Tre stranieri per Viadana: due sudafricani e un pilone inglese

dall’ufficio stampa del Viadana Rugby

Il Rugby Viadana è lieto di annunciare altre tre pedine di grande spessore da inserire nel roster. Tre atleti che vanno ad aumentare centimetri e chilogrammi al pack giallonero.

Ruehan Van Jaarsveld: Seconda linea dotato di grande fisicità. Alto 205 centimetri per 118 chilogrammi, è un atleta sudafricano potente ed aggressivo nei punti d’incontro e di grande efficacia nelle fasi statiche. Già a suo agio nel campionato italiano nel quale si è messo in luce con la maglia della Polisportiva Lazio Rugby. Van Jaarsveld è nato a Springs il 4-3-1985.

Jack Gilding: pilone inglese di 24 anni con in dote un curriculum importante. Nato a Plymouth il 10-3-1988 ha alle spalle due stagioni in Premiership con la maglia del Worcester Warriors ed altre due in Celtic League con l’Edinburgh Rugby con cui ha totalizzato 17 presenze. E’ un pilone destro efficace e potente di 123 kg per 183 cm.

Adriaan Fondse: Seconda linea nato a Pretoria (SAF) il 9-6-1983. Atleta di grande spessore con un passato nell’U.21 Springboks ed oltre 30 presenze in Super Rugby. Alto 197 cm per 118 kg, proviene da un’esperienza inglese con la formazione del Newcastle, mentre in precedenza aveva vestito le prestigiose maglie dei Bulls e degli Stormers.   

Annunci

31 thoughts on “Tre stranieri per Viadana: due sudafricani e un pilone inglese

  1. Fiorenzo

    soprattutto in economia , tutti giovani e italiani !!! La sorpresa sarà Pippo Santi, ne riparliamo più avanti …

  2. Mau

    Secondo me Abou Souare. Certo molti dovranno adattarsi al livello fisico dell’Eccellenza rispetto all’U20, ma mi sembra che molte squadre saranno più o meno nelle stesse condizioni.

  3. Matteo

    ma viadana sa che non giocherà quest’ anno in celtic? Per il livello dell’eccellenza stà prendendo giocatori molto forti

  4. nessuno

    Cara FIR….vedi come chi ama il rugby rialza la testa e non cede mai??? avete distrutto un’organico e annientato una città…chi ama questo sport non molla mai in tutti gli ambiti, anche nella vita…non ce l’hai fatta…viadana il prossimo anno andrà ai play off con un tecnico che ha fatto il coach al grand slam nel 2008 e tu cara FIR invece di approfittarne di avere super tecnici a casa tua cosa fai? ti fai lo staff tuo con allenatori che non hanno neanche vinto il torneo delle bocce…aspettando metà settembre…uno che non tifa viadana…

      1. nessuno

        Si perchè Gajan lo ha voluto Brunel a tutti i costi (secondo me se non lo mettevano se ne andava) o la ci andava de marigny mi sa…uno che ha percorso la gavetta in moltissime panchine dell’emisfero sud…

      2. Stefo

        Sicuro che fosse head coach e non assistende di Noves che e’ l’head coach del Toulouse da ormai 20 anni?

      3. malpensante

        Fidarsi delle referenze federali…..a contar palle siamo campioni del mondo, anzi, vice campioni dopo i francesi disoccupati.

      4. And

        Noves è al Tolosa dal 1989 e Gajan ha vinto come “allenatore” (wikipedia italiana) il campionato a Tolosa nel 2001, qualcosa nn torna. Cmq ha vinto anche a Castres (European Shield e Coppa di Francia) e Treviso (1 campionato) + 2 titoli da giocatore a Tolosa

      5. malpensante

        Guy Noves è a Tolosa consecutivamente dal ’93, più un anno nell’89. Ha vinto, se non sbaglio,10 campionati e 4 HC. Nel frattempo, per un anno, e dico uno, Gajan è stato in staff. Poi c’è chi se le beve, ma soprattutto chi le scrive in comunicati ufficiali.

    1. hull

      Troncon a petanque (bocce francesi) e’ forte… e voi sempre pronti ad infangare tutto e tutti… non vi fermate neanche davanti alle bocciofile!…

    2. gsp

      @nessuno, io personalmente non la vedo tutta questa differenza di curriculum tra lo staff aironi e quello di quest’anno. per quanto un po’ insolita nel panorama europeo, spero la scelta di brunel di volere gajan funzioni e si ottengano i risultati. anzi mi sembra leggermente piu’ preparato questo, e cmq sarebbe stato lo staff anche degli Aironi2. poi, come sempre, sara’ il campo a giudicare.

      ammiro viadana e la forza con la quale s’e’ rimessa in corsa. le spalle e l’indotto non erano larghi abbastanza per fare la celtic, ma lo saranno per l’eccellenza. ed adesso saranno liberi di fare e giocare come gli pare, senza interferenze della FIR. bravi ragazzi, avanti cosi’. sara’ una bella eccellenza.

      1. malpensante

        Come arrampicata sugli specchi non è male, ma a massimo c’era il triumvirato: Philipe Rouge-Thomas, dal 2000 al 2010, storico secondo di Guy.

      2. Stefo

        Riposto, non avevo visto questo post And: dopo una ricerca piu’ approfondita -non wikipedia che non e’ proprio una fonte affidabile al 100% anzi- svelato l’arcano…Gajan era “head coach” ma con la “balia”…Noves era coaching supervisor…in poche parole a comandare era sempre Noves come da 20 anni a questa parte…

        http://www.espnscrum.com/scrum/rugby/story/31744.html

      3. Stefo

        Comunque And lasciando perdere Wikipedia che ha validita’ quasi pari allo zero Servat ed ellisalde sono allenatore avanti e 3/4 e Noves e’ lhead coach…possono dargli un nome diverso ma il ruolo e’ quello come direi che avere un head coach ed un coaching supervisor significa che Noves era quello che decideva e comandava.

  5. Fabio

    Spiace non poter vedere più gente del calibro di O’Gara (anche se il C.L.non c’è mai stato) Sexton e compagnia bella, però ho l’impressione che quest’anno ci si divertirà molto.
    Squadra frizzante, e concordo con nessuno: grande occasione persa dalla FIR.
    E comunque: MAI MULAR!
    Uno che tifa Viadana, da 100 km di distanza.

      1. Fabio

        Ho TV a poco più di un’ora e mezza, il Munster (di cui sono tifoso) lo vedrò là, per ora mi fa ancora troppo male aver vaporizzato gli Aironi. Mi accontenterò dell’Eccellenza, anche perchè in questi ultimi 3 anni (ho visto anche la parte finale della stagione pre-C.L.) a Viadana ho trovato un’ambiente eccezionale: fino al 2005 ho un passato fatto da 25 anni di abbonamento al calcio.

      2. gsp

        @fabio, sei tra quelli fortunati, hai anche l’imbarazzo della scelta. La vicenda Aironi ha fatto male a tutti, e siamo finiti in guerra civili per una vicenda che si doveva risolvere mesi prima e con molti meno casini. ma tan’t’e…

      3. yuri

        tant’è un par di p…e…scusami èèèhhh
        se idealmente si ritiene che venga commessa una porcata e una ingiustizia…. bisogna combatterla (nei modi leciti, legali e naturalmente civilmente) e non accettare tutto ciò che ci viene propinato.
        Sono convinto che la vicenda aironi non sia finita così e che tutti quelli che credevano in questo progetto ed erano innamorati dell’ambiente che si era creato, non tarderanno a farsi sentire….. ne vedremo delle belle

  6. Pierino

    Vedo che non tralasci i particolari,essendo un uomo frustrato caro GSP ,e continui a dire la questione Aironi doveva finire prima. Vai un poco di più in palestra,leggi meno manuali di marketing e comunicazione, fa out ing come Thomas , e alla fine va a anche definitivamente a quel paesello ,quello da dove provieni……….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...