La FIR fa, la FIR sbaglia, la FIR disfa. Ma in Friuli chi rimane a terra è solo il nuovo presidente (dell’opposizione)

Mourinho

L’elezione del comitato regionale friulano è stata annullata per un errore formale della commissione verifica poteri composta anche dal segretario generale federale mentre a presiedere l’assemblea elettiva c’era il vicepresidente Saccà. A saltare è l’elezione del rappresentante di Pronti al Cambiamento e per sistemare il tutto viene mandato un consigliere federale che la FIR vuole far decadere. Sembra un film, ma non lo è. Purtroppo. 

Prima un comunicato FIR del 29 aprile, poi una versione ufficiosa dell’accaduto e infine una piccola storia triste. Ecco il comunicato:

Assemblea Ordinaria Elettiva – Comitato Friuli Venezia Giulia
Il Consiglio Federale ha deliberato all’unanimità di annullare l’Assemblea Ordinaria Elettiva dell’1 aprile 2017 sulla base delle gravi irregolarità nell’assegnazione dei voti e, contestualmente, di nominare Commissario il Consigliere Roberto Zanovello che dovrà entro 30 giorni procedere alla riconvocazione dell’Assemblea stessa secondo i termini previsti dai regolamenti vigenti.
Il Consigliere Fabio Beraldin è stato nominato Commissario supplente.

La versione ufficiosa la fornisce Rugbymeet (conferme della sua bontà le ha avute anche questo blog):
A rendere vano il successo di Ballico, espressione di “Pronti al cambiamento”, un errore formale della commissione verifica poteri, composta dal segretario generale Fir Claudio Peruzza e da due legali della regione. L’organo di controllo, è trapelato in queste ore, avrebbe ammesso al computo delle preferenze quote di voti non computabili a norma di legge (atleti e tecnici). A presiedere l’assemblea (18 le società rappresentate) c’era l’avvocato Saccà, navigato ed esperto uomo di cose sportive. Se di errore si è trattato, difficile non definirlo: imbarazzante.

La piccola storia triste:
1) Ti chiami FIR e hai il compito di organizzare e gestire le elezioni dei tuoi consigli regionali
2) Il Friuli Venezia Giulia elegge Claudio Ballico, rappresentante di Pronti al Cambiamento, l’opposizione all’attuale presidente FIR
3) Il vicepresidente vicario (ripetiamolo: il vicepresidente, che nella vita fa l’avvocato) è presente e presiede l’assemblea ma nonostante questo la commissione verifica poteri di cui fa parte anche il segretario generale FIR (il segretario generale FIR!) fa un errore formale
4) L’elezione viene annullata dal Consiglio Federale
5) Il Consiglio Federale nomina Roberto Zanovello quale Commissario con il compito di riconvocare l’assemblea elettiva del comitato regionale entro 30 giorni
6) Roberto Zanovello è quel consigliere federale (assieme a Marzio Innocenti, Fulvio Lorigiola e Gianni Amore) messo sotto inchiesta dalla FIR per un caso di presunta fuga di notizie in merito all’indagine CONI sul bilancio federale
7) Roberto Zanovello è quel consigliere federale che potrebbe decadere dal suo incarico già il 17 maggio, prima della scadenza suddetta dei 30 giorni
8) L’elezione di un presidente regionale (dell’opposizione) viene annullata alla presenza del massimo gotha della FIR, presidente escluso, per un errore del gotha stesso: scommettiamo che non verranno prese sanzioni e che nessuno si sentirà obbligato a fare un passo indietro, fosse anche solo a livello simbolico?

Parola del giorno: allucinante
al·lu·ci·nàn·te/ aggettivo

  1. 1.
    non com.
    Abbagliante, accecante.
  2. 2.
    fig.
    Che provoca uno stato di profondo stupore o addirittura di terrore; impressionante, sconvolgente, spaventoso
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Movimento Italia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a La FIR fa, la FIR sbaglia, la FIR disfa. Ma in Friuli chi rimane a terra è solo il nuovo presidente (dell’opposizione)

  1. frank ha detto:

    Buon primo maggio a tutti. Crolli la FIR, con tutti i filistei.

  2. tony ha detto:

    Dell’errore formale commesso da chi ha accettato i voti abbiamo capito, ma curiosità non giuridica ma di sostanza , qualcuno sa dire chi ha invitato al voto ,atleti e tecnici che non dovevano esserlo, e questi tecnici e atleti erano consapevoli di non aver diritto al voto? …………

    • tony ha detto:

      Questa domanda è finalizzata a capire se siamo attorniati di gente che non conosce i regolamenti o se c’è stato dolo……

      • Giovanni ha detto:

        Giusta osservazione. Il problema è capire se i regolamenti son formulati in maniera chiara ed inequivocabile, di modo da non lasciare dubbi interpretativi o, viceversa, alla “made in guazzabuglio”.

  3. Ermy ha detto:

    La cosa allucinante in tutto questo è che ci sia ancora gente che dà credito a questi soggetti…

  4. carpediem ha detto:

    Per la Redazione: Caro Wilhelm, mi dispiace dirlo, ma sei un ignorante( che ignora) alla pari con quasi tutti i giornalisti italioti
    nel titolo, tu come quasi tutti, hai omesso-Venezia Giulia-ma chissà perchè quando parli di Forlì o Cesena non parli di Emilia, o di Campobasso in Abruzzo e via discorrendo.
    Per cortesia, un poco di professionalità!

  5. Giovanni ha detto:

    Però bisogna ammettere che la nomina di Zanovello è un piccolo colpo di genio.
    E’ un po’ come se Doglioli, in attesa di giudizio per la vicenda-Benvenuti, fosse stato nel frattempo nominato rappresentante dei giocatori in consiglio federale. 😀
    Chapeau FIR!

    • Mr Ian ha detto:

      la nomina di Zavonello è cmq la leggittimazione della volontà del territorio di dare fiducia ad un movmento alternativo, avessero nominato un federale allineato si sarebbe gridato ancora di più allo scandalo…
      di questi giorni essere un uomo FIR è molto difficile, hanno sempre il fucile puntato addosso, certo che anche loro se le cercano, ormai un pò di personaggi iniziano forse ad essere stanchi, orbitano nelle stesse posizioni ormai da decenni

  6. Rabbidaniel ha detto:

    Siete mai stati a un seggio elettorale? Se fate votare al senato un 18enne vostra, non del 18enne.

  7. fracassosandonà ha detto:

    Limiti della democrazia rappresentativa.
    Chi li vota se li merita e merita di pagarne le conseguenze, come i miei compaesani.
    A me spiace per chi li subisce senza esserne complice.

  8. NEZ ha detto:

    Gli atleti ed i tecnici NON sono fisicamente al voto ma fanno parte del numero di voti che ogni società ha a disposizione in proporzione al numero di tesserati attivi. Nelle elezioni nazionali – Presidente della FIR – quei voti valgono. Nei comitati no e vanno scorporati. Quello che il grillotalpa forse non conosce è che il tabulato con il numero di voti spettante ad ogni società del FVG è stato regolarmente inviato dalla FIR stessa “esattamente identico” a quello utilizzato a Roma per il conteggio dei voti delle società in occasione dell’elezione presidenziale. L’errore, formale ed indotto, diventa così quasi inevitabile: mi mandi un tabulato con le colonne Atleti – Allenatori – Campionato – etc etc e poi nell’ultima colonna fai la somma di tutto chiamandola TOT VOTI SPETTANTI … Chi la vede dice: se vale per Roma vale anche per il FVG…Questi studiano tutti per laurearsi in ignoranza!

  9. Pingback: Il caso Friuli-Venezia Giulia: la versione del vicepresidente FIR Saccà | Il Grillotalpa – Dentro il Pianeta Rugby

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...