IN avanti popolo! – Biagi, Guidi e le Zebre: beghe che hanno un senso o no?

zebre

“IN avanti popolo!” è una nuova rubrica di questo blog. Trattasi di corsivi piuttosto brevi sul fatto di cronaca più importante della settimana. E stavolta non posso esimermi dal parlare di Zebre. Partiamo.

“…al presidente Pagliarini non sono piaciute alcune osservazioni di George Biagi sul delicato momento societario”. Così la Gazzetta dello Sport di sabato 21 gennaio commenta il cambio di capitano in casa Zebre, con George Biagi – comunque in campo da titolare contro gli Wasps in Champions Cup – che passa la fascia a Carlo Canna.
Settimana complicata a Parma: lunedì la risoluzione consensuale del contratto con l’head coach Gianluca Guidi, l’improvviso cambio di capitano, l’ormai certo addio di Festuccia (tornerà a Londra dopo solo 9 presenze e un totale di 185 minuti giocati nel torneo celtico). Sullo sfondo la totale incertezza sul futuro della franchigia. 
Qualcuno dice che Guidi e la squadra avevano ormai rapporti difficili. Può essere. Quello che è certo però è che fin dalla scorsa estate e in più occasioni il tecnico ha sempre difeso i giocatori contestando anche pubblicamente alcune scelte societarie e se c’è una spaccatura profonda in seno alle Zebre (e diamine se c’è, ma da tempo) è quella tra dirigenti e area tecnica: alla presentazione milanese del derby celtico di Pro12 il Benetton Treviso era al gran completo dal presidente Zatta in giù, per le Zebre c’erano il team manager De Rossi e l’addetto stampa. Stop. Dirigenti assenti. Avranno avuto cose più importanti da fare, probabilmente.

Però facciamo un giochino e formuliamo l’ipotesi: la presenza di Guidi era diventata nociva per i giocatori e si voleva salvaguardare il clima nella squadra. Si trova un accordo e lo si manda via. Bene, la mossa di togliere la fascia da capitano a Biagi in quale strategia si inscrive? Non sono Sun Tzu, ma direi non in quella di tenere unito e sereno lo spogliatoio. Le due cose fanno abbastanza a pugni tra loro. Biagi è un giocatore esperto, stimato da tutti fuori e dentro il campo, persona dotata di grande intelligenza. Uno che se decide di dire in una intervista certe cose è perché ci ha pensato un milione di volte. Si mormora che possa trasferirsi a Treviso in estate. Forse paga pure questo. Forse.
Comunque il presidente Pagliarini, che non ha gradito le parole di Biagi, non più tardi di un paio di settimane fa ha detto nel corso di una conferenza stampa che le Zebre hanno come obiettivo futuro quello di vincere il Guinness PRO12 e che serve un milione di euro per poter terminare la stagione in corso e salvarsi dal tracollo finanziario. Il tutto nell’arco di una manciata di secondi. Ecco.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in In avanti popolo! e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

48 risposte a IN avanti popolo! – Biagi, Guidi e le Zebre: beghe che hanno un senso o no?

  1. frankapizzi ha detto:

    Grande Biagi! È un onore farsi togliere la fascia, in queste condizioni! Chissà come mai l’hanno data allo sbirro che ha appena rinnovato fino al 2019 un contratto che molto probabilmente non sarà onorato fino alla fine dalle Zebre ma dal signor Pantalone. 👏👏👏

    • ginomonza ha detto:

      forse anche quelli di TV sono onorati da pantalone per gran parte.
      Così è se si vuole e se non si vuole così è ancora 😉

  2. AdG ha detto:

    Parlar male delle Zebre é fin troppo facile. Parlar bene di un gruppo di “appassionati parmensi” che hanno giocato al buio tutta la posta in palio senza ottenere alcun risultato ( l’unico sponsor trovato é stato un bancarottiere pavese) credo sia impossibile. La società intesa come struttura cui guardare con costrutto e fiducia non è mai esistita.
    Purtroppo Guidi ha un carattere che l”ha portato in rotta di collisione con alcuni giocatori ed in una situazione di precarietà questo ha pesato.
    Biagi si è esposto perché Guidi non aveva più nulla da spendere.
    Il tema di oggi non credo sia ” chi faccia o meno il capitano, mi sembra un’inezia ma chi si assumerà l’onere della gestione della franchigia ed ho come l’impressione che Osso sará pregato di chiedere a Calvisano di fare qualcosa

    • frank ha detto:

      Chi è responsabile di questa malagestione societaria?

      • AdG ha detto:

        Direttamente di coloro che ne hanno rilevato la gestione, mi pare. Se poi si ritiene che la FIR avrebbe dovuto continuare nella gestione, questa è un’opinione come tante.

      • frank ha detto:

        Quindi secondo te l’affaire Zebre è stato gestito bene dalla FIR dall’inizio fino ad ora?

      • AdG ha detto:

        Dire bene é forse una parola grossa se si valutano i risultati sportivi, diciamo che si può far meglio.

      • frank ha detto:

        Che si possa fare meglio penso anche io. Ma i risultati sportivi passano quasi in seconda piano qua….a fronte di tutto quello che è successo in 4 stagioni scarse.

  3. Maxwell ha detto:

    La franchigia del nordovest si salverà comunque.
    Credo che vada a Brescia.
    Spero di vedere Pagliarini in tribunale.

    • AdG ha detto:

      Purtroppo, nell’Italia dei campanili, tra Brescia e Calvisano ( rugbisticamente parlando) c’è la stessa distanza che esiste tra Padova e Rovigo.

  4. fabiogenova ha detto:

    Credo che questa dirigenza delle Zebre sia alla dirittura di arrivo ben più di Guidi e Biagi. Spero di non vedere la franchigia a Calvisano. Non certo per disprezzo verso quella società che ha lavorato bene da sempre, ma perché a questo punto si avrebbe l’assoluta certezza che anche alle prossime elezioni per il presidente della Fir, si tratterebbe di individuare il luogo dove verrà costruito il prossimo centro federale.

  5. Stefo ha detto:

    Franchigia nata male, sviluppata peggio se possibile ora mi pare si sia all’accanimento terapeutico per tenerla in vita…

    Io non so se ormai i rapporti fossero a pezzi con Guidi o se sia tra giocatori e societa’ la crisi, o entrambe o altro. So pero’ che quanto visto qua a Dublino qualche settimana fa e’ stato uno spettacolo imbarazzante, e non per il risultato per se ma per la prestazione: difficilmente ho visto cosi’ poca voglia di lottare in una squadra, non faccio nomi ma c’erano giocatori che letteralmente camminavano per il campo provandoci ben poco. Cosa inaccettabile da dei professionisti un lato…pero’ dall’altro quanto riportato di stipendi ritardati sistematicamente, coperture mediche non assiucrate ecc fossero vere…beh allorala comprensione per i giocatori c’e’.

  6. malpensante ha detto:

    Primo bando andato deserto, se ve la volete comprare il prossimo scade a metà febbraio: 4,5 milioni a base d’asta e vi portate a casa La Versa 1905 SpA, Se a qualcuno piace, tra un po’ ci saranno superofferte per il Testarossa: in cantina pare ce ne sia un milione di bottiglie. Storia istruttiva, di cavalieri bianchi e spumeggianti, di quanto fosse “sorprendente” la conclusione della triste storia della sventurata zebra alloctona in cerca di un benefattore. Un giro su Google e buona lettura senza che vi tedi. Ah, il bancarottiere è bresciano di provincia, come Gherardi e Manenti, ma è una puntualizzazione, non una polemica. Intanto che la Finanza cercava documenti, in casa della figliola ha trovato pure 7 chili di Maria. Non Santa Maria della Versa, un’altra. A breve, novità zooprofilattiche. Ma probabilmente oltre che alla Pasticceria Battistini (non in centro ma consigliatissima, se siete in zona) sono arrivate anche a Paolo.

    • Mamo ha detto:

      Ecco dove sono andati i danari per prendere Lucchese, in fumo.

      • malpensante ha detto:

        Tu che sei ben introdotto col Presidente, ho un consiglio per la cineteca della commissione arbitri: la partita di Limerick. Ho mandato un telegramma di scuse e una candidatura al Nobel a Paterson, McMenemy, Whitehouse, Pippo, Pluto e Paperino.

      • Mamo ha detto:

        Ciao Mal,
        sarà mia cura coinvolgere il delegato @Mauro, senza con ciò voler bypassare il presidente @Fracasso cui rivolgo un saluto riverente.

      • Jock ha detto:

        In Furno?

  7. Giovanni ha detto:

    Biagi…Guidi…Pagliarini…e De Rossi, Gajan, Cavinato, Casellato, Manghi, Bernabò, Cantoni, Romanini, Amoretti…ormai non hanno più importanza i nomi: questo progetto è fallito, sia dal punto di vista tecnico che economico, da quel dì. Siamo al dead man walking. Anche sentire pronunciare Calvisano, Brescia o Roma, come prossima destinazione, fà sorridere. Cos’è il “Giro d’Italia” del rugby? “Salghino siore e siori, la tradotta ovale è di nuovo in partenza: dopo Viadana e Parma, prossima destinazione XXX…iiin carossaaaa”. Per piacere, un minimo, ma proprio minimo sindacale, di serietà signori mandarini del italico ovale. Sciogliete voi stessi e noi tutti da questo fardello. Coraggio, basta un attimo…e si torna a fare il bene della cosa pubblica.

  8. Mr Ian ha detto:

    Le Zebre sono lo specchio della gestione nazionale del rugby, che aspettarsi di più?!?!? Ora che facciamo, le spostiamo dopo che a Parma sono stati costruiti gli impianti? e dove la portiamo, nel cuore pulsante del rugby italico??
    P.S. Oggi ho avuto la certezza che italiani no buoni pe rugby, roba che neanche i peggiori calciofili…

  9. Rabbidaniel ha detto:

    Direi che c’è poco da commentare, i fatti parlano da soli, e, evidentemente, le Zebre parmensi non esisteranno più la prossima stagione.
    Per quanto riguarda la dirigenza zebrata, magari sono stati sconsiderati, ma chi ha redatto il bando? Chi ha stabilito i criteri di sostenibilità? La “proprietà” delle Zebre ha semplicemente garantito quanto era chiesto sulla carta. Quindi facciamoci due domande e diamoci due risposte.
    Mi chiedo quale sia l’alternativa. Ovvero: esiste qualcuno che possa far fronte, non dico a una privatizzazione vera, ma almeno a un modello Benetton? C’è chi può mettere 2 milioni, a occhio e croce, più strutture, da aggiungere ai 4 federali?

  10. Maxwell ha detto:

    Ultime dal campo :
    Tanta figa !

  11. speartakle ha detto:

    intanto saluto Paolo, scrivevo qui ancora prima di onrugby e mi fa piacere se un blog come questo riprende vita e amplia i luoghi di discussione.

    Riguardo le Zebre credo che siano definitivamente fallite, crearsi un’altra verginità per trovare altri sponsor credo sia quasi impossibile. Non so se sia possibile il trasferimento in altra sede, ma credo che i problemi che di budget che ah la federazione siano il fattore primario da tenere in considerazione, tenere in piedi due franchigie a 4 milioni ciascuna sta diventando troppo oneroso, figuararsi l’accollarsi in toto la gestione delle Zebre.

    O si chiude la baracca e si tiene una sola franchigia o si fa a vanti qualcuno per sostituirle.

  12. Jock ha detto:

    Grazie tante Paolo, scusa il disturbo. Ti avevo scritto un “bentrovato”, il 17 u.s., lo rinnovo, volentieri, adesso.

  13. Jock ha detto:

    E grandi complimenti, a quell’ haker di @Giovanni.

  14. Jock ha detto:

    Bravi i ragazzi zebrati, francamente, difficile fare di più.Il resto era scritto da anni.Il dissesto generale, è dovuto ad altri. Ai soci della srl, Il Gazzettino di lunedì scorso, forse si potrà anche dire che è di parte, ma non ne sono convinto, ci scrive gente che ne capisce, metteva in fila tutta la serie degli insuccessi FIR. Tutti conosciuti, ma leggerli uno dietro l’ altro, fa un pò impressione. Speriamo si trovi il modo di raddrizzare la seconda franchigia, anche se non ha spazio per stare in piedi, pensate che fino a poco, l’ istituzione parlava di “terza franchigia”. Speriamo tanto in Conor, Mike e nei nuovi ragazzi, che sono molti più di una volta, e più bravi.

    • frank ha detto:

      Jock il vate ne ha parlato giusto giusti in campagna elettorale….per poi lasciar cadere di nuovo il tema nell’oblio. Mi fa pena.

      • Jock ha detto:

        @Frank, fratello, cosa vuoi che ti scriva? Hai ragione, del tutto, per poi farci scoprire un gran casino nei conti e che i soldi che mancano. Passata la festa, gabbato lu santu.

      • frank ha detto:

        esatto. eppure i soliti (ig)noti difendono l’operato federale a verga tratta. che fare?

  15. Giovanni ha detto:

    Comunque, i Wasps che sono a Parma e che vanno a cenare da McDonald’s non si possono vedere! Di gran lunga il peggio del weekend rugbystico…

    • Jock ha detto:

      Chiedere a Treviso, in ordine agli inglesi al Mac Donald. Anche al PR del Comune di Leicester, ho scritto.

    • frank ha detto:

      Ragazzi l’anglossassone medio (ribadisco medio) non capisce un cazzo in termini di 1) buon caffè 2) buon cibo 3) un minimo di gusto nel vestire

      Che pretendete da 23 bistecconi inglesi?

  16. AdG ha detto:

    Ieri pomeriggio ottima prestazione delle Zebre. Wasp tenuti sotto scacco per tutto il primo tempo e partita combattuta fino alla fine. Cinque touche rubate e tutte le proprie vinte. Il tutto con Palazzani all’ala, che essendo un giocatore col cervello rugbistico in ordine, qualcosa combina sempre, ma non è di certo un ala. Si è vista una squadra ben allenata che ha praticato un ottima difesa ( la quale non si inventa dalla sera alla mattina) e i gli “arrieres” che finalmente hanno giocato con costrutto Bellini, Baker, Grieff ottimi.
    Del resto Jimenez non è un catapultato dell’ultimo momento è colui che in questi anni di difficoltà ha garantito la sopravvivenza tecnica di questi giocatori.
    Guidi, che dire, se ieri hanno giocato “per” Lui deve essere orgoglioso se hanno giocato “contro” di Lui un po’ meno.
    Io credo che se corrispondesse al vero che La Rochelle e Ulster hanno manifestato interesse per Lui dovrebbe prendere al volo questa occasione anche andando a fare il secondo dei secondi tornare in Eccellenza equivarrebbe a interrompere la crescita.

    • AdG ha detto:

      Un’osservazione sul fatto se sia meglio o peggio giocare la Champions o la Challenge. Ieri a Parma non si è vista questa differenza e poi, da un anno con l’altro, le squadre cambiano consistenza tecnica con estrema facilità. Basti pensare al Racing , l’hanno scorso in finale e quest’anno in fondo alla classifica. Credo che al momento non ci possa riguardare un gran che questo tema.

    • LiukMarc ha detto:

      Davvero Ulster e La Rochelle sarebbero interessate? Be complimenti, io concordo, fossi in lui andrei di corsa (specie a Belfast, ma qui sono di parte).

  17. Mr Ian ha detto:

    Ufficiale Festuccia che torna ai Wasps, giustamente quando invece di sfruttare il know-how del giocatore, si preferisce tenerlo ai margini…ottima scelta, mi auguro che la tua carriera possa proseguire in Inghilterra anche quando deciderai di appendere le scarpette al chiodo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...