Guinness Pro12: le Zebre iniziano a giocare tardi, i Blues si impongono 30-24

A Cardiff al 26′ il risultato dice 20 a 0 per i padroni di casa. I bianconeri si scuotono e giocano alla pari con i gallesi fino all’ultimo minuto ma il gap scavato è troppo profondo e non riescono a recuperare. Tra una settimana si chiude la stagione con il derby con il Benetton Treviso

L’uno-due i Blues lo piazzano poco dopo la metà del primo tempo quando tra il 22′ e il 24′ marcano due mete prima con Ancombe e poi con Summerhill, però i padroni di casa un po’ di fieno in cascina lo avevano messo anche prima con due piazzati dello stesso Anscombe. Un parziale di 20-0 che indirizza inevitabilmente la gara ma le Zebre provano a reagire: al 27′ Canna mette tra i pali una punizione che regala anche il vantaggio numerico in campo ai bianconeri perché l’ex Aironi Nick Williams si prende un cartellino giallo per un placcaggio pericoloso. La squadra italiana ci prova ma non riesce a sfondare la retroguardia gallese e quando entra in area di meta come Canna al 37′ viene tenuto alto. Si va al riposo sul 23 a 3.

La prima parte del secondo tempo è tutta di colore bianconero. Le Zebre premono, vanno vicino alla marcatura con Ruzza e poi trovano una meritata meta tecnica. Partita riaperta? No, perché i gallesi rispondono subito con Tomos Williams, pochi minuti dopo è Mbandà a schiacciare la palla oltre la linea bianca. A stroncare sogno sogno di rimonta arriva al 66′ l’espulsione di Chistolini. Le Zebre spingono ancora fino alla fine, trovano al 79′ un’altra meta con ma la partita non cambia padrone: 30-24.

Cardiff Blues: 15 Rhun Williams, 14 Alex Cuthbert, 13 Rey Lee-Lo, 12 Willis Halaholo, 11 Aled Summerhill, 10 Gareth Anscombe, 9 Tomos Williams, 8 Nick Williams, 7 Ellis Jenkins (c), 6 Josh Navidi, 5 Macauley Cook, 4 Jarrad Hoeata, 3 Taufa’ao Filise, 2 Kristian Dacey, 1 Rhys Gill
Riserve: 16 Kirby Myhill, 17 Corey Domachowski, 18 Scott Andrews, 19 James Down, 20 Sion Bennett, 21 Lloyd Williams, 22 Steve Shingler, 23 Matthew Morgan
Mete: Anscombe (22′), Summerhill (24′), Tomos Williams (58′)
Conversioni: Anscombe (23′, 25′, 59′)
Punizioni: Anscombe (12′, 16′)

Zebre: 15 Edoardo Padovani, 14 Kayle Van Zyl, 13 Giulio Bisegni, 12 Tommaso Castello (c), 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna, 9 Marcello Violi, 8 Derick Minnie, 7 Jacopo Sarto, 6 Maxime Mbandà, 5 Federico Ruzza, 4 Gideon Koegelenberg, 3 Pietro Ceccarelli, 2 Oliviero Fabiani, 1 Andrea Lovotti
Riserve: 16 Tommaso D’Apice, 17 Guillermo Roan, 18 Dario Chistolini, 19 Joshua Furno, 20 Andries Van Schalkwyk, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Kurt Baker, 23 Matteo Pratichetti
Mete: penalty try (55′), Mbandà (61′), Van Schalkwyk (79′)
Conversioni: Canna (56′, 62′), Palazzani (80′)
Punizioni: Carlo Canna (27′)

Annunci

3 thoughts on “Guinness Pro12: le Zebre iniziano a giocare tardi, i Blues si impongono 30-24

  1. carpediem

    Padovami mi piace un sacco, ma per la seconda volta in un 2vs 1 si mangia una meta già fatta.
    comunque mi sono divertito

  2. Pingback: Il sabato ovale: Treviso aspetta il Munster, l’Eccellenza si gioca gli ultimi 80 minuti | Il Grillotalpa – Dentro il Pianeta Rugby

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...