Treviso espugna Edimburgo. Oggi All Blacks-Sudafrica, Australia-Argentina e Cheetahs-Zebre

Formazioni, orari e televisioni delle principali partite di oggi. Ma a fare notizia è la vittoria del Benetton in Scozia: finalmente una partita da Leoni.

PRO14: EDIMBURGO-BENETTON TREVISO 17-20
Una gara tutta in salita per i biancoverdi che però rispondono colpo su colpo e non mollano mai. Finalmente dal gruppo di Crowley una gara di quantità e qualità con una rimonta che li ha portati dal 14 a 0 del 25′ al 17-20 finale. Da rivedere un po’ la disciplina, Allan infortunato. Però stavolta si sorride con merito.

Edimburgo: 15 Blair Kinghorn, 14 Damien Hoyland, 13 Chris Dean, 12 Robbie Fruean, 11 Jason Harries, 10 Duncan Weir, 9 Nathan Fowles, 8 Cornell du Preez, 7 John Hardie, 6 Magnus Bradbury (c), 5 Ben Toolis, 4 Anton Bresler, 3 Simon Berghan, 1 Michele Rizzo
Riserve: 16 Neil Cochrane, 17 Darryl Marfo, 18 WP Nel, 19 Fraser McKenzie, 20 Hamish Watson, 21 Sam Hidalgo-Clyne, 22 Jason Tovey, 23 Junior Rasolea
Mete: Dean (18′, 24′)
Trasformazioni: Weir (19′, 25′)
Punizioni: Weir (55′)

Benetton Treviso: 15 Jayden Hayward, 14 Angelo Esposito, 13 Alberto Sgarbi, 12 Tommaso Allan, 11 Tommaso Benvenuti, 10 Ian McKinley, 9 Edoardo Gori, 8 Dean Budd (C), 7 Abraham Steyn, 6 Francesco Minto, 5 Federico Ruzza, 4 Marco Lazzaroni, 3 Tiziano Pasquali, 2 Engjel Makelara, 1 Alberto De Marchi
Riserve: 16 Federico Zani, 17 Cherif Traore, 18 Simone Ferrari, 19 Marco Fuser, 20 Marco Barbini, 21 Giorgio Bronzini, 22 Luca Sperandio, 23 Marco Zanon
Mete: Esposito (28′, 51′)
Trasformazioni: McKinley (29′, 53′)
Punizioni: McKinley (39′, 47′)

RUGBY CHAMPIONSHIP: ALL BLACKS-SUDAFRICA (ore 9.35 diretta tv su Sky Sport 2)
New Harbour, QBE Stadium: il luogo dell’appuntamento è questo. Partita importantissima ma non decisiva visto che i campioni del mondo in carica hanno 3 punti di vantaggio sugli Springboks e che dopo questo fine settimana rimangono comunque da giocare altri due turni di questa edizione 2017 del Rugby Championship. In caso di vittoria i padroni di casa si metteranno in testa una bella fetta di torneo, ma potrebbe non bastare.
Partita comunque attesissima perché il Sudafrica visto quest’anno è una squadra che ha di sicuro qualche problema da risolvere ma è anche tutta un’altra cosa rispetto alla formazione in crisi di gioco e identità che abbiamo visto la scorsa stagione. Mettiamoci che gli All Blacks rimangono un’arma letale come nessuna latra, ma qualche passaggio a vuoto lo concedono… Imperdibile.

Nuova Zelanda: 15 Damian McKenzie, 14 Nehe Milner-Skudder, 13 Ryan Crotty, 12 Sonny Bill Williams, 11 Rieko Ioane, 10 Beauden Barrett, 9 Aaron Smith, 8 Kieran Read (c), 7 Sam Cane, 6 Liam Squire, 5 Sam Whitelock, 4 Brodie Retallick, 3 Nepo Laulala, 2 Dane Coles, 1 Kane Hames
Riserve: 16 Codie Taylor, 17 Wyatt Crockett, 18 Ofa Tu’ungafasi, 19 Scott Barrett, 20 Ardie Savea, 21 TJ Perenara, 22 Lima Sopoaga, 23 Anton Lienert-Brown
Sudafrica: 15 Andries Coetzee, 14 Raymond Rhule, 13 Jesse Kriel, 12 Jan Serfontein, 11 Courtnall Skosan, 10 Elton Jantjies, 9 Ross Cronje, 8 Uzair Cassiem, 7 Jean-Luc du Preez, 6 Siya Kolisi, 5 Franco Mostert, 4 Eben Etzebeth, 3 Ruan Dreyer, 2 Malcolm Marx, 1 Tendai Mtawarira
Riserve: 16 Bongi Mbonambi, 17 Steven Kitshoff, 18 Trevor Nyakane, 19 Lood de Jager, 20 Pieter-Steph du Toit, 21 Francois Hougaard, 22 Handré Pollard, 23 Damian de Allende

RUGBY CHAMPIONSHIP: AUSTRALIA-ARGENTINA (ore 12.05 diretta tv su Sky Sport 2)
L’Australia dopo tre turni di Rugby Championship ha solo 3 punti in classifica, i Pumas neanche uno ma il match di Canberra promette spettacolo e può dare un senso al torneo di entrambe le formazioni. Australia che va a strappi, Argentina che arriva dalla bella prova contro gli All Blacks. Tra i padroni di casa non c’è ancora una volta Stephen Moore, titolare sarà Polota-Nau, mentre in panchina si siede per la prima volta Marika Koroibete; tra i sudamericani un po’ di cambi nel pacchetto arretrato con Moroni all’ala e Orlando tra i centri. In terza linea c’è Lezana al posto di Macome.

Australia: 15 Israel Folau, 14 Henry Speight, 13 Tevita Kuridrani, 12 Kurtley Beale, 11 Reece Hodge, 10 Bernard Foley (vc), 9 Will Genia (vc), 8 Sean McMahon, 7 Michael Hooper (c), 6 Ned Hanigan, 5 Adam Coleman, 4 Rob Simmons, 3 Sekope Kepu, 2 Tatafu Polota-Nau, 1 Scott Sio
Riserve: 16 Jordan Uelese, 17 Tom Robertson, 18 Allan Alaalatoa, 19 Izack Rodda, 20 Jack Dempsey, 21 Nick Phipps, 22 Samu Kerevi, 23 Marika Koroibete
Argentina: 15 Emiliano Boffelli, 14 Matias Moroni, 13 Matias Orlando, 12 Jeronimo de la Fuente, 11 Ramiro Moyano, 10 Nicolas Sanchez, 9 Martin Landajo, 8 Tomas Lezana, 7 Javier Ortega Desio, 6 Pablo Matera, 5 Matias Alemanno, 4 Guido Petti, 3 Nahuel tatez Chaparro, 2 Agustin Creevy, 1 Lucas Noguera
Riserve: 16 Julian Montoya, 17 Santiago Garcia Botta, 18 Enrique Pieretto, 19 Marcos Kremer, 20 Juan Martin Leguizamon, 21 Tomas Cubelli, 22 Santiago Gonzalez Iglesias, 23 Manuel Montero

PRO14: CHEETAHS-ZEBRE (ore 19.35 diretta tv su Eurosport 2)
Prima volta di una squadra italiana in Sudafrica nel torneo celtico: a Bloemfontain i bianconeri vanno a far visita ai Cheetahs guidati da quel Franco Smith che per tanti anni ha bazzicato dalle parti di Treviso. Entrambe la squadre partono dallo stesso punteggio in classifica – zero punti – con le Zebre che hanno una differenza punti appena appena migliore: sulla carta partita equilibrata quindi ma i padroni di casa hanno una quadratura e una organizzazione che per le note vicende la franchigia federale non può certo vantare.
Rispetto alla partita di una settimana fa persa contro gli Scarlets i bianconeri presentano sei cambi: ali saranno Bisegni e Di Giulio, in mediana con la maglia numero 9 c’è Violi accanto a Canna. In seconda linea c’è Biagi mentre con la maglia numero 8 partirà Giammarioli affiancato da Meyer e Licata.
Gara non facile ma se lo spirito delle Zebre fosse quello visto a Swansea contro gli Ospreys…

Cheetahs: 15 Sergeal Petersen, 14 Luther Obi, 13 Francois Venter (c), 12 William Small-Smith, 11 Makazole Mapimpi, 10 Ernst Stapelberg, 9 Shaun Venter, 8 Junior Pokomela, 7 Henco Venter, 6 Paul Schoeman, 5 Reniel Hugo, 4 Justin Basson, 3 Tom Botha, 2 Torsten van Jaarsveld, 1 Ox Nche
Riserve: 16 Jacques du Toit, 17 Charles Marais, 18 Johan Coetzee, 19 Rynier Bernardo, 20 Chris Dry, 21 Tian Meyer, 22 Nico Lee, 23 Cecil Afrika
Zebre: 15 Ciaran Gaffney, 14 Giulio Bisegni, 13 Mattia Bellini, 12 Tommaso Castello (c), 11 Gabriele Di Giulio, 10 Carlo Canna, 9 Marcello Violi, 8 Renato Giammarioli, 7 Giovanni Licata, 6 Johan Meyer, 5 George Biagi, 4 David Sisi, 3 Dario Chistolini, 2 Oliviero Fabiani, 1 Andrea Lovotti
Riserve: 16 Sami Panico, 17 Andrea De Marchi, 18 Roberto Tenga, 19 Leonard Krumov, 20 Derick Minnie, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Serafin Bordoli, 23 Faialaga Afamasaga

Annunci

28 thoughts on “Treviso espugna Edimburgo. Oggi All Blacks-Sudafrica, Australia-Argentina e Cheetahs-Zebre

  1. a.d.g.

    Treviso ha rinforzato una squadra che sul telaio dell’anno passato ( ottimo fine stagione) , quanto a talento complessivo, ha fatto un ulteriore passo in avanti per potere veleggiare nella seconda fascia del Pro14. Così sta facendo, sconfitta con il Munster, perso con bonus con Ulster e vittoria con Edinburgo.
    L’allenatore è Buono e gli assistenti ( Bortolami in primis) anche.
    I giocatori non sono ubriacono da spriz a tutte le ore.
    Certo i blog chiuderebbero tutti, se non fosse consentito a chi a calciato una volta in vita sua tra i pali di sentirsi il Napoleone della tastiera, ma un po’ di rispetto in più non guasterebbe.
    Il bistrattato Esposito è un giocatore che chi lo vede tutti i giorni allenarsi ha ritenuto buono per il livello, beh forse sarebbe meglio che ognuno facesse il priprio lavoro.
    Aspettiamo le cronache di chi c’era ( magari scopriremo che nessun giornalista italiano c’è andato) e qualche highlight, ma che abbiano messo sotto una squadra scozzese, giocando 30 minuti in inferiorità numerica di cui 13 minuti in doppia inferiorità si può già dire e basta e avanza per essere orgogliosi di tifare una squadra così.
    Vedremo anche quanti Trevigiani andranno allo stadio la prossima volta e quanti abbonamenti verranno fatti.

  2. Ermy

    Bravi! Evidentemente le brutte figure rimediate hanno fatto effetto! Probabilmente anche la preparazione era mirata considerando “perse” Munster e Ulster… adesso vediamo se l’entusiasmo prende il sopravvento o se si resta concentrati per ripetersi subito con Ospritz!
    Bene che nel gruppo ci fossero molti giovani, nelle fasi finali Zanon, Sperandio, Traore… e tutti i 23 nazionalizzabili.
    Una vittoria Zebre oggi (la vedo dura…) completerebbe la festa!
    Qualcuno sa di Allan? Avete telefonato al Petrarca per Rizzi? A novembre tutti gli arruolabili saranno in nazionale mi sa…

  3. Mez10

    Allora primo tempo Springboks possesso 70%; territorio 73%..
    sotto 31 a 0..😂😂😂
    Spero questo del possesso sia un discorso definitivamente chiuso!

  4. SERF

    Nonostante i più di 3.000.000 d’ iscrizzione l’organizzatore celtico (board) non è in grado di garantire uno scalcinato TMO per le squadre italiane .
    Ma coso dove stà ?
    Poi una curiosità ma qual’è l’odiens di eurosport ?
    Ma discoveri è veramente convinta che l’ennesima replica di programmi già visti (weelers dealers,spie ristorate , baracche a domicilio , cerco casa , mostri d’acqua ,ecc ecc )
    alcuni vecchi di 15 anni , ed in loop da minimo 5 anni , facciano più ascolti di una partita di rugby ?

    1. Mez10

      Sta a vedere che se le Union e le TV straniere non producono le loro partite è colpa di gavazzi..”coso”..di certo qui il tmo non è mai mancato!

      1. SERF

        skriii skriii , le sente le unghie che cercano di fare presa sugli specchi .
        La presenza del TMO era uno dei tanti vanti di partecipare al PROTRUFFACELTIC .
        E quel tale l’ha nominato solo lei , sia chiaro .

      2. Mez10

        ti ripeto qui in Italia il tmo non è mai mancato! se mancava ieri e nella partita delle zebre in Galles, lamentaticon le federazioni scozzese e gallese!

  5. Antani

    Comunque gli All Blacks, visto il risultato che sta maturando, stanno dimostrando che sono dei veri cagnacci, come peraltro confermato da PW che ci dice che è una squadra che ‘latra come nessuna’… 😂😂

  6. baobao

    All Blacks che smascherano tutte le magagne degli Springboks: mancanza di leadership, carenze nell’handling e nei BD, attacco sterile (giocatori che prendono pochissima profondità e partono praticamente da fermi), sostegni sempre in ritardo, l’assenza di una cerniara MM-MA efficace (dopo Du Preez il nulla…al massimo onesti giocatori, ma niente di più)…faceva quasi tenerezza Etzebeth che caricava dritto per dritto la difesa AB venendo raddoppiato se non triplicato. Ci sono giocatori che in altre circostanze finirebbero in panca, altri fuori ruolo (a 8 prima Cassiem, poi Du Toit…un flanker e una seconda de facto) e in generale un’assenza di gioco che ha portato tanti giocatori ad ancorarsi (male) ai tanto amati autoscontri, ma condotti in solitaria, quindi con un’efficacia pari a zero. Hanno l’idea di fare due nazionali? Io direi che dopo la figura di oggi ricostruirne una sarebbe già un risultato eccellente…

    1. Mez10

      Scusa ma è ovvio che non possano esistere paragoni con Fourie Du Preez, giacche era un fuoriclasse assoluto, come ne nascono ogni 20 o 30 anni..
      i limiti sono strutturali, non solo in mediana..
      Che poi Jantjies non sta facendo male, è rientrato Pollard..
      Certo vedere ancora Hougaard a 9…

  7. Il camerlengo

    Bravo Treviso e bravo Esposito,speriamo che per ALlan e Lazzaro non sia nulla di grave,altrimenti settimana prossima dovranno chiamare i ragazzi del trofeo topolino.una vittoria delle zebre stasera sarebbe la ciliegia sulla torta. Un po’ o.t. : ma l avete vista l asfaltata degli all black a al Sudafrica? A tratti veramente imbarazzante.

  8. Bangkok

    Bella importantissima vittoria.
    Tanto tanto carattere.
    Penso che il punto di svolta sia stata la meta di Esposito quando si era sul 14 a 0. Sono riuscito a rimanere attaccati nel punteggio acquisendo fiducia e caricando pressione sugli avversari (forse sarebbe potuto succedere contro l’Ulster).
    Peccato x gli infortuni, speriamo siano non gravi.
    Adesso mantenersi concentrati, non si è ancora fatto nulla!

  9. Ho appena visto il primo tempo di kings contro Leinster, noia mortale si è un pò svegliato sul finale ( parziale 7-3 per gli irlandesi ) , c’è il VanConsonant in seconda linea ( chiara indicazione del DOR Oshea 🙂 )
    Che impressione vedere uno stadio così immenso quasi deserto 😦

    Sulle Italiane : è un dato di fatto che almeno negli ultimi due anni le migliori partite sono arrivate quando non erano prodotte da nessuna TV 🙂

  10. Ermy

    Non riuscire a capire la differenza tra gli Esposito vari e chi “ha calciato una volta in vita sua tra i pali” è sconfortante!
    Magari questi sono professionisti ben pagati ( per gli stipendi sul mercato di altre professioni d’oggi) mentre i calciatori tra i pali occasionali di una volta (magari qualcuno di loro ha anche soggiornato in testa alle classifiche marcatori del tempo, ma è un dettaglio…) , finita la partita avevano altro a cui pensare e lo stipendio se lo guadagnavano lavorando altrove.
    Ergo oggi i napoleoni da tastiera hanno tutto il diritto di commentare, civilmente e argomentando tecnicamente, le gesta di questi professionisti che hanno scelto di essere personaggi pubblici pagati non solo per giocare ma anche per pubblicizzare prodotti vari, e lo possono fare anche in riferimento agli integratori dietetici che essi assumono, senza per questo sentirsi tirare le orecchie da chicchessia!

  11. a.d.g.

    Commentare le prestazioni professionali di chi è pagato per quelle prestazioni è lecito. L’importante è assumersi le responsabilità di quel che si dice. Chi ha più volte affermato che Angelo Esposito non c’entra nulla con il Pro14 e occupa indebitamente un posto di cui non ha le qualità e le competenze tecniche per starci, oggi dovrebbe, mestamente dire, beh sono uno che di rugby non capisce nulla.

  12. Pingback: Da una parte Garibaldi, dall’altra la giusta freddezza: il differente weekend di Treviso e Zebre | Il Grillotalpa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...