Nel Tinello di Vittorio Munari i raggi X alle protagoniste del Sei Nazioni e una Nuova Zelanda preoccupata

Il Sei Nazioni ha superato il giro di boa e al fischio finale del torneo mancano ormai solo due giornate. Con Vittorio Munari facciamo il punto della situazione: come stanno Inghilterra, Irlanda, Galles, Scozia, Francia e – ovviamente – Italia?
Poi salto in Nuova Zelanda, ormai alle prese in maniera conclamata con il problema del poaching.
Palla a Vittorio!

Annunci

13 risposte a "Nel Tinello di Vittorio Munari i raggi X alle protagoniste del Sei Nazioni e una Nuova Zelanda preoccupata"

  1. LiukMarc

    Domanda: ma non c’è più Venter perchè? Nel senso, il suo contratto non era sempre “a gettone” per singole partite/finestre internazionali? A parte che ora in Saf probabilmente Venter non rientra più nei piani. Da capire se Smith quando arriverà avrà un qualche ruolo in questo senso.

  2. Tonius71

    Non ho titoli per confrontarmi con Munari ,molte volte non mi sono trovato d’accordo con lui,ma questa volta condivido ogni singola parola dell’intervista.
    Il nostro reparto più forte,sulla carta,no ha reso come avrebbe dovuto ..quindi ci sta una terza con Negri,Polledri,Parisse
    Come mai Venter e’ andato ? Qualcuno sa qualcosa?

  3. fracassosandonà

    Parisse negri polledri.
    Come dire che i più forti non hanno fatto l’accademia. E che nemmeno li abbiamo formati noi.
    Perché ricordiamoci che questo ragazzi l’italiano lo stanno imparando.

    1. jacoponitti

      Sì, questo è un vecchio pallino di Munari: un giocatore che si è formato all’estero è, fino aprova contraria, migliore di chi si è formato in Italia. E questo per via delle esperienze, del livello, degli standard di allenamento etc. etc.
      Un pregiudizio come ce ne sono tanti.

      1. Francesco Ricci

        Mi pare che dica semplicemente che è migliore chi si forma dove formano (e prima selezionano) meglio, e il fatto che nella perfida formino meglio che da noi non credo si possa contestare( abbondanza di “materiale”, tradizioni, cultura, vil pecunia, fate voi…)

  4. Pingback: Esodo verso l’Europa, la Nuova Zelanda corre ai ripari : accordo con gli Harlequins | Il Grillotalpa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.