Tag: Mondiale Juniores

Mondiale U20, oggi si parte: Italia subito in campo contro la Scozia

Al via in Francia il torneo iridato: alle 18 e 30 gli azzurrini protagonisti sul prato di Beziers in diretta streaming su The Rugby Channel e la pagina Facebook della FIR

Vogliamo iniziare da una bella notizia, anzi due? La prima è che oggi in Francia inizia il Mondiale Juniores, la seconda è che tutte le partite del torneo saranno visibili in diretta streaming pagina Facebook ufficiale della FIR e sul portale di The Rugby Channel. Una novità dell’ultima ora che sono sicuro farà felici tanti appassionati che potranno ammirare dell’ottimo rugby e vedere in azione buona parte dei campioni che ammireremo nei prossimi anni.
Cosa aspettarci dall’Italia? Inutile nascondersi: c’è attesa e curiosità per gli azzurrini. Un anno fa, in Georgia hanno ottenuto il loro miglior risultato di sempre nella competizione arrivando ottavi, sconfitti nella “finalina” per il 7° posto dal Galles con un risicatissimo 25-24. Poi c’è stato il Sei Nazioni con il 4° posto e le due vittorie contro Scozia e dragoni (senza dimenticare i due ko con punteggi molto vicini con Irlanda e Inghilterra: l’unica asfaltata è arrivata con i francesi), risultati che messi in fila fanno respirare oggettivamente un certo ottimismo.

Il debutto dei ragazzi allenati da Fabio Roselli e Andrea Moretti è in programma stasera alle 18 e 30 a Beziers proprio contro quella Scozia superata a Bari poco più di un paio di mesi fa a Bari per 45 a 31. Una partita alla portata dell’Italia e che potrebbe dare il via nel migliore dei modi a una corsa che ha poi in programma le altre gare domenica 3 giugno i fortissimi inglesi (a Perpignan) e quattro giorni dopo l’Argentina (ancora a Beziers). Obiettivo degli azzurrini? Teniamo i piedi ben piantati per terra e cominciamo a guadagnarci il diritto di rimanere nell’elite degli U20 e a non essere retrocessi nel Trophy, poi vediamo che succede. Nel nostro girone (Pool B) l’unica vera fuori categoria – sulla carta, poi sul campo potrebbe rivelarsi più “terrestre” – è l’Inghilterra mentre i Pumitas a questa età sono spesso una mezza incognita, ma talenti e qualità fisiche e tecniche certo non mancano loro.
Altre favorite alla vittoria finale? Ovviamente i Baby Blacks ma da tenere sotto osservazione i padroni di casa freschi vincitori del Sei Nazioni di categoria grazie soprattutto a una fase offensiva davvero prolifica e a una difesa efficace.
Da segnalare infine che il match di oggi tra Nuova Zelanda e Giappone sarà diretto dal giovane arbitro italiano (è di Brescia) Andrea Piardi.
Di seguito le pool, il programma di oggi e le formazioni di Italia e Scozia

Pool A: Australia, Giappone, Nuova Zelanda, Galles
Pool B: Argentina, Inghilterra, Italia, Scozia
Pool C: Francia, Georgia, Irlanda, sudafrica

Sud Africa – Georgia (ore 18.30)
Inghilterra – Argentina (ore 18.30)
Scozia – Italia (ore 18.30)
Nuova Zelanda – Giappone (ore 21)
Australia – Galles (ore 21)
Francia – Irlanda (ore 21)

Italia U20: 15 Michelangelo Biondelli, 14 Alessandro Forcucci, 13 Andrea De Masi, 12 Damiano Mazza, 11 Giovanni D’Onofrio, 10 Antonio Rizzi, 9 Nicolò Casilio, 8 Lodovico Manni, 7 Michele Lamaro, 6 Jacopo Bianchi, 5 Edoardo Iachizzi, 4 Niccolò Cannone, 3 Michele Mancini Parri, 2 Matteo Luccardi, 1 Danilo Fischetti;
Riserve: 16 Niccolò Taddia, 17 Guido Romano, 18 Matteo Nocera, 19 Matteo Canali, 20 Antoine Koffi, 21 Luca Crosato, 22 Filippo Di Marco, 23 Tommaso Coppo;

Scozia U20: 15 Paddy Dewhirst, 14 Logan Trotter, 13 Cameron Hutchison, 12 Stafford McDowall, 11 Kyle Rowe, 10 Ross Thompson, 9 Charlie Chapman, 8 Devante Onojaife, 7 Rory Darge, 6 Martin Hughes, 5 Jamie Hodgson, 4 Ewan Johnson, 3 Finlay Richardson, 2 Finlay Scott, 1 Ross Dunbar
Riserve: 16 Robbie Smith, 17 Sam Grahamslaw, 18 Murphy Walker, 19 Charlie Jupp, 20 Guy Graham, 21 Charlie Gowling, 22 Callum McLelland, 23 Fraser Strachan

Mondiale U20: Australia troppo forte, Italia piegata ma a testa alta (42-19)

A Tbilisi niente da fare per i ragazzi di Orlandi e Troncon che tengono testa a un avversario molto più forte per poco meno di 50 minuti, poi tre mete in rapida successione ci mettono in ginocchio

Parte a razzo l’Australia che approfitta anche di alcune disattenzioni azzurre e si porta sul 14 a 0 già prima dei 10 minuti di gioco grazie a una doppietta di Izaia Parise. Orlandi e Troncon mandano in campo D’Onofrio e Rizzi e l’Italia piano piano risale il campo e fa capire che non ha intenzione di fare da vittima sacrificale. Così come la primissima fase della partita era stata di chiara marca australiana l’ultima si colora di bianco, rosso e verde con le mete di Dal Zilio e D’Onofrio che ci mandano al riposo sul 14 a 12 per i nostri avversari (Rizzi converte solo una delle nostre due marcature).
Il secondo tempo si apre ancora con una meta dei down under, la terza di Parise, al quale segue anche la marcatura di Goddard, forse assegnata con un po’ di fretta: al 54′ l’Australia conduce 28-12. Un uno-due terribile che lascia tramortita la nostra squadra che solo un minuto più tardi si fa trovare impreparata su un calcetto dei nostri avversari, Parise raccogli e Tuipulotu schiaccia in meta sotto i pali.
Gara in totale controllo avversario ma gli azzurri non stanno a guardare e al 65′ perdiamo l’occasione di accorciare le distanze perché la palla sfugge dalla mano di Di Marco con la nostra mischia in avanzamento a pochi metri dalla linea di meta. Marcatura – meritatissima – che arriva però al 65′ di nuovo con Dal Zilio. La meta di Hewatt al 77′ ci punisce nel punteggio in maniera anche troppo eccessiva.
A Tbilisi finisce 42 a 19, l’Italia giocherà la finale per il 7° e l’8° posto.

Nella gara tra Irlanda e Samoa giocata questa mattina il XV in maglia verde si è imposto 52 a 26.

Italia U20: 15 Roberto Dal Zilio, 14 Pietro Fontana, 13 Andrea De Masi, 12 Alessandro Forcucci, 11 Andrea Bronzini, 10 Filippo Di Marco, 9 MatteoMaria Panunzi, 8 Lodovico Manni, 7 Michele Lamaro, 6 Jacopo Bianchi, 5 Edoardo Iachizzi, 4 Daniel Orso, 3 Marco Riccioni, 2 Alberto Rollero 1 Daniele Rimpelli
Riserve: 16 Matteo Luccardi, 17 Danilo Fischetti, 18 Dante Gavrilita, 19 Niccolò Cannone, 20 Lorenzo Masselli, 21 Antonio Rizzi, 22 Marco Zanon, 23 Giovanni D’Onofrio
Mete: Dal Zilio (34′, 65′), D’Onofrio (37′)
Conversioni: Rizzi (38′, 66′)
Punizioni:

Australia U20: 15 McNamara, 14 Hutchison, 13 Perese, 12 Tuipulotu, 11 Kennewell, 10 Stewart, 9 Goddard, 8 Hewatt, 7 McCauley, 6 Scott-Young, 5 Hockings, 4 McCauley, 3 Vui, 2 Uelese, 1 Walker
Riserve: 16 Maafu, 17 Johnson-Holmes, 18 Luka, 19 Swinton, 20 Valetini, 21 Nucifora, 22 Jooste, 23 Tupou
Mete: Perese (5′, 8′, 47′), Goddard (53′), Tuipulotu (55′), Hewatt (77′)
Conversioni: Goddard (6′, 9′, 48′, 54′, 56′), Nucifora (78′)
Punizioni:

Mondiale U20, è il giorno delle semifinali: l’Italia si gioca un sogno contro l’Australia

ph. Fotosportit/FIR

Azzurrini già “salvi” e che giocano per arrivare quinti per la prima volta nella storia del nostro rugby. Alle 13 e 30 (ora italiana) a Tbilisi la sfida ai giovani wallabies: diretta streaming della gara sul sito di World Rugby. Qui gli orari e tutte le partite in programma oggi.

Il Mondiale U20 entra nella fase cruciale con le sue tante semifinali. Oggi giornata di gare con fischi d’inizio a partire dalle 11 (Irlanda-Samoa) fino alle 18.30 (Nuova Zelanda-Francia). Gli incontri si disputano tutti nella capitale della Georgia, Tbilisi, ma in due stadi differenti: l’Avachala Stadium e il Mikheil Meskhi Stadium.
Ovviamente è grande l’attesa per gli azzurrini, che hanno raggiunto per la prima volta nella storia le semifinali per il 5°-8° posto. L’Italia scende in campo alle 13.30 – ora italiana – contro un’Australia che nella fase a gironi ha battuto Galles e Samoa e si è inchinata di un solo punto all’Inghilterra campione in carica. I nostri ragazzi hanno superato l’Irlanda, conquistato il bonus offensivo contro i Baby Blacks, perso di un punto con la Scozia e approfittato del pesantissimo ko inflitto dal Sudafrica all’Argentina, che ha relegato i pumitas alle semifinali per il 9°-12° posto.
L’allenatore Carlo Orlandi parlando di Australia-Italia dice che: “Sarà una partita dura. Noi scenderemo in campo per vincere. Sogniamo di fare un grande risultato e daremo come sempre il 100%. Affronteremo un avversario importante che ha messo in grossa difficoltà l’Inghilterra nell’ultimo match, uscendo sconfitta di un solo punto. Hanno ottime individualità: dovremo mantenere alta la concentrazione fino alla fine”. Molti i cambi rispetto al XV che ha giocato contro la Scozia.

Questo il programma completo di oggi (orari italia, partite in diretta streaming sul sito di World Rugby), di seguito la formazione azzurra in campo oggi.
Ore 11, semifinale 9°-12° posto: Irlanda-Samoa
Ore 13.30 semifinale 5°-8° posto: Australia-Italia
Ore 13.30 semifinale 9°-12° posto: Argentina-Georgia
Ore 16 semifinale 5°-8° posto: Scozia-Galles
Ore 16 semifinale 1°-4° posto: Inghilterra-Sudafrica
Ore 18.30 semifinale 1°-4° posto: Nuova Zelanda-francia

Italia U20:
15 Roberto DAL ZILIO (Patarò Calvisano)*
14 Pietro Fontana (Accademia Nazionale Ivan Francescato)*
13 Andrea DE MASI (Benetton Treviso)*
12 Alessandro FORCUCCI (Fiamme Oro Rugby)*
11 Andrea BRONZINI (Rugby Viadana 1970)*
10 Filippo DI MARCO (L’Aquila Rugby Club)
9 MatteoMaria PANUNZI (Unione Rugby Capitolina)*
8 Lodovico MANNI (Mogliano Rugby)
7 Michele LAMARO (S.S. Lazio Rugby 1927)
6 Jacopo BIANCHI (Vasari Arezzo)*
5 Edoardo IACHIZZI (USAP Perpignan)
4 Daniel ORSO (Mogliano Rugby)
3 Marco RICCIONI (Patarò Calvisano) – capitano
2 Alberto ROLLERO (Sitav Rugby Lyons)*
1 Daniele RIMPELLI (Patarò Calvisano)*

A disposizione:
16 Matteo LUCCARDI (Rugby Colorno)*
17 Danilo FISCHETTI (Unione Rugby Capitolina)*
18 Dante GAVRILITA (Patarò Calvisano)*
19 Niccolò CANNONE (Florentia Rugby)
20 Lorenzo MASSELLI (Sitav Rugby Lyons)
21 Antonio RIZZI (Mogliano Rubgy)*
22 Marco ZANON (Mogliano Rugby)
23 Giovanni D’ONOFRIO (Rugby Benevento)*

*è/è stato membro dell’Accademia FIR Ivan Francescato

Mondiale U20: la Scozia la spunta sull’Italia (17-16). O’Shea annuncia il XV per sabato: esordiscono Budd e Bigi

ph. Fotosportit/FIR

In Georgia prova gagliarda dell’U20 che può recriminare su qualche suo errore di troppo ma alla fine a dominare è l’amaro in bocca per una vittoria mancata di un nulla e che avrebbe portato a un risultato storico nel torneo. Intanto è stata annunciata la formazione italiana che a Singapore affronterà proprio la Scozia

Disclaimer: sono al lavoro e lo streaming ballerino non mi ha aiutato un granché nel seguire la partita. Quindi solo pochi accenni.
Partita combattuta, gli azzurri inseguono per quasi tutto il primo tempo ma non mollano mai l’avversario che lascia per strada qualche punto per una conversione e un piazzato non realizzato. Si va al riposo sul 12 a 10 per gli scozzesi.
Nel secondo tempo Italia che sembra più quadrata, non trova la via della meta ma si porta sul 12-16 grazie a due calci da fermo di Rizzi. Al 65′ la zampata scozzese con la meta di Dodd grazie a una maul avanzante nata da una touche sulla quale la difesa azzurra si è fatta un po’ sorprendere: il XV del cardo va a +1. Partita che diventa frenetica, con diversi errori da una parte e dall’altra ma con due squadre che sostanzialmente si equivalgono e che non si nascondono.
al 71′ occasione colossale per Zanon per marcare una meta ma il centro viene letteralmente scaraventato fuori dal campo a un niente dalla linea bianca. L’Italia spinge fino alla fine ma a vincere è la Scozia 17 a 16.

Italia U20: 15 Massimo Cioffi, 14 Andrea De Masi, 13 Marco Zanon, 12 Dario Schiabel, 11 Giovanni D’Onofrio, 10 Antonio Rizzi, 9 Charly Vincenzo Trussardi, 8 Giovanni Licata, 7 Michele Lamaro, 6 Jacopo Bianchi, 5 Lorenzo Masselli, 4 Niccolò Cannone, 3 Marco Riccioni, 2 Massimo Ceciliani, 1 Danilo Fischetti
Riserve: 16 Alberto Rollero, 17 Daniele Rimpelli, 18 Dante Gavrilita, 19 Edoardo Iachizzi, 20 Lodovico Manni, 21 MatteoMaria Panunzi, 22 Filippo Di Marco, 23 Andrea Bronzini
Mete: Zanon (7′)
Conversioni:
Punizioni: Rizzi (36′, 51′, 58′)

Scozia U20: 15 Blair Kinghorn, 14 Robbie Nairn, 13 Ross McCann, 12 Stafford McDowall, 11 Darcy Graham, 10 Connor Eastgate, 9 Andrew Simmers, 8 George Thornton, 7 Fraser Renwick, 6 Adam Nicol, 5 Alex Craig, 4 Callum Hunter-Hill, 3 Luke Crosbie, 2 Matt Fagerson, 1 Tom Dodd
Riserve: 16 Robbie Smith, 17 Fergus Bradbury, 18 Ross Dunbar, 19 Hamish Bain, 20 Archie Erskine, 21 Charlie Shiel, 22 Josh Henderson, 23 Patrick Anderson
Mete: Nairn (6′), Crosbie (15′), Dodd (65′)
Conversioni: Eastgate (16′)
Punizioni:

 

Intanto Conor O’Shea ha annunciato il XV con cui l’Italia giocherà sabato a Singapore contro la Scozia. Due debutti in maglia azzurra tra i titolari, Dean Budd e Luca Bigi. Il comunicato FIR:

Conor O’Shea, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby, ha ufficializzato la formazione che sabato 10 giugno (ore 20 locali, le 14 in Italia, diretta DMAX dalle ore 13.55) affronterà la Scozia nel test-match inaugurale del tour estivo che, nelle settimane a venire, porterà gli Azzurri ad affrontare le Fiji il 17 giugno a Suva e l’Australia il 24 giugno a Brisbane.

Due esordienti ed alcuni ritorni nel XV scelto da O’Shea, che consegna la maglia da titolare dal primo minuto al seconda linea della Benetton Rugby Dean Budd, al debutto internazionale all’alba dei 31 anni, ed al tallonatore biancoverde Luca Bigi, mentre il terzo esordiente di giornata, pronto ad entrare dalla panchina, è il pilone sinistro Federico Zani.

Rientrano nel XV titolare per la sfida agli highlanders, dopo aver saltato per infortunio il 6 Nazioni, l’ala Leonardo Sarto ed il pilone destro Simone Ferrari, mentre Robert Barbieri ritrova la maglia azzurra ad un anno esatto dalla sua ultima apparizione, a Santa Fè contro l’Argentina.

Nella linea dei trequarti si rivede in campo dall’inizio il primo centro Tommaso Boni, alla seconda gara da titolare dopo il debutto di Toronto della scorsa estate, in coppia con Michele Campagnaro, fresco di titolo nella Premiership inglese con gli Exeter Chiefs.

Cabina di regia, in una linea dei trequarti che annovera sei atleti provenienti dall’Accademia su sette titolari, affidata alla coppia formata da Allan all’apertura e da capitan Gori come mediano di mischia.

Il XV schierato da O’Shea è uno dei più giovani schierati dall’Italia nelle ultime stagioni, con una media di 19 presenze internazionali, con un’età media dei trequarti di 24 anni.

Italia e Scozia si affrontano, sabato al National Stadium, per la ventottesima volta nella propria storia, con un bilancio di otto successi azzurri e diciotto scozzesi.

Questa la formazione dell’Italia per la partita di sabato:

15 Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby, 11 caps)*
14 Angelo ESPOSITO (Benetton Rugby, 11 caps)*
13 Michele CAMPAGNARO (Exeter Chiefs, 29 caps)*
12 Tommaso BONI (Zebre Rugby, 2 caps)*
11 Leonardo SARTO (Glasgow Warriors, 30 caps)*
10 Tommaso ALLAN (Benetton Rugby, 30 caps)
9 Edoardo GORI (Benetton Rugby, 61 caps)* – capitano
8 Robert Julian BARBIERI (Benetton Rugby, 40 caps)
7 Maxime Mata MBANDA’ (Zebre Rugby, 8 caps)*
6 Francesco MINTO (Benetton Rugby, 33 caps)
5 Dean BUDD (Benetton Rugby, esordiente)
4 Marco FUSER (Benetton Rugby, 21 caps)*
3 Simone FERRARI (Benetton Rugby, 2 caps)
2 Luca BIGI (Benetton Rugby, esordiente)
1 Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby, 14 caps)*

a disposizione
16 Ornel GEGA (Benetton Rugby, 12 caps)
17 Federico ZANI (Benetton Rugby, esordiente)
18 Pietro CECCARELLI (Zebre Rugby, 7 caps)
19 Andries VAN SCHALKWYK (Zebre Rugby, 12 caps)
20 Abraham STEYN (Benetton Rugby, 11 caps
21 Marcello VIOLI (Zebre Rugby, 3 caps)*
22 Carlo CANNA (Zebre Rugby, 20 caps)
23 Tommaso BENVENUTI (Benetton Rugby, 42 caps)*

*è/è stato membro dell’Accademia Nazionale FIR “Ivan Francescato”