasi addio, la decisione di lasciare l’Europa per tornare a casa, in Nuova Zelanda. Decisone maturata e poi messa da parte, per fortuna del Galles, visto che di lì a poco il XV in maglia rossa ha conquistato il Grande Slam nel Sei Nazioni.
A farlo sapere è protagonista di questa storia, il ct di quella squadra, Warren Gatland. Quello che non dice è che forse a pesare in quel momento era anche la prospettiva di potersi giocare parecchie chance per conquistarsi la guida degli All Blacks, freschi campioni iridati con la panchina lasciata vacante da Graham Henry. Una corsa alla quale probabilmente Gatland avrebbe partecipato volentieri e più facile da vincere senza i lacci di un contratto che ti lega a un’altra federazione.
Le cose sono poi andate diversamente, e scommetto che Gatland ne è soddisfatto. Anche perché la guida dei tuttineri potrebbe cambiare ancora dopo la RWC del 2015, guardacaso quando scade anche il suo contratto con il Galles…

Per Gatland un novembre a metà tra la panchina gallese e i British & Irish Lions

Il 4 settembre verrà annunciato ufficialmente il matrimonio tra Warren Gatland e i British and Irish Lions. L’allenatore neozelandese – ct del Galles vincitore con tanto di Grande Slam del Sei Nazioni – guiderà la prestigiosa selezione nel tour in Australia in programma il prossimo giugno.
Com’è noto però fare il ct dei Lions è un lavoro a tempo pieno almeno a partire dall’autunno precedente il tour, quando non addirittura prima. Questo significa che Gatland non guiderà il Galles nel prossimo Sei Nazioni, ma questo già si sapeva. Più “in movimento” invece la situazione per i test-match di novembre, quando i Dragoni affronteranno All Blacks, Australia, Samoa e Argentina. Chi in panchina in quelle gare? il titolare Gatland o il sostituto Rob Howley?
Ha vinto una situazione di compromesso, come racconta oggi la stampa inglese: Warren Gatland avrebbe ottenuto un permesso di due settimane per poter guidare il Galles contro Nuova Zelanda (24 novembre) e Australia (primo dicembre), mentre nelle due partite precedenti – Pumas e Samoa – in panchina ci sarà Howley.
Gatland, che ad aprile in un incidente casalingo si è rotto i talloni mentre era in vacanza nella natìa Nuova Zelanda, farà il suo definitivo rientro in Inghilterra questo fine settimana.

Arrestato un nazionale gallese: Andrew Bishop in tribunale a fine settembre

Il centro gallese degli Ospreys e della nazionale in maglia rossa Andrew Bishop è stato arrestato nella notte tra domenica e lunedì a Cardiff. Il giocatore (16 caps) è rimasto coinvolto in una rissa nel cuore della città, a Mill Lane, e ora si dovrà presentare in tribunale il prossimo 27 di settembre. Non chiara la dinamica del fatto e la polizia non ha rilasciato alcuna dichiarazione.

Gatland e i Lions: il matrimonio verrà annunciato il 4 settembre

Il 4 settembre verrà annunciato il nome del coach che il prossimo giugno guiderà i British and Irish Lions nel programmato tour in Australia. E il nome di quell’uomo è Warren Gatland. A farlo sapere è il britannico Daily Mail, che conferma voci e rumors degli ultimi mesi. Il ct gallese, ancora in convalescenza per l’infortunio occorsogli lo scorso aprile e che gli ha impedito di guidare i Dragoni nel recente tour estivo proprio in Australia, è in pratica l’unico candidato rimasto.
I responsabili dei Lions hanno recentemente fatto visita a Gatland nella sua Nuova Zelanda per sincerarsi delle sue condizioni. Dopo l’investitura si capiranno anche i prossimi impegni del ct con il Galles: di sicuro non sarà alla guida della nazionale in maglia rossa nel prossimo Sei Nazioni, ma è probabile che anche nei test-match autunnali vedremo nel ruolo di head coach ad interim l’assistente di Gatland, Rob Howley.