Eccellenza, pubblico stabile. Ma il ribaltone è in testa: la squadra con più tifosi sugli spalti è la Rugby Reggio

dalla pagina FB della Rugby Reggio

Il Grillotalpa ha spulciato tutti i comunicati stampa di tutte le partite del massimo campionato italiano: la stagione regolare ha richiamato poco più di 83mila spettatori, per una media-gara di 937 persone… Gli emiliani gli unici a sfondare quota 11mila, con Calvisano e Petrarca a inseguire. Crolla Rovigo, soltanto quinta

L’Eccellenza ha mandato in archivio la sua regular season. I verdetti? Lyons Piacenza che retrocedono in Serie A mentre ai play-off vanno la capolista Calvisano, quindi Petrarca, Rovigo e Viadana, con i gialloneri che hanno avuto la meglio sulle Fiamme Oro nella corsa all’ultimo pass per le semifinali.
La FIR ha reso ufficializzato il calendario delle prossime sfide, eccolo:

Semifinali andata
Femi-CZ Rovigo v Petrarca Padova – sabato 6 maggio, ore 18

Rugby Viadana 1970 v Patarò Calvisano – domenica 7 maggio, ore 16

Semifinali ritorno
Patarò Calvisano v Rugby Viadana 1970 – sabato 20 maggio, ore 16

Petrarca Padova v Femi-CZ Rovigo – domenica 21 maggio, ore 17

Finale
Vincente Semifinale 1 v Vincente Semifinale 2 – sabato 27 maggio, ore 18

Ma oggi vorrei parlarvi di un altro campionato, quello del tifo. Intanto il numero che più interessa il movimento: le 90 partite nella stagione regolare dell’Eccellenza 2016/2017 hanno richiamato in tutto 83.432 spettatori. Anzi, le partite prese in considerazione da questo dato sono 89, perché per San Donà-Fiamme Oro della 13a giornata né la FIR né i due club hanno reso disponibile il dato dell’affluenza di pubblico. La media partita è di 937,43 spettatori. Solo 5 le partite che toccano o superano quota 2000 presenze. Sono numeri assolutamente in media con quegli degli ultimi anni e che avevo pubblicato su OnRugby. Un po’ di più rispetto ad alcune stagioni, qualcosina meno rispetto ad altre, ma insomma siamo lì.
A vedere il bicchiere mezzo pieno si può dire che il torneo rimane stabile o non perde, a guardarlo mezzo vuoto invece bisognerebbe sottolineare che non cresce affatto. E io – opinione personale – propendo per questa ultima visione: l’Eccellenza è un torneo lasciato un po’ lì, a vivacchiare. Ogni anno alla sua presentazione vengono spese parole sulla sua importanza e sulla necessità di darle una nuova vitalità (sempre le stesse, va detto) ma poi alla fine il risultato è questo, anche perché non è che venga fatto nulla per rilanciarla davvero.

I dati che ho spulciato dai comunicati FIR di tutte le partite del nostro massimo campionato però ci regalano anche un paio di sorprese: la prima è il crollo del numero di spettatori a Rovigo. I rossoblu negli ultimi anni erano sempre stati la squadra più seguita, quando andava male la seconda, quest’anno sono addirittura quinti con 9.200 presenze nelle loro 9 gare casalinghe. Una media quasi secca di 1000 persone a partita. Un risultato che sorprende maggiormente se si pensa che quest’anno i bersaglieri scendevano in campo con lo scudetto cucito sulle maglie per la prima volta dopo tanti anni.
I rossoblu sono superati da Viadana, Petrarca, Calvisano e soprattutto dalla Rugby Reggio – e questa è la seconda grande sorpresa dei numeri degli spettatori di questa stagione – che risulta essere la squadra più seguita dell’anno.
Gli emiliani sono l’unica compagine a sfondare quota 11mila (11.050, per l’esattezza), per una media-gara di 1227,77 spettatori.
Prima di chiudere con la classifica delle squadre vi lascio alcune curiosità:

  • partita più vista: Petrarca-Rovigo, 3a giornata, 2.850 spettatori
  • partita meno vista: San Donà-Reggio, 14a giornata, 260 spettatori
  • Giornata con più pubblico: la 3a, 6.600 spettatori complessivi
  • Giornata con meno pubblico: 14a, 3.160 spettatori complessivi

Classifica pubblico squadre
Rugby Reggio: 11.050
Calvisano: 10.800
Petrarca: 10.600
Viadana: 9.500
Rovigo: 9.200
Lyons Piacenza: 7.970
Lazio: 7.150
Mogliano: 6.700
Fiamme Oro: 5.950
San Donà: 3.612* (manca il dato, non fornito dalla FIR, di San Donà-Fiamme Oro)

Annunci

24 thoughts on “Eccellenza, pubblico stabile. Ma il ribaltone è in testa: la squadra con più tifosi sugli spalti è la Rugby Reggio

  1. fracassosandonà

    se si facesse pagare 1 euro di siae per ogni spettatore pagante i numeri si ridimensionerebbero ulteriormente…
    c’è più pubblico alla gara provinciale di judo in cui ogni bambino ha i genitori a seguito…

  2. Mr Ian

    sarebbe interessante conoscere anche i dati della Serie A, un format che molti trovano interessanti e che per certi aspetti è anche più avvincente dell Eccellenza.
    Quanto al nostro massimo campionato, nulla da aggiungere a quello che si è detto negli anni passati..

  3. Gysie

    Vedo con piacere che finora nessuno ha scritto che “anche nel calcio i numeri sono in calo”. Guardiamo al nostro orto e rendiamoci conto dei numeri. Ai tempi del rugby-salamina in cui ero “addetto ai lavori”, io e gli altri drogavamo i dati degli spettatori per non far comprendere ai “comandanti” l’assoluta pochezza del fenomeno. A distanza di qualche lustro, siamo sempre lì e forse anche peggio. Mistero assoluto (per me) su che cosa succeda a Rovigo: ricordo il Battaglini discretamente pieno anche in uggiose stagioni in cui i Bersaglieri balbettavano in fondo alla classifica.

  4. Sinistrapiave

    È assolutamente inconcepibile che San Donà sia fanalino di coda per nr. di spettatori.
    Abbiamo tradizione, squadra competitiva, quest’anno si è visto del bel gioco, e sono caduti dei squadroni..mahh

      1. Sinistrapiave

        Ciao Fracasso, ne sono riuscito a vedere soltanto tre,per vari motivi.
        Ma purtroppo confermo i dati, se c’erano 200-250 persone erano già tante. E calcola che molti sono dell’ambiente per cui non pagano.
        Mi ha sorpreso soprattutto contro Rovigo, veramente pochi pochi per quello che era a tutti gli effetti uno scontro di vertice. Bohh 😦

      2. fracassosandonà

        dati veritieri quindi…
        che sia meglio vivacchiare in eccellenza con il proprio vivaio (magari dandoghe quatro paeanche ai fioi) come sta facendo da anni ad es. la Lazio o cercare di competere in un porcile come quello attuale andando a prendere dei semiprofessionisti da fuori che però non sono sufficienti a fare il salto di qualità né ad appassionare i tifosi?

      3. Sinistrapiave

        Mah francamente non so quale sia la strada giusta, mi ricordo però che anni fa (molti) c’era più pubblico, a volte anche parecchio. Forse provare a pubblicizzare di più, ti ricorderai ai bei tempi quando passava il furgone col megafono per le strade del centro..qualche curioso lo raccatti sempre così.
        Oggi i mezzi sono tanti, la società è attiva coi social network per esempio,ma evidentemente bisogna fare di più.

  5. Mr Ian

    http://www.onrugby.it/2017/05/02/nazionale-e-franchigie-ecco-il-guru-della-performance-umana-pete-atkinson/
    ottimo ingaggio per l amor di dio, si va sempre più nel percorso della specializzazione, ma finchè non si toccherà anche il ramo dirigenziale il percorso di cambiamento sarà sempre monco…puoi avere i migliori meccanici del mondo, ma se a disposizione hai una carretta scassata i risultati saranno sempre lenti nell arrivare. Ovviamente si capisce che O’Shea ha sempre più in mano le sorti del rugby italiano, o la va o la spacca

  6. Gianni berton

    Altro che star qui a far sempre i criticoni, ostia.
    È’ arrivato Mr Bean ( alias Atkinson ), come non essere soddisfatti del lavoro che stanno costruendo O’Scena, All’ Incirca e Michele Gatto ?
    Mai avuto uno staff come questo, sempre più completo e di super livello. ( compreso Center ).
    Sinceramente, le emerite puttanate che la FIR sta facendo, non le considero più importanti e centrali, rispetto al lavoro sul campo.
    Da troppi anni, in politica, negli affari, in tutte federazioni sportive, ho visto passare gestioni una peggiore dell’altra.
    Se stacco dallo stress quotidiano, desidero pensare solo allo sport attivo.
    E, dopo tanti anni di merda e di C.T. lasciati soli, ora mi par un miracolo vedere questa struttura tecnica.
    Sempre viva le Tette !

    1. fracassosandonà

      Vogliamo fare un po’ di lettura critica della notizia, per cortesia?
      ” Pete Atkinson è stato capo preparazione atletica dei Saracens dal 2003 al 2005, e preparatore atletico dei Leicester Tigers tra il 1998 ed il 2003″.
      C’è gente che stappa bottiglie perché abbiamo preso il preparatore atletico che avevano i Tigers vent’anni fa? Quando da noi giocavano ancora Cristofoletto Cuttitta Sgorlon Francescato e compagnia?
      Capo preparatore atletico ai saracens dei tempi di Ongaro? Quelli che si e no si salvavano?
      “Dopo cinque fantastici anni con England and Wales Cricket Board…”
      adesso, senza nulla voler togliere alle prestazioni della nazionale inglese di cricket, c’è uno sport più simile al rugby da cui attingere i preparatori atletici?

      1. Mr Ian

        non sono della schiera “chi non esulta scemo è”, però è vero che questa volta si sono affidati ad un team di esperti per capire qual è il problema del perchè sti italiani dopo un anno è passa non fittano…sperare in professionisti di primissima fascia è difficile, già che se ne trova di disponibili ad accettare….i risparmi delle accademie verranno presto reinvestiti..

      2. Mez10

        Perché un anno (anche meno a dir la verità) non basta certo!
        Chiedilo a qualsiasi preparatore atletico o allenatore!

      3. Mr Ian

        Lo vivo nel mio piccolo la difficoltà di raggiungere e tenere una condizione fisica discreta ed accettabile per affrontare una serie di prestazioni sportive, so anhe quando è difficile raggiungere un risultato accettabile, penso un pò se poi devi performare ad alti livelli. Per cui ottimo che si siano affidati a dei professionisti specifici. Se poi lui sarà l uomo giusto è solo questione di tempo

  7. Massimo Siviero

    Secondo me i dati pubblico sono assolutamente sballati, non si capisce se sono dati siae o presi da quanto dichiarato sui giornali. Rovigo ha avuto senz’altro un crollo di spettatori ma se si calcola che ha 600 circa abbonati, come fa’ ad avere solo 1000 a partita. Io ho visto tutte nove le partite e 1500 sarebbe un dato piu’ veritiero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...