Stavolta è vero: la FIR renderà noto l’ultimo suo bilancio

Una decisione storica, passata sotto silenzio. Pare però che la FIR renderà pubblico solo l’ultimo bilancio disponibile, non quelli degli anni precedenti. Personalmente, per quello che conta, non concordo.
Ivan Malfatto per Il Gazzettino

Fra le decisioni prese a Parma dall’ultimo consiglio federale dell’era “Giancarlo Dondi presidente”, ce n’è una che la Fir non ha ritenuto di menzionare nel comunicato emesso sabato. Ma che Luigi Torretti, uno dei sei consiglieri veneti in seno al parlamento del rugby,
non esita a definire «storica». «È la decisione, finalmente, di pubblicare il bilancio consuntivo annuale della Fir con le modalità e i tempi indicati dal Coni -spiega Torretti – Il Coni stesso l’ha disposto nel nuovo statuto federale nei giorni scorsi. Il punto, su mia indicazione, faceva comunque già parte dell’ordine del giorno e a Parma è stato recepito. Speriamo ora che il Coni approvi in tempi rapidi il bilancio 2011 per metterlo a disposizione delle società prima delle elezioni, fissate dal consiglio il 15 settembre a Roma,
I fautori della trasparenza dei bilanci, che da anni incalzavano sul tema, possono gioire. In testa il presidente del Cus Padova Roberto Zanovello. Il quale dopo la pubblicazione del nuovo statuto sul sito Fir (12 luglio) ha posto con un lettera tre pepati quesiti, com’è nel suo stile. Quanti giorni, ore e minuti dovremo aspettare perchè bilancio 2011 e relazioni illustrative siano trasmesse agli affiliati sul sito? Saranno inseriti anche i tre bilanci precedenti del quadriennio? Saranno fatti conoscere anche i bilanci delle società strumentali Fir, come afferma lo statuto, ad esempio delle Zebre?
Domande alle quali Torretti aggiunge un auspicio nella stessa direzione. «Bisognerà trovare
la modalità per pubblicare un documento comprensibile a tutti, non una mera lista di numeri. Per leggere i criteri di gestione federali sarebbe importante e innovativo costruire un bilancio che comunichi gli obiettivi, ciò che si vuole fare, consentendo un’analisi costi-benefici dei singoli punti. Ad esempio: quanto abbiamo investito nelle Accademie è pari al ritorno, ai risultati ottenuti? Se sì bene, se no troviamo dei correttivi».
Il bilancio di cui si parla si aggira oggi sui 37 milioni di euro annui. «E le risorse aumenteranno – prosegue Torretti – Ad esempio con i 10 milioni di euro previsti per l’Italia dall’utile del Mondiale 2015, annunciati dallo stesso Dondi. In tal senso sarebbe importante studiare intorno alla Nazionale, principale fonte di introiti, un progetto di marketing con ricaduta su club e movimento, dai quali la Nazionale stessa si alimenta».
Proprio per lavorare a favore del movimento Torretti si ricandiderà nel prossimo
quadriennio (ma con soli sette posti da consigliere sarà dura).
Che elezioni saranno? «Dondi in questi 16 anni è stato un personaggio politico di spessore come pochi. Ha portato la Fir a vertici internazionali impensabili, lo riconosce lo stesso Coni. La sua mancata candidatura ha rotto gli equilibri e i rapporti personali consolidati nel tempo. Sarà un campagna nuova, molto più basata sulla progettualità. Quella proposta da Amerino Zatta (in lizza per la presidenza con Alfredo Gavazzi e Gianni Amore, ndr)
trova il mio interesse»

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cose d'Italia, Federazione. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Stavolta è vero: la FIR renderà noto l’ultimo suo bilancio

  1. Gsp ha detto:

    Di certo non ci sara’ il bilancio delle zebre quest’anno. Perche’ nel 2011 non c’erano. E l’anno prossimo ci sara’ solo il bilancio delle zebre fino a fine 2012.

  2. Odla ha detto:

    perforza glielo impone il coni

  3. Ivan ha detto:

    Vorrei sapere ,quali sono gli strumenti che questi candidati utilizzano per raccogliere le opinioni, e non possiamo negare, il malcontento che esiste nel “popolo” del rugby? Sappiamo che gli elettori sono all’interno dei club, ma credete siano sufficienti per riflettere ciò che pensano coloro che, anche se non hanno il privilegio di eleggere qualcuno comunque ne fanno parte o perchè hanno un figlio che gioca oppure da semplici tifosi e magari anche piccoli sponsor ecc ecc. Per fortuna ci sono i forum !!A me sembra che buona parte, e non tutti,dei dirigenti che sono nei club siano occupati più che a divulgare e a gestire un una opinione condivisa di questo sport pensano ad altro. Ho letto con interesse l’articolo , aggiungerei il fatto che sarebbe interessante oltre ai bilanci ,che mi stupisce non siano stati resi pubblici anche prima, che questi candidati oltre ai numeri esprimessero qualche loro idea anche su temi specifici, che non sono solo sapere se è merito di Dondi o di un altro se siamo andati a fare il 6 nazioni ,ma perchè questo rispecchiava un progetto di politica sportiva. Ad esempio come pensano di portare più persone negli stadi che non siano solo i parenti dei giocatori , come pensano di aumentare la base degli iscritti a partire dal minirugby , che idea hanno della formazione dei giocatori e delle accademie e della gestione dei campionati e perchè questo progetto può diventare un progetto di vita futuro per un ragazzo ,e tante altre cose. L’impressione è che tutto sembra piuttosto chiuso e monopolizzato e se si vuole far parte di una crescita anche culturale dello sport del rugby ci facciano arrivare le loro opinioni

  4. Fabio ha detto:

    Concordo con Ivan: tutto il movimento, per crescere, ha bisogno di programmazione e di visibiltà, tanta visibilità, soprattutto in un momento in cui il calcio (che mi rifiuto di chiamare sport, per lo meno non quello della serie A) vive un momento di crisi anche dei tifosi, mentre molti dirigenti (Dondi e codazzo in primis) sembra vogliano tenere il rugby come uno sport di nicchia, pensando solo al proprio potere (sport nazionale, quello del culoattaccatoallapoltrona) e facendo dichiarazioni di circostanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...