Perché Rovigo appoggia Treviso: le verità del presidente Zambelli

Andra Nalio, Il resto del Carlino – Rovigo

(…) Presidente Zambelli; tutto il Veneto unito in sostegno di Amerino Zatta per la presidenza Fir. Una svolta storica.
«È vero, una circostanza più unica che rara».
Come è maturata tale decisione da parte dei club?
«Dopo un nostro incontro, c’è stata una convergenza di obiettivi ed intenzioni. Non c’era motivo per non sostenere la sua candidatura»
Uno presa di posizione netta per Rovigo, considerato uno storico club filo-federale.
«Non è stata una scelta difficile. Con il ritiro di Dondi e la professionalità dimostrata da Zatta, ben supportata anche dall’esperienza di Vittorio Munari».
Mai, in passato, le società venete si sono dimostrate così unite per un obiettivo.
«Il motivo è apparso da subito semplice e chiaro a tutti. Dinanzi ad un nuovo corso abbiamo ritenuto fosse meglio puntare ad un’espressione veneta, rappresentata
da persone preparate ed affidabili, che tenesse conto delle realtà venete e della storia delle rispettive società, del lavoro sull’attività giovanile ed anche delle prospettive
future». (…)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cose d'Italia, Federazione. Contrassegna il permalink.

11 risposte a Perché Rovigo appoggia Treviso: le verità del presidente Zambelli

  1. nessuno ha detto:

    Finalmente si è capito che non si deve zappare sempre e solo il proprio orticello ma sedersi periodicamente a un tavolo chiamato BENE COMUNE….ringrazio fin d’ora le persone che dietro le quinte hanno spinto affinchè questo primo passo sia giunto…GRAZIE… se uniamo le forze vedrete che sistema avremo…alla faccia di chi pensa che servono i soldi per essere grandi..

  2. David ha detto:

    …si ma si vocifera che Rovigo abbia beneficiato in lungo ed in largo dei favori della federazione … e comunque noi come piccola società del Veneto non vogliamo essere schiacciati dagli interessi delle società venete di vertice !

    iniziamo male …lettera firmata SOLO dalle società maggiori … doveva essere aperta a TUTTE le società previo accordi … eleggetevelo da soli in caso Zatta !

    • Parmigiano ha detto:

      Si dai così aspetta aspetta per le elezioni del 2016 arriverà il sostegno unitario…. Secondo me è un ottimo passo avanti, poi queste società hanno a sua volta collaborazioni con società minori dei singoli territori, non sarà difficile arrivare ad una posizione unitaria…. dato per assodato che nessuno accetti i regalini o le promesse di dondi per dare il voto a Gavazzi vero? Sapete che i posti in consiglio sono solo 10? Come si farà ad eleggere tutti quelli a cui è stato promesso qualcosa? A parma già 2 persone si dicono sicuri del posto in consiglio, poi metti che si candida dondi saranno 3 su 10, i conti non tornano

  3. gian ha detto:

    anche a me puzza che alcune motivazione siano state elegantemente non messe in luce da questa intervista
    @david credo, e sottolineo credo, che la firma da parte delle sole società di eccellenza, neppure quelle di A o B e sai che ce ne sono moltissime, volesse solo dare dimostrazione che le realtà più rappresentative sono in completo accordo, non penso fosse per creare un’oligarchia. non so da che società tu provenga e collabori o giochi, ma non credo che finora questa amministrazione ti abbia portato grandi vantaggi e magari, poi potrò anche sbagliare, in un secondo tempo zatta, o chi per esso, verrà a parlare anche con voi. combattere un progetto solo perchè non ti hanno consultato, e come te moltissimi altri anche per l’impossibilità di farlo con tutti, mi pare quella sì, un’enorme stupidaggine, prima di fare l’orgoglioso, pensa al bene del movimento!

  4. nessuno ha detto:

    Giusto, mica Zatta poteva andare a suonare il campanello di tutte le società sparse nel veneto? bisogna anche comprendere che era impensabile e poi raga con tempi cosi ristretti…il fatto che uno dica che si deve riaprire un TAVOLO COMUNE significa che c’è propensione aperta alla CRESCITA….dei non ci perdiamo sulle stupidaggini…non voglio creare polemiche ma scusa DAVID.

  5. David ha detto:

    quì non si tratta di “suonare il campanello” …ma Treviso cerca solo quando ha bisogno (vedi questione franchigia) e poi ? se ci deve essere un candidato unico del Veneto si facciano dei programmi e s’interpellino anche le società minori e chi sviluppa il minirugby …e poi m’inquieta leggere l’intervista ad Amerino che dice di voler riconsegnare la licenza della Pro12 in caso d’elezione … quì a Treviso è un anno che gira la voce che i benetton lasceranno anche a breve il rugby …non vorrei che questa candidatura del Treviso con i voti dei club veneti poi si riduca a trovare un nuovo finanziatore quando benetton mollerà … sono timori …

    • gian ha detto:

      se i benetton mollano a maggior ragione sarà il caso che il veneto trovi insieme una soluzione per rimanere ai vertici, perchè di soldini per fare una squadra pro a gestione esclusivamente privata, non li ha più nessuno, che manchi un programma organico che leghi le squadre top alle realtà più piccole, magari a chi pensa solo al minirugby, è indubbio, ma è il sistema attuale che non lo prevede o non lo spinge, forse è il momento di cambiarlo e zatta ed amore attualmente sono l’unica alternativa, non certo gavazzi che è alfiere dello status quo

  6. nessuno ha detto:

    Hai ragione Gian, e qua chiudo il discorso:
    Primo La Benetton con i soldi suoi fanno quello che vogliono.
    Secondo. Se creeranno una franchigia federale veneta con l’appoggio attivo di giocatori preparati seriamente ripeto seriamente con un programma strutturato dall’ eccellenza no? fa tanto schifo? mi chiedo se fa schifo….
    Terzo. Si penserà anche al minirugby mica si interesserà della franchigia e basta, quando uno dice che si riformerà strutturalmente il sistema basilare dello sport cosa significa? prima di essere titubanti ascoltiamo le parole..poi se non lo farà è un altro paio di maniche…perchè david è venuto dondi a spiegarti come allenare o gestire il minirugby? ma dai….non siamo precipitosi…

  7. mezeena10 ha detto:

    non capisco perchè ci si ostina ancora con sta lagna dei benetton che mollano..ma se proprio tutti i diretti interessati hanno gia smentito, che volete di piu? e come detto e ripetuto a iosa per mollare basket e volley non son stati la a fare giri di parole..che siano stufi di buttare soldi per un mondo che sentono meno loro come spiegato da munari, è un sacrosanto diritto, ma il nome benetton farà sempre parte del rugby italiano (direttamente o indirettamente)

  8. PedemontanaRugby ha detto:

    David, raccontaci anche il resto. Sei di Treviso ma quando scrivi di Treviso intendi Il Rugby Treviso, quindi possiamo far conto che stai di casa dall’altra parte della strada, e magari ti viene un pò di acidità quando guardi verso Monigo. Fammi capire se la candidatura di Zatta, che sembra starti poco simpatico, in contrapposizione al candidato simildondi che dice di voler continuare l’attuale gestione mafiosa e parassitaria, rappresenta un rischio rispetto ai benefici incamerati finora per effetto delle deleghe date al presidente del CIV. Scrivi che Treviso cerca solo quando ha bisogno, però così fanno anche gli altri e non ti scandalizza per niente. Qui stiamo parlando di elezioni federali, e il candidato che stà di fronte a Zatta è un personaggio che, per i trascorsi che ha, se avesse anche solo un minimo di decoro non avrebbe mai dovuto concorrere. Un tipo così non vorrei mai averlo dietro le spalle, e non gli presterei 10 euro neanche morto. Capisco che ci sia qualcuno disposto ad accettare che le risorse finanziarie della federazione vengano utilizzate per ingrassare la dirigenza e mantenere la corte dei miracoli di lecchini, ruffiani e paraculi che bazzica attorno a Dondi e compagnia briscola, pur di accaparrarsi qualche briciola, ma questo non è un bene per il movimento. Magari c’è qualche società che ha in quota un consigliere federale, e per questo ha avuto il suo tornaconto e non vuole rinunciarvi, ed anche questo non è un bene. Sono anni che leggo nei forum una moltitudine di commenti di gente che dice che il rugby di base fa schifo, che i campionati fanno schifo, che le rappresentative nazionali fanno schifo, e adesso che si presenta una candidatura in discontinuità, anzichè valutare se è un’opportunità ci si lamenta perchè hanno chiesto solo a Padova, Rovigo, Mogliano e San Donà e agli altri no. L’invito è a guardarsi bene il didietro per controllare che la coda di paglia sia sempre al suo posto.

  9. pammy ha detto:

    …considerate le capacità della proprietà medievale di rovigo… ci mancava anche che si tirassero indietro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...