Mondiali U20: l’Italia si gioca con il Galles il 7° posto finale. In campo anche gli Emergenti

Per gli azzurrini calcio d’inizio a Tbilisi alle 15 (ora italia) e in diretta streaming, Emergenti contro Argentina XV a Montevideo. Test-match: grandissima vittoria della Scozia in Australia, bene anche Sudafrica e Inghilterra, vincono Georgia e Romania

MONDIALE U20, FINALE 7° POSTO: GALLES-ITALIA (ore 15)
Si chiude questa sera a Tbilisi il Mondiale U20. Alle 18, ora italiana, Inghilterra e Nuova Zelanda si giocano la finalissima, tre ore prima l’Italia se la vedrà all’Avchala Stadium con il Galles per la partita che mette in palio il 7° posto. Quale sarà il risultato per gli azzurrini si tratta di un torneo più che positivo, il suo migliore di sempre. La squadra di Orlandi e Troncon è stata battuta nella sua semifinale dall’Australia, il Galles è stato invece superato 29-25 dalla Scozia. Il match sarà trasmesso in diretta su worldrugby.org. La formazione italiana, di seguito il programma completo di oggi:

15 Massimo CIOFFI (S.S. Lazio Rugby 1927)*
14 Andrea DE MASI (Benetton Treviso)*
13 Marco ZANON (Mogliano Rugby)
12 Dario SCHIABEL (Lafert San Donà)
11 Giovanni D’ONOFRIO (Rugby Benevento)*
10 Antonio RIZZI (Mogliano Rubgy)*
9 Charly Vincenzo Ernst TRUSSARDI (ASM Clermont Auvergne)
8 Giovanni LICATA (Miraglia Rugby)*
7 Michele LAMARO (S.S. Lazio Rugby 1927)
6 Jacopo BIANCHI (Vasari Arezzo)*
5 Lorenzo MASSELLI (Sitav Rugby Lyons)
4 Niccolò CANNONE (Florentia Rugby)
3 Marco RICCIONI (Patarò Calvisano) – capitano
2 Alberto ROLLERO (Sitav Rugby Lyons)*
1 Danilo FISCHETTI (Unione Rugby Capitolina)*

a disposizione:
16 Massimo CECILIANI (Delebio Rugby)*
17 Daniele RIMPELLI (Patarò Calvisano)*
18 Dante GAVRILITA (Patarò Calvisano)*
19 Edoardo IACHIZZI (USAP Perpignan)
20 Lodovico MANNI (Mogliano Rugby)
21 Emilio FUSCO (Stade Aurillacois)
22 Filippo DI MARCO (L’Aquila Rugby Club)
23 Andrea BRONZINI (Rugby Viadana 1970)*
*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

Mondiale U20, le finali (gli orari sono italiani):
ore 10, finale per l’11° posto: Samoa-Argentina
ore 11, finale per il 9° posto: Irlanda-Georgia
ore 12.30, finale per il 5° posto: Scozia-Australia
ore 13.30, finale per il 3° posto: Sudafrica-Francia
ore 15, finale per il 7° posto: Galles-Italia
ore 18, finale per il 1° posto: Nuova Zelanda-Inghilterra

 

NATIONS CUP, 3a GIORNATA: ARGENTINA XV-ITALIA EMERGENTI (ore 18.15)
Fatta la formazione italiana che alle 13.15 locali (le 18.15 in Italia) scenderà in campo a Montevideo per giocare contro l’Argentina XV il terzo ed ultimo incontro della Nations Cup. Nelle due partite precedenti la nostra squadra è stata battuta da Uruguay e Namibia. La formazione scelta dai tecnici Gianluca Guidi e Andrea Moretti:

15 Matteo MINOZZI (Patarò Calvisano)*
14 Pierre BRUNO (Patarò Calvisano)*
13 Matteo GABBIANELLI (Rugby Viadana 1970)*
12 Enrico LUCCHIN (Patarò Calvisano)*
11 Matteo MANGANIELLO (Rugby Viadana 1970)*
10 Leonardo MANTELLI (FEMI-CZ Rovigo)
9 Simone MARINARO (Fiamme Oro Rugby)* – capitano
8 Mirko AMENTA (Fiamme Oro Rugby)*
7 Renato GIAMMARIOLI (Patarò Calvisano)*
6 Matteo CORAZZI (Mogliano Rugby)*
5 Leonard KRUMOV (Rugby Viadana 1970)*
4 Samuele ORTIS (FEMI-CZ Rovigo)*
3 George IACOB (FEMI-CZ Rovigo)
2 Engjel MAKELARA (Petrarca Padova)
1 Derrick APPIAH (London Scottish)

a disposizione:
16 Adriano DANIELE (Sitav Rugby Lyons)*
17 Paolo BUONFIGLIO (Mogliano Rugby)*
18 Roberto TENGA (Fiamme Oro Rugby)
19 Niccolò ZAGO (Petrarca Padova)
20 Luca NOSTRAN (Petrarca Padova)
21 Pietro GREGORIO (Rugby Viadana 1970)
22 Filippo BUSCEMA (Fiamme Oro Rugby)*
23 Marco SUSIO (Pataro’ Calvisano)

*è/è stato membro dell’Accademia FIR Ivan Francescato

 

TEST-MATCH, I RISULTATI DEGLI ALTRI
La Scozia vince in Australia, seconde affermazioni per Sudafrica e Inghilterra rispettivamente contro Francia e Argentina, La Georgia batte gli USA, la Romania si impone in Canada

AUSTRALIA-SCOZIA: 19-24
Australia: 15 Israel Folau, 14 Dane Haylett-Petty, 13 Tevita Kuridrani, 12 Karmichael Hunt, 11 Eto Nabuli, 10 Bernard Foley, 9 Will Genia, 8 Scott Higginbotham, 7 Michael Hooper (c), 6 Ned Hanigan, 5 Adam Coleman, 4 Sam Carter, 3 Allan Alaalatoa, 2 Tatafu Polota-Nau, 1 Tom Robertson
Riserve: 16 Stephen Moore, 17 Scott Sio, 18 Sekope Kepu, 19 Rory Arnold, 20 Richard Hardwick, 21 Joe Powell, 22 Quade Cooper, 23 Reece Hodge
Mete: Folau (19′, 39′), Genia (56′)
Conversioni: Foley (20′, 56′)
Punizioni:
Scozia: 15 Greig Tonks, 14 Lee Jones, 13 Alex Dunbar, 12 Duncan Taylor, 11 Rory Hughes, 10 Finn Russell, 9 Ali Price, 8 Ryan Wilson, 7 Hamish Watson, 6 John Barclay (c), 5 Jonny Gray, 4 Ben Toolis, 3 Zander Fagerson, 2 Fraser Brown, 1 Gordon Reid
Riserve: 16 Ross Ford, 17 Allan Dell, 18 Willem Nel, 19 Tim Swinson, 20 Josh Strauss, 21 Henry Pyrgos, 22 Ruaridh Jackson, 23 Matt Scott
Mete: Taylor (15′), Russell (26′), Watson (61′)
Conversioni: Russell (15′, 27′, 63′)
Punizioni: Tonks (3′)

SUDAFRICA-FRANCIA: 37-15
Sudafrica: 15 Andries Coetzee, 14 Raymond Rhule, 13 Lionel Mapoe, 12 Jan Serfontein, 11 Courtnall Skosan, 10 Elton Jantjies, 9 Ross Cronjé, 8 Warren Whiteley (c), 7 Oupa Mohoje, 6 Siya Kolisi, 5 Franco Mostert, 4 Eben Etzebeth, 3 Frans Malherbe, 2 Malcolm Marx, 1 Tendai Mtawarira
Riserve: 16 Bongi Mbonambi, 17 Steven Kitshoff, 18 Coenie Oosthuizen, 19 Pieter-Steph du Toit, 20 Jean-Luc du Preez, 21 Francois Hougaard, 22 Frans Steyn, 23 Dillyn Leyds
Mete: Serfontein (20′), Kolisi (26′), Oosthuizen (68′)
Conversioni: Jantjies (20′, 26′)
Punizioni: Jantjies (6′, 30′, 38′)
Francia: 15 Scott Spedding, 14 Yoann Huget, 13 Damian Penaud, 12 Gaël Fickou, 11 Virimi Vakatawa, 10 François Trinh-Duc, 9 Baptiste Serin, 8 Louis Picamoles, 7 Kévin Gourdon, 6 Yacouba Camara, 5 Romain Taofifeuna, 4 Yoann Maestri, 3 Rabah Slimani, 2 Guilhem Guirado (c), 1 Jefferson Poirot
Riserve: 16 Clément Maynadier, 17 Eddy Ben Arous, 18 Uini Atonio, 19 Julien le Devedec, 20 Bernard le Roux, 21 Antoine Dupont, 22 Jean-Marc Doussain, 23 Nans Ducuing
Mete: Spedding (4′), Penaud (70′)
Conversioni: Serin (4′)
Punizioni: Trinh-Duc (63′)

ARGENTINA-INGHILTERRA: 25-35
Argentina: 15 Joaquín Tuculet, 14 Ramiro Moyano, 13 Matías Orlando, 12 Jerónimo de la Fuente, 11 Emiliano Boffelli, 10 Nicolás Sánchez, 9 Martín Landajo, 8 Juan Manuel Leguizamón, 7 Javier Ortega Desio, 6 Pablo Matera, 5 Tomás Lavanini, 4 Matías Alemanno, 3 Enrique Pieretto, 2 Agustín Creevy, 1 Lucas Noguera Paz
Riserve: 16 Julián Montoya, 17 Santiago García Botta, 18 Nahuel Tetaz Chaparro, 19 Guido Petti, 20 Leonardo Senatore, 21 Gonzalo Bertanou, 22 Juan Martín Hernández, 23 Matías Moroni
Mete: Tuculet (8′), Matera (52′), Boffelli (59′)
Conversioni: Sanchez (8′, 59′)
Punizioni: Sanchez (15′, 19′)
Inghilterra: 15 Mike Brown, 14 Marland Yarde, 13 Henry Slade, 12 Piers Francis, 11 Jonny May, 10 George Ford, 9 Danny Care, 8 Nathan Hughes, 7 Sam Underhill, 6 Chris Robshaw, 5 Charlie Ewels, 4 Joe Launchbury, 3 Harry Williams, 2 Dylan Hartley (c), 1 Ellis Genge
Riserve: 16 Jack Singleton, 17 Matt Mullan, 18 Will Collier, 19 Nick Isiekwe, 20 Mark Wilson, 21 Jack Maunder, 22 Alex Lozowski, 23 Denny Solomona
Mete: Ewels (5′), Francis (31′), Care (56′), Collier (65′)
Conversioni: Ford (5′, 56′, 65′)
Punizioni: Ford (11′, 29′)
Drop: Ford (73′)

CANADA-ROMANIA: 9-25
Canada: 
15 Ciaran Hearn, 14 DTH van der Merwe (cc), 13 Conor Trainor, 12 Nick Blevins, 11 Sean Duke, 10 Connor Braid, 9 Gordon McRorie, 8 Aaron Carpenter, 7 Matt Heaton, 6 Tyler Ardron, 5 Evan Olmstead, 4 Brett Beukeboom (cc), 3 Matt Tierney, 2 Ray Barkwill, 1 Anthony Luca
Riserve: 16 Benoit Piffero, 17 Djustice Sears-Duru, 18 Ryan Ackerman, 19 Conor Keys, 20 Kyle Baillie, 21 Phil Mack, 22 Shane O’Leary, 23 Andrew Coe
Mete:
Conversioni:
Punizioni: Gordon McRorie (3)
Romania: 
15 Luke Samoa, 14 Fonovai Tangimana, 13 Paula Kinikinilau, 12 Sione Fakaosilea, 11 Ionut Dumitru, 10 Florin Vlaicu, 9 Florin Surugiu, 8 Mihai Macovei (c), 7 Viorel Lucaci, 6 Vlad Nistor, 5 Valentin Poparlan, 4 Johannes Van Heerden, 3 Andrei Ursache, 2 Otar Turashvili, 1 Ionel Badiu
Riserve: 16 Constantin Pristavita, 17 Andrei Radoi, 18 Alexandru Tarus, 19 Marius Antonescu, 20 Andrei Gorcioaia, 21 Tudorel Bratu, 22 Vladut Popa, 23 Marius Simionescu
Mete: Fonovai Tangimana (2), Viorel Lucaci
Conversioni: Florin Vlaicu (2)
Punizioni: Florin Vlaicu (2)

USA-GEORGIA: 17-21
USA: 15 Mike Te’o, 14 Matai Leuta, 13 Bryce Campbell, 12 AJ MacGinty, 11 Nate Augspurger, 10 Will Magie, 9 Shaun Davies, 8 Cam Dolan, 7 Tony Lamborn, 6 Todd Clever (c), 5 Ben Landry, 4 Nate Brakeley, 3 Chris Baumann, 2 James Hilterbrand, 1 Tony Purpura
Riserve: 16 Peter Malcolm, 17 Ben Tarr, 18 Dino Waldren, 19 Matthew Jensen, 20 Andrew Durutalo, 21 Ben Cima, 22 Marcel Brache, 23 Ryan Matyas
Mete: Augspurger, Jensen
Conversioni: MacGinty (2)
Punizioni: MacGinty
Georgia: 15 Merab Kvirikashvili, 14 Giorgi Koshadze, 13 David Kacharava, 12 Merab Sharikadze (c), 11 Sandro Todua, 10 Lasha Khmaladze, 9 Vasil Lobzhanidze, 8 Beka Bitsadze, 7 Vito Kolelishvili, 6 Lasha Lomidze, 5 Kote Mikautadze, 4 Giorgi Nemsadze, 3 Levan Chilachava, 2 Jaba Bregvadze, 1 Mikheil Nariashvili
Riserve: 16 Shalva Mamukashvili, 17 Tornike Mataradze, 18 Soso Bekoshvili, 19 Giorgi Chkhaidze, 20 Otar Giorgadze, 21 Giorgi Begadze, 22 Lasha Malaghiradze, 23 Giorgi Tsutskiridze
Mete: Kvirikashvili, meta tecnica
Conversioni: Kvirikashvili
Punizioni: Kvirikashvili (3)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Emergenti, Mondiali Juniores, Under 20 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

22 risposte a Mondiali U20: l’Italia si gioca con il Galles il 7° posto finale. In campo anche gli Emergenti

  1. tony ha detto:

    Georgia e Romania in significativa crescita , stanno avvicinando al gruppetto nostro composto da Giappone,Tonga,Samoa,,Italia,Figi,…

  2. Mr Ian ha detto:

    Gli azzurrini come non mai oggi hanno una grossa possibilità di vittoria contro questo Galles che sinceramente mi ha un po’ deluso. Galles con buon individualità dietro ma senza una mediana di spessore, in difesa hanno lasciato parecchio a desiderare. Il reparto più interessante è la mischia, con il piloni Aissati di Cardiff che presto vedremo anche tra i grandi. Il reparto ha tenuto testa alla forte Inghilterra e contro la Italia sarà sicuramente una bella battaglia .
    Tra i 23 è stato chiamato anche Fusco come sostituto penso di Panunzi, il ragazzo aveva fatto vedere cose interessanti al 6N, vedremo se troverà spazio anche oggi

    • Kinky ha detto:

      Assiratti, Riccioni e Vua nel giro di pochi mesi sono tutti nella maggiore! Dei gran piloni destri ho visto in questo mondiale!

  3. jazztrain1 ha detto:

    La Romania ha come allenatore della Mischia un certo Massimo Cutitta, e aggiungiamo che il gallese Lynn Howells sta lavorando bene.

    Considerate che la Romania, nel 2015 vinse recuperando una partita persa contro il Canada, e stavolta li ha schiantati; qualcosa vorrà dire.

    Non vedo l’ora di vedere la Romania qualificata e giocare contro i padroni di casa del Giappone e copntro Scozia e Irlanda.

    Potrebbe diventare la sorpresa del mondiale 🙂

  4. gysie ha detto:

    Forse dico una minchiata, ma in base ai criteri di individuazione dei gironi per il prossimo mondiale U20 sarebbe vitale che l’Italia finisca al settimo posto, così da finire nel girone con la neopromossa anziché l’Argentina, che quest’anno è stata orribile ma di solito è una brutta gatta da pelare.
    Quanto a Georgia e Romania, fa piacere che la Romania abbia vinto più o meno con lo stesso margine (ma più agevolmente) della Georgia. La Romania ha storicamente un’impostazione di gioco un po’ meno chiusa dei georgiani, la cui U20 salirebbe sul podio in un torneo di rugby a 9… ma gli altri 6 uomini sono pressoché inutili!

    • Kinky ha detto:

      Nessuno che si scandalizza nei confronti dell’Argentina che ha perso contro l’Inghilterra B? Perchè fosse successo all’Italia apriti cielo! Con questo certo non voglio difendere la nostra nazionale maggiore che è indifendibile però per le altre squadre siamo sempre pronti ad esaltarli!

      • LiukMarc ha detto:

        Argentina che è sembrata stanca, quasi fossero loro a fine stagione invece degli inglesi. E comunque che hanno un gioco d’attacco che noi ci sogniamo.
        Inghilterra coi nomi nuovi che però hanno voglia di mettersi in mostra e dimostrano i benefici di un campionato fisico e di livello altissimo. Inghilterra che comunque schierava Brown, May, Ford, Slade, Care, Robshaw, Hugues, Launchbury, Marler, a noi le avrebbero date comunque credo…

      • Kinky ha detto:

        Sicuro al 100% però tutti quelli che osannano l’Argentina da dieci anni adesso dovrebbero ammettere che è un po’ di tempo che non fanno qualche gradino più in su!

      • LiukMarc ha detto:

        Be scorso Rugby Championship il loro l’hanno fatto alla grande direi. Poi ovvio che con il bacino che hanno (e considerando che la nazionale sono i Jaguares) ogni tanto qualche battuta d’arresto ci sta, è innegabile, e le annate “no” arrivano (basti vedere anche la loro U20 quest’anno).
        Comunque vorrei li avessimo noi i loro problemi 🙂
        Tra l’altro errore mio, non Marler ma Heartley…

      • Ermy ha detto:

        @Liuk, parlando di Brown, io l’avrei portato coi Lions… Halfpenny poteva giocare all’ala per il suo piede, ma Brown altra consistenza in difesa e gioco aereo…

  5. gysie ha detto:

    Interessante post partita sulla BBC. Brian Moore, Ugo Monye e Jeremy Guscott hanno analizzato la partita e specie Brian Moore ha sottolineato come la partecipazione al Super 18 abbia effetti negativi per i test match, come evidenziato nella meta di Danny Care, nata da un in avanti inglese, sul quale gli argentini hanno rilanciato, guadagnando il vantaggio e poi facendo in avanti, punito dalla combinazione Ford – Brown – Care. La voglia di giocare si è ritorta contro.
    PS George Ford in forma stellare nella serie.

  6. frank ha detto:

    Nel Frattempo bella meta del MM scoto, che consegna ai Cardini il 5 posto.

    Ma la Scozia cosa porta?

  7. Hrothepert ha detto:

    Peccato per gli azzurrini. comunque hanno dimostrato di valere quel livello; quel Trussardi fa ben sperare, reattivo, veloce e con le idee chiare, nel secondo tempo è leggermente calato, ma primo tempo e nel complesso ottima performance.

  8. AdG ha detto:

    Azzurri con più qualità complessiva e Gallesi più quadrati e organizzati. Io credo si sconti, in questi frangenti in cui le partite si vincono o si perdono di un punto o due, la scarsa abitudine a giocare questi punteggi soprattutto per i ragazzi dell’Accademia, il cui livello ( serie A) è inadatto, quest’anno, almeno, questi ragazzi avrebbero dovuto giocare , tutti, in Eccellenza.
    In ogni caso 8° posto guadagnato e record per tutti i partecipanti alla spedizione e 7/8 ragazzi di notevoli prospettive.

  9. gysie ha detto:

    Bravi, bravi, bravi i ragazzi. Dopodiché, quando si perde di un punto, inevitabile recriminare sugli episodi, come il calcio alla fine del primo tempo (beh loro si sono divorati una meta fatta a 10′ dalla fine). Per le qualità individuali e di gruppo, mi è parsa una squadra che, alla fine, ha raccolto molto meno di quello che avrebbe potuto.

  10. Hrothepert ha detto:

    Be’, il Tronky, per essere uno che è lì soltanto perché è un ex campione raccomandato, non ha fatto un lavoro proprio malvagio!!!

    • 6nazioni ha detto:

      ma non erano i ragazzi del brunello 98?
      e i trifogli (aboud?)
      orlandi?
      gavazzi con le (*)
      tutti sul carretto del buon risultato.

  11. 6nazioni ha detto:

    spazzolata con interessi rifilata alle rose dagli a.b. tanta roba, fenomenali giocano da DIO.
    Merito hai ragazzi x le 4 mete.
    Una vinta quattro perse, le differenze, nei punteggi, e nel gioco dei ragazzi. Bisogna ringraziare
    gli argentini x l’ottimo 8 posto.
    Ultimo appunto x i GUFI contro gli (a.b.) ooooooooooolllllllllllllllllllllèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè
    i siti di rugby e’ pieno, sono come gli interisti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...