Bologna, è battaglia di accuse per il “no” all’Italrugby

Alessandro Mossini per Il Corriere di Bologna

E una vera e propria guerra quella che si è scatenata dopo il rifiuto del Bologna a concedere il Dall’Ara per Italia-Australia di rugby, in programma per il 24 novembre. Tutto cominciò a marzo quando la FIR, la Federazione Italiana Rugby, mise in calendario il test match degli azzurri contro i Wallabies — in preparazione al Sei Nazioni 2013 che inizierà a febbraio — proprio nell’impianto bolognese, rendendolo
un paio di mesi dopo anche un’occasione benefica, visto che parte dell’incasso sarebbe
stato devoluto ai terremotati emiliani. Poi il no del Bologna e niente Italrugby al
Dall’Ara, come successe già nel 2010 per il test match contro il Sudafrica quando Firenze sopravanzò Bologna.
Il primo ad esprimere la sua rabbia è stato Francesco Paolini, presidente del Bologna
Rugby 1928 che già nel 2010 tentò di portare gli azzurri in città, attaccando Albano Guaraldi: «Non si è comportato da presidente di una società sportiva ma ha pensato solo al suo tornaconto e non all’interesse della città. Era una grande occasione
turistica e commerciale, ma lui non ci guadagnava nulla quindi non ha voluto dare
il proprio contributo alla città».
La scelta del Bologna è piaciuta poco anche a Palazzo d’Accursio, come evidenziano
le parole dell’assessore allo sport Luca Rizzo Nervo: «La posizione del Bologna, pur argomentata, ci lascia con l’amaro in bocca perché priva la città di una grande occasione promozionale: il grande rugby a Bologna manca dalla fine degli anni ’90». Esattamente dal 20 dicembre 1997, quando al Dall’Ara l’Italia batté l’Irlanda,
conquistando l’ammissione all’allora Cinque Nazioni. Per l’occasione la Lega Calcio si
era detta pronta al rinvio di una o due partite per permettere al Bologna di rimettere a posto il campo ma Guaraldi spiega: «Non c’è nessuna preclusione da parte del Bologna verso una disciplina affascinante come il rugby e non c’entrano questioni di tornaconto: Paolini rivolge a me e al Bologna accuse surreali. Gli agronomi che abbiamo interpellato ci hanno spiegato che il danno al manto erboso del Dall’Ara non sarebbe risanabile in due settimane, tornando alla normalità solo in primavera. Non è un caso che la convenzione col Comune escluda il rugby dagli sport praticabili sul nostro campo. Sono ragioni oggettive e, credo, condivisibili». (…)

Annunci

13 thoughts on “Bologna, è battaglia di accuse per il “no” all’Italrugby

  1. ciccio

    Che dire, è la solita arroganza e ignoranza di uno sport che non riesce a vergognarsi di tutti gli scandali che lo attraversano e fa ridere i polli per il manto erboso.

  2. Filippo

    ma per favore non dite minchiate…anche senza rugby vedo poi come vi lamentate in primis del terreno di gioco quando perdete le partite soprattutto in casa…A RIDICOLIIIIIIIIIII!!!!

  3. vince

    Che faccia di bronzo che ha Guaraldi!!! Si deve solo vergognare: a Roma all’olimpico hanno giocato con la neve e non si è lamentato nessuno, anzi! Il rugby porta soldi alla città che lo ospita e a quanto pare a Guaraldi di Bologna non gliene frega nulla!

  4. Marco

    è LO STESSO DISCORSO CHE HA FATTO IL PRESIDENTE DI UNA REALTA’ CALCISTICA DELLE MIA ZONA ! SONO PROPRIO DEI BIGOTTI ! LUNGA VITA AL RUGBY. UNO SPORT CHE RESISTE E CONTINUERA’ A CRESCERE!

  5. Gianni Zanasi

    Io di commenti ne ho fatti per primo ed in ogni occasione e non voglio essere l’ultimo, mi spiace solo di dover constatare da bolognese-bolognese che il presidente di una grande squadra sportiva di Bologna, si sia comportato in maniera così lontana dallo spirito sportivo. Probabilmente a lui lo sport, la città e gli affari nei quali non ci può mettere mano non interessano. Ognuno ha il diritto di pensarla come vuole, ma io, lo rispetterei di più se avesse detto: Il rugby non mi interessa e non metto in difficoltà il mio campo, finchè sarò io il presidente! Non credo sig. Guaraldi che avrà molta fortuna nello sport se si comporta da egoista, lo sport è un’altra cosa.

    1. lorenzaccio

      Levatemi una piccola curiosità: CHI E’ IL PROPRIETARIO DEL DALL’ARA? Credo che rispondendo a questa domanda si risponda a molti quesiti… O NO?

  6. Paolo82

    Praticamente secondo gli agronomi interpellati in un campo (di calcio o di rugby) si puó giocare solo una partita ogni due settimane… Mi sembra che in tanti altri stadi non sia così…

  7. PedemontanaRugby

    Penoso cialtrone. Secondo lui dopo una partita di rugby il campo ci impiega sei mesi per tornare normale. E sui campi dove il rugby lo giocano ogni quindici giorni crescono forse le patate?

    1. Filippo

      io non mi stanchero mai di dirlo..pensate al Liberty Stadium di Swansie dove gioca la squadra locale di calcio in Premier League e gli Ospreys in Pro12…ma allora mi sorge una domanda…Che in Galles gli agronomi siano degli incompetenti con la i maiuscola???

  8. Lucio

    Bologna ha perso una grande occasione, l’Australia e L’Italia avrebbero attirato a Bologna moltissimi tifosi… A questo signore non importa ninente della sua città e nemmeno di contribuire ad aiutare i suoi corregionali colpiti dal terremoto… Non aggiungo altro!

  9. Tiziano

    Bei tempi di quando abitavo a Bologna ed i presidenti si chiamavano Dall’Ara o Venturi! Questi sono proprio dei cialtroni che credono di mascherare le loro meschinerie da 4 soldi con delle perizie di agronomi che non convincono nessuno. Ma che a Firenze c’è una Università di cretini? Mi rincresce solo di vedere una città completamente allo sbando, sia dei cittadini che delle istituzioni. Ai miei tempi non succedeva, tanto è vero che ci portammo gli All Blacks e fu un pienone!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...