Gli Aironi allargano le ali e diffidano la FIR: ufficiale il ricorso per restare in Pro12

Nessuna ricandidatura per il Pro12, ma la diffida alla FIR di dar seguito al bando e conseguente ricorso alla giustizia sportiva. Lo ha deciso il consiglio d’amministrazione degli Aironi

dall’ufficio stampa Aironi

Con riferimento alla deliberazione assunta dalla FIR in data 6 aprile u.s., con cui la medesima FIR ha ritenuto di revocare la designazione degli Aironi quale franchigia partecipante alla Celtic League, la Società Aironi comunica quanto segue.

Gli Aironi hanno deciso di contestare il provvedimento federale nelle competenti sedi giudiziarie, onde ottenerne l’annullamento con ogni statuizione conseguente anche in tema risarcitorio. Ciò anche allo scopo di tutelare i rilevanti investimenti fatti da tutti i soggetti, pubblici e privati, per supportare un’iniziativa sportiva che è stata accolta dal territorio e dal pubblico con grande entusiasmo, passione e partecipazione, ribadendo l’impegno di sostenere questa esperienza quanto meno sino alla stagione 2013-2014.

Nel merito, si osserva che la Federazione, con il provvedimento adottato, non ha tenuto nel minimo conto la articolata situazione di fatto esposta a più riprese dagli Aironi, limitandosi, senza sostanzialmente darne giustificazione, a ritenere che fosse venuta meno la affidabilità economica degli Aironi. Trattasi di affermazione contraria alla realtà, che si confida verrà smentita in sede giudiziaria, quando occhi obiettivi e non di parte esamineranno la vicenda.

Convinti come sono del loro buon diritto a continuare a partecipare alla Celtic League in conformità agli impegni contrattuali assunti, gli Aironi precisano che non presenteranno una nuova candidatura per la prossima stagione e diffideranno la FIR dal dare seguito alla manifestata volontà di indire un nuovo bando per la candidatura di una nuova franchigia.

Gli Aironi rivendicano con forza il loro diritto a partecipare alla Celtic League, quanto meno sino alla stagione 2013-2014; ringraziano particolarmente la Regione Lombardia, il Comune di Viadana, la Provincia di Mantova,  le Autorità, gli Sponsor, i Sostenitori e gli innumerevoli tifosi  per il grandissimo sostegno sino ad oggi manifestato anche in questa vicenda, che si confida si risolverà nel modo migliore.

18 risposte a "Gli Aironi allargano le ali e diffidano la FIR: ufficiale il ricorso per restare in Pro12"

  1. axel

    Molto italiano, molto calcistico…..alla fine la FIR dovrà pagare i debiti degli Aironi che tireranno a campare un’altra stagione…..sigh sigh…

    1. malpensante

      per niente calcistico e poco itagliano con la g. Forse è la volta buona che vediamo i conti della FIR, quelli veri e non del monopoli. Per esempio quanto e a chi per l’advertising, quanto per le accademie, quanto per il personale.

      1. GIB

        Non capisco perchè, almeno in questo caso, si debbano vedere i conti della FIR…Sono i conti degli Aironi in discussione, facciano vedere quelli, visto che tutti si riempiono la bocca di…trasparenza e come hanno speso i soldi pubblici…Siamo sempre alla storiella del bue che dava del cornuto all’asino!!!

      2. malpensante

        Vai alla camera di commercio e guardi il bilancio degli Aironi. Vai alla FIR e guardi il bilancio degli Aironi e Treviso. Con i soldi messi dalla FIR e quelli dei privati. Ah, già, qualcuno qui ha detto che la FIR fa bene a tener segreto il proprio, perfino in barba al CONI. Boccaloni o Trote? O un ibrido?

  2. giorgione

    Melegari voleva tenere in vita gli Aironi – una società che ha gestito malamente, se ha milioni di debiti – sfruttando i soldi di tutto un movimento. ora hanno anche l’arroganza di dire che non avevano debiti dopo aver dichiarato di aver chiesto un sostegno economico a fir…senza parole!

  3. robbo@tin.it

    non riesco a capire come si possa pensare di avere diritto a partecipare ad un campionato professionistico dopo aver accumulato milioni (due, tre, quanti?) di debiti in nemmeno due stagioni. spiace per gli aironi, spero egoisticamente di avere presto una squadra di celtic a prato per godermela a pochi passi da casa ma soprattutto non capisco come questa squadra potesse pensare di sopravvivere in queste condizioni

  4. teorub

    E io non riesco a capire come fanno a non capire aironi e fir che stanno facendo un danno a tutto il movimento a torto o a ragione. Il Board del Pro12 non accetterà una bega simile e alla fine visto le lungaggini italiane il Pro12 diventerà Pro 11 con penali da pagare. Naturalemente chi le pagherà ? Pro 12 risolverà così: non pagate nessuna squadra Italiana in Pro fino al pagamento completo dei debiti.
    Ps aironi e fir in minuscolo non per svista ma per il ridicolo che stanno portando al movimento Rugby Italiano che non ha nulla da invidiare a certe altre realtà.

    Ps 2 E il tinello di Vittorio a quando ? Senza peli sulla lingua.

    1. malpensante

      esattamente come fanno i partiti con i loro bilanci e la apposta commissione (dei partiti) in parlamento: giustamente, visto che CONI e FIR sono sempre loro:-)

      1. filippo

        A tutti è sfuggito un piccola particolare…per il progetto Aironi son stati investiti soldi pubblici ergo levati dalle nostre tasche…io così giusto per curiosità vorrei sapere dove son andatia finire questi soldi…torniamo sempre a monte…una gestione sbagliata fin dall’inizio del progetto Celtic con una franchigia imposta dall’alto frutto di giochini più o meno taciti da parte del signor Dondi che punta ad essere eletto come prossimo presidente del CONI

  5. axel

    Ha ragione teorub, se la bega va avanti con la giustizia ordinaria sarà la Celtic a sbatterci fuori…..La Fir avrà le sue magagne da nascondere ma la questione Aironi è semplice. Se i debiti li hai sei fuori, se non li hai ripresentati al bando con i conti in ordine…..perchè andare dal giudice?
    Io ho il sospetto che per non perdere il posto in Celtic, la Fir dovrà pagare i conti degli Aironi e questa è una storia moooolto italiana o itagliana come preferite.

  6. pupone

    Non si sono mai lette così tante stupidaggini in poche righe. GLI AIRONI NON HANNO DEBITI HANNO SOLO CHIESTO,LEGITTIMAMENTE , AIUTO ( vedi le vicende parma che sicuramente non considerate). I SOLDI PUBBLICI NON SONO SPESI PER COPRIRE EVENTUALI DEBITI , MA IN INFRASTRUTTURE (parcheggi,strade ecc) come se aggiustassero le strade davanti a casa vostra , AVETE CAPITO O NO !!!!!!

    1. GIB

      Meno male che ci sei tu Pupone, se no in che mando finiremmo!!! Mia nonno mi insegnava che se uno aveva i soldi in tasca non andava in giro a mendicare. I soldi pubblici spesi li stanno sbandierando sotto il naso i reggenti degli Aironi (sarebbe interessante sapere quanti di quei 5 milioni spesi su 11 messi a budget sono andati per le strade, le rotonde, i parcheggi, l’imponente pista ciclabile a supporto della cittadinanza, per lo stadio,…). Quindi, sottovoce, “Al lupo, al lupo” da mesi lo stanno gridando i “pierini” rivieraschi, non altri. Spero che almeno questo tu…l’abbia capito…se no fattene una ragione!!!

  7. David

    Dondi presidente del Coni ? Ossignur … Ma dai … Io non parteggio ne per la Fir ne per gli Aironi ma di certo se gli Aironi hanno bilancio sano e sghei da spendere in futuro devono poter tenere in piedi il team e partecipare alla Celtic … Viceversa tornino col capo chino in Super 10 senza troppe menate ! E francamente sarebbe stato uno scandalo se la Fir avesse accettato le richieste di Melegari …con quel principio allora la Fir avrebbe dovuto salvare anche il Venezia !!!

  8. Pingback: Gli Aironi attaccano, la FIR risponde | IL GRILLOTALPA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.