Elezioni FIR: l’accetta delle opinioni e delle voci su un quadro complesso

Tagliare le cose con l’accetta è facile e giornalisticamente efficace. Lo facciamo spesso noi scribacchini, sottoscritto compreso. Parlo ovviamente della campagna elettorale per la presidenza FIR. Esempio: dire che il Veneto è con Zatta e la Lombardia o la Toscana con Gavazzi. Rende l’idea, il messaggio arriva subito a chi legge ma si rischia di non cogliere bene il quadro d’insieme con tutte le sfumature, che magari fanno la differenza. Oppure c’è chi mette nel suo mirino solo quelle sfumature, rendendole più grandi o “pesanti” di quello che sono.
Prendiamo il Veneto: si dice il Veneto è con Amerino Zatta. Poi si legge che nella provincia X la società Y non voterà per lui e allora in tanti si affrettano a dire che il “Veneto è disunito”, ma sarebbe più corretto sostenere che anche gli altri candidati possono godere di qualche spazio al sole. Quanto ampio? Impossibile dirlo. Io non so cosa l’attuale presidente del Benetton Treviso si aspetti dalla sua regione, ma direi che se il Veneto votasse con percentuali altissime anche se non da plebiscito bulgaro per un solo candidato, beh, sarebbe un grande politicamente pesantissimo visto che da quelle parti per molti anni lo sport principale è stato quello di mettere in difficoltà il proprio vicino. Come dicono a Livorno? Meglio un morto in casa che un pisano all’uscio…
Ecco, la Toscana. Si dice che la Toscana è compatta con Gavazzi. Probabilissimo. Poi bastano due telefonate per sapere che il fronte ha più di una crepa, che tutti non sono d’accordo e che anche gli altri candidati (Zatta e Gianni Amore) hanno ben più di uno spazio di manovra. Questo significa che la Toscana nella sua maggioranza si esprimerà per un candidato diverso da Alfredo Gavazzi? No – anche se lo potremo dire con certezza solo a metà settembre – ma le percentuali potrebbero essere diverse da quelle che si prefigurano oggi.
O la Lombardia. Il mantra è: la Lombardia è con Gavazzi, memori di quello che è successo quattro anni fa. Poi un osservatore più attento si potrebbe accorgere che le volte che Gianni Amore è venuto in questa regione (io scrivo da Milano) ha sempre trovato orecchie attente pronte ad ascoltarlo. Ieri sera Zatta a Bergamo ha raccolto tantissime società: gran parte del milanese, della Brianza e ovviamente della provincia orobica, dando corpo a tutte quelle voci che vogliono una Lombardia tutt’altro che monolitica e con le società di quelle aree geografiche molto ben disposte verso il candidato trevigiano. Come leggere tutto questo? Difficilissimo dirlo a luglio, ma si può pensare che forse Gavazzi in Lombardia avrà una maggioranza molto meno ampia di quanto non dice la “vulgata popolare”. Zatta può contare su diversi voti e anche Amore potrà dire la sua.
Insomma l’accetta è utilissima, ma poi sono coltelli e coltellini a dare un forma e un senso al quadro generale. E – a naso – quello che potrebbe uscirne non è poi così scontato.

Annunci

9 thoughts on “Elezioni FIR: l’accetta delle opinioni e delle voci su un quadro complesso

  1. pepe carvalho

    Paolo mi piace il tuo commento e aggiugerei che con il sistema elettorale a eletti rappresentanti (mi pare sia così) la materia diventa ancora più complicata.
    per capirci (correggimi se sbaglio) oggi vengono elette delle parsone cha rappresentano pezzi di territorio e poi questi eleggono chi poi materialmente eleggerà il presidente e il consiglio direttivo.

  2. gian

    il problema mi risultano essere le deleghe (se sbaglio qualcuno mi corregga e mi spieghi meglio, sarò lietissimo di capirci di più), cioè se uno rappresenta 100 voti, che questi gli siano dati con 99 favorevoli alla sua linea e 1 contrario, piuttosto che 51 a 49, sempre 100 voti muove verso l’uno o l’altro…….non è un problema da poco

    1. gian

      quindi, in teoria, non serve che il 100% del veneto, ma questo discorso vale per tutti e tutte le regioni, sia per Zatta, basta il 50%+1 e porta a casa la regione e se fa così con lombardia e piemonte, diventa presidente anche se nel resto d’italia vale lo 0%, quindi le fratture all’interno delle regioni mi sembrano secondarie quando il grosso appoggia l’uno o l’altro

      1. Rabbidaniel

        Dipende sempre da chi è deputato a raccogliere le deleghe in una certa regione ecc. Ha ragione Paolo, i giochi non sono così chiusi e così chiari, ma io un’idea sull’esito delle elezioni me la sono già fatta.

  3. bibo

    non capisco ma io la delega la rilascio a chi voita il candidato che mi rappresenta. se in veneto i rappresentanti di zatta vanno a prendere le deleghe è ovvio che voteranno per zatta se passa a raccoglierle la fazione di gavazzi o amorre chi rilascia la delega lo fa conscio di quello che sta facendo. ipotizzare che ci siano soggetti che rilascino deleghe con il libero arbitrio del delegato è pura follia! il sistema di votazione è semplice ogni società ha diritto di voto o lo esercita direttamente o lo fa attraverso una delega. il vero problema è che non c’è limite alle delghe che un singolo soggetto può ricevere, questo per le società. per giocatori ed atleti, invece se non sbaglio ogni delegato non può avere più di 5 deleghe! quindi non è che si fanno le primarie in veneto e se vince zatta tutti i voti sono suoi!

    1. gian

      bene, ma salvan a rovigo porta voti all’uno o all’altro pur avendo gente che gli ha votato contro, e non ci sono distinguo nella sua preferenza, o sbaglio. non stò facendo polemica, stò cercando di capire bene

  4. hull

    “l’accetta è utilissima, ma poi sono coltelli e coltellini a dare un forma e un senso al quadro generale”…. e non dimentichiamo nemmeno ceselli e bisturi….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...