Consiglio Federale: il nuovo presidente FIR il 15 settembre, Eccellenza a 12 squadre, Guidi all’U20 e Tonga a Brescia

Nessuna sorpresa da Parma. Come vi avevo anticipato ieri, nessuna comunicazione sui diritti tv, ma notizie dovrebbero arrivare presto: SportItalia dovrebbe avere il Pro12 e La7 trasmettere i test-match di novembre.

dall’ufficio stampa FIR

Si è tenuta ieri sera a Parma la riunione del Consiglio Federale della Federazione Italiana Rugby presieduto da Giancarlo Dondi. Di seguito le decisioni assunte dall’assise:

Assemblea Ordinaria Elettiva

Il Consiglio Federale ha definito la data e la sede dell’assemblea ordinaria elettiva, che si terrà sabato 15 settembre a Roma.


Cariparma Test Match Italia v Tonga

Il Consiglio ha ufficializzato che il Cariparma Test Match Italia v Tonga del 10 novembre si disputerà allo Stadio “Mario Rigamonti” di Brescia. Gli altri due appuntamenti della finestra IRB di novembre vedranno l’Italia affrontare la Nuova Zelanda Campione del Mondo il 17 novembre allo Stadio Olimpico di Roma e l’Australia il 24 novembre allo Stadio “Artemio Franchi” di Firenze.


Campionati Nazionali 2012/13

Il Consiglio ha esaminato le richieste d’iscrizione ai Campionati nazionali 2012/13. E’ stato deliberato che il Campionato Italiano d’Eccellenza 2012/13 si disputi con dodici squadre, con il reintegro della Società Rugby Viadana ed il ripescaggio della Società Fiamme Oro Rugby, finalista del Campionato Italiano di Serie A 2011/12.

Le dodici squadre iscritte al Campionato Italiano d’Eccellenza 2012/13 sono le seguenti:

Cammi Calvisano (Campione d’Italia 2011/12)

Estra I Cavalieri Prato

Marchiol Mogliano

Vea Femi-CZ Rovigo

Petrarca Padova

Mantovani Lazio

Rugby Reggio

L’Aquila Rugby

Crociati Parma

Rugby Viadana

Orved San Donà (Campione d’Italia Serie A 2011/12)

Fiamme Oro Roma

Il Campionato d’Eccellenza 2012/13 manterrà invariata la formula del girone all’italiana con partite di andata e ritorno e semifinali in doppia gara per le prime quattro classificate al termine della stagione regolare, mentre la finale che assegnerà il titolo di Campione d’Italia 2012/13 si disputerà in gara unica in casa della squadra meglio classificata in regular season.

Retrocederà nella Serie A 2013/14 la formazione ultima classificata al termine della stagione regolare.

Il planning aggiornato del Campionato Italiano d’Eccellenza 2012/13 è allegato al presente comunicato stampa.

Conseguentemente all’iscrizione della Società Fiamme Oro Rugby nel massimo campionato, sono stati disposti dal Consiglio i seguenti ripescaggi in base all’articolo 19 del Regolamento Sportivo:

Società Roccia Rubano dal Girone 2 al Girone 1 della Serie A

Cesin Cus Torino dal Girone 1 della Serie B al Girone 2 della Serie A

Bassa Bresciana dalla Serie C al Girone 1 della Serie B


Staff tecnici Squadre Nazionali 2012/13

Il Consiglio ha ufficializzato i responsabili tecnici delle Squadre Nazionali per la stagione 2012/13:

Italia Emergenti – Andrea Sgorlon/Roland De Marigny

Italia U20 – Gianluca Guidi (responsabile)/Luca Bot (assistente)

Italia U18 – Fabio Roselli

Italia U17 – Massimo Brunello (responsabile)/Paolo Grassi (assistente)


 

Staff tecnici Accademie Federali 2012/13

Sono stati infine definiti gli staff tecnici delle Accademie federali, che opereranno sotto il coordinamento di Carlo Orlandi, nominato dal Consiglio Federale nuovo Coordinatore dell’Alto Livello Giovanile:

Accademia Nazionale U19 di Tirrenia “Ivan Francescato” – Luca Bot, Roland De Marigny

Accademia Zonale U18 di Parma – Philippe Doussy, Stefano Romagnoli

Accademia Zonale U18 di Mogliano Veneto – Massimo Brunello, Andrea Sgorlon

Accademia Zonale U18 di Roma “Lorenzo Sebastiani” – Paolo Grassi, Fabio Roselli

Annunci

37 thoughts on “Consiglio Federale: il nuovo presidente FIR il 15 settembre, Eccellenza a 12 squadre, Guidi all’U20 e Tonga a Brescia

  1. aristofane

    E’ incredibile, gli allenatori delle varie nazionali li assegnano a rotazione! Chissà quando gli verrà la brillante idea di lasciare il campo a maggese, magari abbandonato a se stesso dà più frutti!

  2. Gabriele

    IL piacenza e non le fiamme oro devono fare l eccelenza.
    Soldi dei contribuenti e piu tempo per alennarsi.
    E io sono Veneto ma il piacenza MERITAVA per il gran lavoro fatto .
    Forza ZATTA

    1. zip

      Le Fiamme Oro hanno perso la finale promozione e meritano di andare in Eccellenza. Se poi bisogna pensare ai meriti allora non si finisce più di parlare, sono chiacchiere, ci sono regole e queste vanno seguite..

  3. nessuno

    Mandato a casa green, uno che ha fatto VERAMENTE l’allenatore e ha un CURRICULUM oltre ad essere stato un ottimo giocatore..rimpiazzato anzi sorpassato da De marigny a cui hanno affidato addirittura la emergenti…adesso cari contestatori che tempo fa mi avevate contestato perchè parlavo di RACCOMANDAZIONI adesso venite fuori e commentatemi queste scelte!

    1. gsp

      @nessuno, nessuno penso sia stato in disaccordo quando hai parlato di raccomandazioni riferite ad allenatori.

      Su Green pienamente daccordo. sono state esaudite le richieste di quelli che chiedevano le di dimissioni del direttore delle accademia.

    2. hull

      Mi e’ dispiaciuto per Green per molti motivi, ma effettivamente la sua U20 ha giocato male al campionato del mondo,nonostante investimenti (accademia) mai visti prima.
      Pero’ Green era stato giubilato prima del mondiale…

      1. Gsp

        @hull, apprezzo molto la tua onesta intellettuale. Molti chiedevano la testa del Direttore delle accademie ogni 2 giorni. Poi e’ stato esonerato green ed hanno cambiato idea. Come dici tu, ‘decidetevi’.

        Aggiungo, io avrei dato fiducia a green perche’ al 6n avevo visto cose interessanti e perche’ ci vuole tempo per vedere risultati.

        Poi non s’e’ mai capito se e’ stato brunel a voler cambiare rotta. O meglio, green e la fIR hanno dato questa versione, e brunel non mi sembra abbia mai smentito.

  4. Matteo

    Nonmi ezprimo sugli allenatori ma sinceramente le fiamme oro così cone sono non devono esistere lasciamo perdere il lavoro meritevole con i giovani ma se i poliziotti vogliono fare una squadra la fanno di dopo lavoristi ministro bondi dove guarda? E poi mi chiedono di pagare un punto in più di iva? Per chi? Per cosa per pagare una squadra di eccellenza che non deve fare i conti economici come le altre socetà?non mi piace tifare contro ma se le fiamme retrocedono faccio festa. E poi quante squadre retrocederanno?lungimiranza 0 non si vede più in la del naso, e poi è così brutto un canpiinato dispari? Le celtiche e il super rugby lo facevano e lo fanno quindi perchè promuovere d’ufficio una squadra?

  5. Gabriele

    Concordo la qualità di Tony Grenn non è in vendita.
    E’ stato un gran giocatore ed è un uomo appassionato del suo lavoro e nel Veneto lo sanno tutti.
    Come allenatore non si discute .
    Se la qualità di partenza non è molto alta non si va da nessuna parte.

    Ci sono alenattori che ho visto confermati o spostati su altre nazionali che non gli possono stare vicino.

    Lui è un Grande.

    1. hull

      Io sono il primo estimatore di Green, ma guardiamo alla cosa con la mente aperta: la U20 di Green (pur con tutti gli investimenti sull’accademia) ha parso praticamente sempre ed e’ stata retrocessa dalla Coppa del Mondo di categoria (giocando male). Risultati perfettamente in linea con i suoi predecessori “raccomandati”, se non peggio (a volte alla Coppa del Mondo U20 ci siamo salvati per il rotto della cuffia).

      Se mi tiri fuori il fatto che e’ tutta colpa della qualita’ di partenza era bassa e non era possibile fare di meglio, allora bisogna anche giustificare le schiere di allenatori federali “raccomandati” (a detta di tutti) che hanno per anni e anni ottenuto su per giu’ gli stessi risultati (e la stessa mancanza di gioco).
      Tra l’altro mai come quest’anno sono stati fatti investimenti (enormi) sull’Accademia e li si era messi a giocare insieme con continuita’ nel campionato di A1 (dove si sono classificati nella parte bassa del tabellone, per cui non dirmi che in Eccellenza avrebbero imparato di piu’: avrebbero preso 80-100 punti a partita, cosa che non insegna niente a nessuno).

      Quello che mi ha piu’ contrariato e’ stato il fatto che Green era stato estromesso gia’ prima della Coppa del Mondo di categoria. Se fosse successo dopo e assieme agli altri tecnici che hanno fallito i risultati sul campo, lo avrei capito (e accettato) molto piu’ facilmente.

  6. albe

    non sarebbe + giusto assegnare i ruoli STAFF dopo le elezioni, magari al futuro presidente e al nuovo staff non piacciono… magari hanno persone meno famose ma + brave…
    Che scemo dimenticavo che danno i ruoli adesso x prendersi + voti alle elezioni…
    Grande Fir non cresceremo mai… siamo i soliti provincialotti!!!!

  7. dingo

    sono contento che philippe vada a parma .éuna persona seria che lavora duramente sicuramente le cose a parma miglireranno

  8. Matteo

    Mi correggo c’è scritto che retrocederà solo l’ultima ma se da tutte le squadre di eccellenza viene dato il monito che a 12 squadre la stagione risulterebbe gravosa dal punto di cista economico perchè non farne retrocedere 3? Non capiscoe poi a giugno dell’ anno prossimo saremmo ancora quì a parlare dalle stesse cose

  9. luigi

    Fiamme Oro in eccellenza? Non c’era bisogno di aspettare la delibera federale, già si sapeva da parecchi mesi (vedi Bergamasco e Festuccia). Poi c’è stata la variante impazzita che non hanno vinto il campionato sul campo, ma tutto era già stato deciso e a quel punto………..grazie Viadana hai risolto il problema. Io nei panni dei dirigenti delle FFOO, dopo tutte le polemiche scaturite per il mancato arrivo di Bergamasco/Festuccia, del sicuro ripescaggio non per meriti sportici e per la stostanziale differenza d’introiti economici tra una società di rugby e loro, avrei rinunciato all’eccellenza. Sicuramente la prossima stagione dimostreranno di meritare di stare nel massimo campionato però le vittorie si devono conquistare sul campo.

    1. gsp

      @luigi, i meriti delle FFOO sono stati dimostrati sul campo. è normlissimo che si ripeschi la perdente della finale.

      1. luigi

        Quello che tu dici è verissimo, infatti ho detto che il prossimo anno le FFOO sicuramente dimostreranno di meritare l’eccellenza. Però ricordo che da metà aprile in poi si parlava già con insistenza dell’arrivo dei due nazionali senza che nessuno smentisse queste voci. Sicuramente le FFOO hanno fatto “i conti senza l’oste”, pensando di vincere il campionato agevolmente visto come stava andando nella fase regolare, poi è arrivato il San Donà che ha “rotto le uova nel paniere”. A quel punto ha dovuto rincorrere una situazione che stava sfuggendo dal proprio controllo, alla fine è arrivato il Viadana ed ha risolto il tutto. Io non ho nulla contro le FFOO, anzi sono strafelice che una seconda squadra del Lazio sia in eccellenza, però permettimi di dire che per me la storia è stata gestita male soprattutto dai diretti interessati. Io sono sempre stato per la parità dei diritti e dei doveri da parte di tutti, non mi piacciono i “favoritismi”.

      2. gsp

        @luigi, daccordo però se ci pensi è proprio ad aprile che si è saputo che agli aironi avrebbero ritirato la licenza. insomma, in questa situazione non c’è stato alcun favoritismo. le FFOO erano prime in regular season, hanno fatto la finale, l’eccellenza a 12 era molto probabile. che fai non ti prepari? di festuccia e mauro si parlava perchè hanno fatto il concorso quindi si sapeva.

        c’è stata e c’è molta opposizione ideologica alla FFOO. ideologica, nel senso che molti dicono che una squadra dello stato non può fare l’eccellenzae che è concorrenza sleale (però in momenti di crisi che senso ha allontanare ulteriori investitori?). io non ci vedo niente di male, ma il dibattitto è quello ed è un dibattitto che ci può stare. è indipendente da risultati ed atteggiamenti della squadra.

  10. spisier

    Voci di manovre e tentativi di esclusione di Viadana ! Si puo’ , per odio personale , cercare di cancellare una realta’ comunque importante e un bacino di amanti del rugby cosi’ consistente come Viadana ? Ma il rugby non era “diverso” ??

    1. hull

      Non so da dove vengano queste voci, ma se si vuole escludere Viadana allora bisogna escludere le FFOO (promosse per avere un numero pari di squadre).
      Visto che le FFOO sono considerate da tutti i forumisti “esparti” una squadra protetta dalla FIR e il Viadana una squadra odiata dalla FIR, non ci capisco piu’ niente perche’ i loro destini per quest’anno sono legati a filo doppio…. decidetevi!

    1. hull

      Gli Emergenti doveva allenarli Casellato a detta dei giornalisti… e tu ti sei fidato ciecamente dei giornalisti???…

      1. Odla

        ciao non è perchè mi fido in toto, ma perchè sembrava una cosa scontata e invece nessun commento e nessuna spiegazione. molto comodo lanciare la notizia e poi ignorarla come se nulla fosse un minimo di spiegazione mi sembrava dovuto

  11. IVAN

    A proposito dei tecnici federali, se fosse per il merito dovrebbero fare tutti le valigie e migliorare la loro formazione ,se vogliono continuare a fare questo mestiere. Potevo capire la coppia Ghini e Romaglnoli ,fallimentari a Parma,ma riproporre Romagnoli con Doussy non capisco cosa c’entri ,sono due visioni completamente diverse. Occorrerebbe affiancare a Doussy un tecnico nuovo e capace .E’ possibile che sono sempre gli stessi riciclati ad essere presentati?

  12. corrado

    grazie @Dingo ma mi sorge un dubbio: e delle squadre che hanno perso gli spareggi per rimanere in A che ne facciamo ?
    forse il valore di una squadra che perde lo spareggio di retrocessione è considerato minore di quello di una squadra che perde onorevolmente lo spareggio di promozione ???
    che strana regola …..

  13. IVAN

    E’ possibile che non abbiamo in Italia altri nomi nuovi da proporre nelle accademie che i soliti noti? ‘ Sarebbe opportuno, per dare chiuso questo ciclo, rinnovare completamente gli incarichi tecnici federali ,dato i risultati negativi che questi signori ci hanno fornito sulla formazione dei giocatori. Magari sortire delle accoppiate migliori di tecnici, di quella fatta ad esempio a Parma ,che mi sembrano due modi di interpretare il rugby completamente diversi. La formazione nelle accademie deve essere data a tecnici capaci che sanno interpretare un vero cambiamento nel gioco ,nella metodologia di allenamento e sopratutto nel non disperdere le buone potenzialità dei giocatori che si trovano in mano . Tutto questo in attesa di un progetto nuovo di formazione dell’alto livello

  14. Scusate ma perchè affidare la 18 a una sola persona? Per quanto possa essere qualificato Roselli non penso che possa gestire sia la mischia che i trequarti da solo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...