Sei Nazioni femminile: l’Inghilterra batte l’Italia tra fisicità, rolling maul e cartellini (29-15)

inghilterra-italia-femminile-2016

ph. Fotosportit/FIR

Partita molto fisica allo Stoop di Londra. Parte meglio l’Italia, poi le inglesi prendono il sopravvento. L’espulsione di McLean al 63′ arriva tardi per cambiare gli equilibri

Il primo squillo è azzurro e a 4′ c’è la meta di Sofia Stefan. L’Inghilterra ci mette un po’ a riorganizzarsi ma poi è devastante: mete fotocopia lungo l’out sinistro prima e quello destro poi con Wilson e Wilson Hardy tra il 16′ e il 19′. Tra il 27′ e la fine del primo tempo ci sono due mete su maul avanzante di Vicky Fleetwood. Si va al riposo sul 24 a 5.
Il secondo tempo inizia con la terza meta della Fleetwood, sempre su maul. Partita che sembra chiusa ma prima è il nostro capitano Silvia Barattin a marcare una meta, poi le inglesi si complicano la vita da sole prima con l’espulsione di Katy McLean per un placcaggio pericoloso su Sofia Stefan al 63′ e poi con il cartellino giallo a Poppy Cleall quattro minuti dopo.
La meta di Furlan diminuisce il gap sul tabellone, ma è troppo tardi, finisce 29 a 15.

Inghilterra: 15 Sarah McKenna, 14 Amy Wilson Hardy, 13 Emily Scarratt, 12 Rachael Burford, 11 Kay Wilson, 10 Emily Scott, 9 La Toya Mason, 8 Sarah Hunter, 7 Marlie Packer, 6 Alex Matthews, 5 Tamara Taylor, 4 Harriet Millar-Mills, 3 Laura Keates, 2 Vicky Fleetwood, 1 Justine Lucas
Riserve: 16 Amy Cokayne, 17 Rochelle Clark, 18 Sarah Bern, 19 Poppy Cleall, 20 Izzy Noel-Smith, 21 Natasha Hunt, 22 Katy Mclean, 23 Amber Reed
Mete: Wilson (16′), Wilson Hardy (19′), Fleetwood (27′, 32′, 45′)
Conversioni:
Punizioni:

Italia: 15 Manuela Furlan, 14 Sofia Stefan, 13 Michela Sillari, 12 Paola Zangirolami, 11 Maria Magatti, 10 Beatrice Rigoni, 9 Sara Barattin capitano, 8 Elisa Giordano, 7 Isabellla Locatelli, 6 Lucia Cammarano, 5 Alice Trevisan, 4 Elisa Pillotti, 3 Lucia Gai, 2 Melissa Bettoni, 1 Marta Ferrari
Riserve: 16 Elisa Cucchiella, 17 Gaia Giacomoli, 18 Valentina Ruzza, 19 Michela Este, 20 Valeria Fedrighi, 21 Ilaria Arrighetti, 22 Veronica Madia, 23 Elisa Bonaldo
Mete: Stefan (4′), Barattin (57′), Furlan (72′)
Conversioni:
Punizioni:

Annunci

One thought on “Sei Nazioni femminile: l’Inghilterra batte l’Italia tra fisicità, rolling maul e cartellini (29-15)

  1. carpediem

    Brave ragazze!
    mediamente sotto di 10 cm e 15 kg, ma grintose e sempre presenti.
    Barattin sugli scudi e da manuale la ns 2 meta -il calcetto del 15 lungolinea da mostrare ai colleghi maschi!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...