Tutti con Rebecca, nella sua partita più difficile

Torni da qualche giorno di ponte, giusto un paio in realtà, e ti ritrovi con una notizia così. Boh, a me passa la voglia di fare qualunque cosa…  Ad ogni modo, queste sono le ultime sulle condizioni di salute di Rebecca Braglia, noi oggi pomeriggio ci riaggiorniamo con le convocazioni azzurre per i test-match di giugno in Giappone.
Il comunicato dell’Amatori Parma:

La società Amatori Parma Rugby relativamente allo stato di salute della propria tesserata, Rebecca Braglia, ricoverata in prognosi riservata all’ospedale Bufalini di Cesena, dopo un fortuito scontro di gioco avvenuto nel corso di una gara di Coppa Italia comunica che allo stato, per quanto comunicato dai sanitari, le condizioni mediche della ragazza rimangono gravi seppur stabili. La società Amatori Parma Rugby ringrazia, anche a nome della famiglia, il Presidente Federale Alfredo Gavazzi, la responsabile tecnica femminile FIR Maria Cristina Tonna ed il Consigliere Regionale Lucio Bini che oggi si sono recati a far visita la giocatrice. La società Amatori Parma Rugby ringrazia altresì tutte le squadre e gli appassionati che in questi giorni, anche per mezzo dei socials, stanno dimostrando solidarietà per quanto accaduto alla giovane Rebecca.

Ieri mattina il padre della 18enne, Giuliano Braglia, ha scritto su facebook parole che lasciano davvero poco alla speranza: “Oramai la Medicina ha esaurito le munizioni, la Fede no. Pregate per Rebecca”.

Annunci

11 risposte a "Tutti con Rebecca, nella sua partita più difficile"

  1. Ginger

    Non ci sono parole. Penso ai miei figli e provo ad immaginare il dolore dei genitori ma capisco che è impossibile, è sicuramente troppo grande quello che stanno passando.

  2. Andrease

    Ho letto sul televideo quello che non avrei mai voluto leggere. Il tuo papà ha scritto “ora gioca in cielo”, io non ho parole solo un muto dolore infinito.
    Riposa in pace Rebecca.

  3. Gysie

    A volte la vita è davvero ingiusta oltre ogni immaginazione. Povera Rebecca, poveri i suoi genitori e poveri tutti quelli coinvolti in questa tragedia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.