Masi agli Wasps, le Zebre cascano dall’albero tra stupore e amarezza

dall’ufficio stampa Zebre Rugby

Le Zebre, appreso della scelta del giocatore Andrea Masi di sottoscrivere un contratto per la stagione sportiva a venire con il club inglese dei London Wasps, esprimono stupore ed amarezza per l’inaspettata decisione dell’atleta.

Le Zebre precisano che la trattativa con il giocatore era stata considerata favorevolmente conclusa, ed il giocatore era atteso al raduno di Parma in data 9 luglio.

Le Zebre non possono dunque che prendere atto della decisione assunta da Masi, ma devono altresì disapprovarne il comportamento, non conforme ad un atleta di lunga militanza internazionale.

La Società augura al giocatore di proseguire con successo la propria straordinaria carriera nel campionato inglese.

Annunci

43 thoughts on “Masi agli Wasps, le Zebre cascano dall’albero tra stupore e amarezza

  1. ale

    Ahahahahha che ridere, loro hanno fatto lo stesso scherzetto con Bergamasco e Festuccia e mo si offendono? ahahahaha ma dai!
    Che significa trattativa conclusa, avete firmato un contratto o no? Se è andato ai Wasp direi di no quindi conclusa un par de ciufole!!

      1. fast rider

        la firma non c’è mai stata e la pseudo trattativa è stata tutt’altro che amichevole

    1. gian

      appunto, aveva firmato qualcosa o no? se no, come sembra, al max potevano dire di avere dei contatti o un interessamento dell’atleta, non certo un accordo! dilettanti

  2. Le Zebre sono il dilettantismo della FIR fatta società sportiva.

    Tu prendi un giocatore come Masi, con una carriera come la sua (e dal loro comunicato si evince che alle Zebre conoscono la caratura del giocatore), che ha detto in pubblico ai giornalisti che da te non ci vuole venire e annunci al mondo che giocherà da te quando non hai la sua firma su un contratto?

    In altri sport sia le persone delle società che i giocatori dicono ai giornalisti che nemmeno si conoscono, le voci girano, ma loro manco sanno che faccia ha l’altra parte. Poi alla fine il contratto è firmato e viene dato l’annuncio. Forse questo è l’altro estremo, ma almeno ti eviti figuracce tremende e comunicati di questo genere.

  3. Asr

    Allora ricapitolando,Manghi e soci si sono affrettati a dire ormai quasi 2 mesi fa che era difficile fare una squadra competitiva così tardi.Da allora pero’ gli altri club che vivono con le stesse tempistiche, hanno facilmente tolto alle Zebre: Dapice,Romano,Staibano,Furno,Biagi,Masi,Williams, Favaro.Hanno incassato dei no da giocatori dell’eccellenza che Aironi aveva contattato e ottenuto un facile accordo.Era tardi? No ma pur di non rimanere con dei manigoldi incapaci se ne vanno via a tutti i costi.A proposito Bortolami Perugini e Ongaro sono rimasti, vero……………..

  4. nessuno

    E il rispetto pari a zero aspettatevelo in campo quando fino a natale prenderete na media di 50 punti a partita con le squadre che arriveranno in italia con le riserve delle riserve….preparare una squadra non vuol dire distruggerne una e farne un’altra in 15 gg….gli aironi erano pronti finalmente al terzo anno di pro12 con rispettevole qualità egregiamente preparata da Philips e invece voi avete distrutto tutto e tutti…

    1. Il Barone

      Gli aironi erano una squadraccia…
      Una squadra che faceva pena… Per di più giocava in un posto non all’altezza delle altre squdra di Celtic…
      Per lo meno le Zebre giocheranno a Parma… Che non è Milano o Roma per carità…
      Ma non un buco in mezzo ai campi come Viadana…

      Su da bravi…

      1. mezeena10

        barone detta cosi è un po “cruda” la tua affermazione, ma totalmente condivisibile. e la ragione del fattaccio aironi, oltre ai problemi economici, è proprio quella!

  5. Sottovoce

    Beh adesso calma con il dire che il terzo anno, per gli Aironi, era l’anno del riscatto. Ti ricordo che 80 punti li avete presi non più tardi di 6 mesi fa, quindi almeno sul piano dei risultati, dovete stare zitti per un bel po.
    Che di incapaci a livello societario anche a Viadana non scherzano..

    1. nessuno

      Primo non ho detto che il terzo anno era l’anno del riscatto. Il riscatto è un’altra cosa.
      Secondo io non tifo e non tifo aironi
      Ho detto che ci eravamo arrivati pian pianino ai livelli del pro12.
      Non ho parlato e non ho detto della competenza manageriale degli aironi e ho rispetto per il loro operato.
      80 punti capitano anche all’irlanda contro new zealand (60-0) quindi pertanto non guardiamo le singole partite. Bisogna guardarle le partite non guardare i risultati.
      Il lavoro e la base tecnica c’era bisognava affinare l’uno contro uno….se guardi il risultato caro mio….

      1. Sottovoce

        vedi, io ho visto sia i risultati, sia le patite. Un miglioramento c’è stato senza dubbio (impossibile fare peggio), ma da questo a dire che si era raggiunto il livello del Pro12 non lo trovo corretto.
        Il Pro12 è un campionato lungo e duro e per essere di livello, devi giocartela sempre. Non giocartela per le 5 partite alla fine, perchè ci sono squadre specie quelle più quotate che fanno grossi turn-over contro le piccole per poter gestire la lunga stagione, e a volte gli va male, ma lo mettono in conto.
        E’ capitato anche a Treviso di vincere alcune partite per questo motivo, ma lì sono ben consci che devono lavorare molto per essere all’altezza del Pro12.

    2. Mark XV

      Nelle ultime partite della stagione gli Aironi avevano espresso quantomeno un idea di gioco, e per buona parte della partita riuscivano a giocarsela con avversari di valore superiore. Treviso da Febbraio-Marzo non è che abbia fatto meglio degli Aironi.

    3. Asr

      Sottovoce o sotto soglia,mentale intendo. Aironi ha subito cose dal primo anno che tu non sai di certo,ma la avrebbero fatto cose egregio,per cui non dare giudizi……

      1. Sottovoce

        si si, anche mio nonno se avesse avuto le ruote sarebbe stato un carro.
        E poi non offendere, specie se non sai nemmeno scrivere in italiano. Ignorante!

  6. mistral

    …e questo sarebbe il tanto decantato mondo “professionistico” del rugby italiano… opzoni, preliminari, compromessi sono terminologie estranee al buon senso dei dirigenti della massima serie?…auguri a masi, ed una risposta a chi (tempo fa) lamentava la possibile “disoccupazione” degli ex-aironi… nel rugby, come nella vita reale, rimane disoccupato solo chi non ci ha voglia di faticà!

  7. Rabbidaniel

    Come fai a inserire un giocatore nella rosa ufficiale se non ha firmato? C’è da considerare anche che Masi aveva detto al Grillotalpa che non sarebbe andato agli Equidi, e ciò in tempi non sospetti. Quanta incompenteza in questi Dondi’s Federals…

    1. hull

      come mai non ci sei voluto andare?!?! non posso dunque che prendere atto della decisione da te assunta, ma devo altresì disapprovar il tuo comportamento, non conforme ad un atleta della tua caratura!!! Cattivaccio!

      1. Picco

        Beh, sai… metti che cambio idea e le zebre mi augurano di “proseguire con successo la mia straordinaria carriera”?
        No, no! Ho già abbastanza sfiga di mio…

  8. FabioSettanni

    Una vampata di ottimisti.
    Vi ricordo che in campo ci scenderenno dei ragazzi che con ste magagne non hanno nulla a che spartire. Che ci metteranno (si spera) l’anima e il cuore, coltivando sogni e speranze. Metà delle quali verrano (probabilmente) frantumate nel giro di 2 mesi…..a loro và il mio rispetto e il mio supporto da tifoso.

    1. Picco

      Ok, ma se questi ragazzi avessero potuto scegliere il loro destino?
      Potendo veramente scegliere sarebbero zebre? Oppure sarebbero leoni, tigri o vespe?
      A loro più che il mio rispetto va la mia comprensione!

      1. FabioSettanni

        Chi puó dirlo? Io no di sicuro. Rimane il fatto che questa è parte della nostra “meglio gioventù” rugbistica…..DOBBIAMO sostenerli. Nel senso che ne abbiamo il dovere.

  9. ciccio

    una trattativa non si può dire favorevolemnte conclusa se non c’è una firma…sembra l’ora del dilettante. e ti pare poi che dopo un anno trscorso in una franchigia destinata a prendere anche 80 punti, dei giocatori di livello internazionale e altri destinati a diventarlo possano credere in un progetto nato l’altro ieri chiamato Zebre?!?!?!?!? se fossi uno di loro fuggirei all’estero come il buon Masi
    se poi mi dite che non se ne sono andati via tutti citando tra i nomi che son rimasti Onagaro e Perugini….mio nonno ha 93 anni,giocava seconda linea…magari possono chiamare anche lui..l’età è quella

    1. hull

      Veramente Ongaro si e’ ritirato dal rugby giocato, ma Perugini e’ ancora un giocatore validissimo, dipende pero’ da dove e quanto lo utilizzi (come tutti, d’altra parte).
      Non capisco il tuo atteggiamento.

  10. Pingback: Zebre e London Wasps, la versione di Masi | IL GRILLOTALPA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...