Pro12: un Connacht al trotto batte le Zebre (17-30)

Lo spettacolo gira al largo dal Moletolo. Le Zebre fanno il poco che possono, il Connacht non è certo una corazzata ma annusa l’aria e capisce subito che probabilmente basta fare il compitino o poco più per portare a casa la vittoria. Cosa che puntualmente avviene. Le due squadre alla fine finiscono non troppo lontane nel punteggio e le Zebre rimangono in partita fin quasi alla fine, ma la sensazione che rimane è che anche se si fosse giocato per un ora in più le cose stasera non sarebbero andate troppo diversamente.
Nulla da dire sull’impegno profuso dai bianconeri, che lottano e si battono su ogni palla, ma il filo si perde spessissimo e un vero impianto di gioco è ancora là da venire. Si va avanti a fiammate, ma le imprecisioni sono tante. La squadra di Gajan si segnala poi per una disciplina tutta da rivedere, forse a giocare un brutto scherzo è la tensione per il debutto tra le mura amiche (a proposito, pubblico scarso sulle tribune) ma i falli e le infrazioni commesse sono state davvero troppe.
Tutto da buttare? No, ma nemmeno moltissimo da tenere. Qualcosa comunque c’è, e non era così scontato dopo solo 160′ di rugby vero. Bisogna ripartire dalla bella meta di Pace e soprattutto da quella voglia di cui dicevo prima, incanalandola però in maniera intelligente, cercando di limitare al massimo la voglia di strafare, errore in cui si cade facilmente in queste occasioni. Ad ogni modo questo è solo il primo passo di una strada che sarà lunga e inevitabilmente incidentata, almeno in questa prima stagione di vita delle Zebre. Tra un po’ di tempo una partita contro una squadra giudiziosa (ma poco altro di più) come il Connacht la si può anche portare a casa, ma non oggi. E’ troppo presto. Correte Zebre, correte.

cronaca e tabellino dall’ufficio stampa Zebre Rugby

Davanti ad un XXV Aprile di Parma affollato dal pubblico delle grandi occasioni le Zebre vedono sfumare nel finale la possibilità di portare con successo a termine la rimonta, uscendo sconfitte per 17-30 contro gli irlandesi del Connacht nella seconda giornata del RaboDirect PRO12.

Non basta il sostegno dei duemila supporters accorsi a Moletolo per l’esordio casalingo della squadra diretta da Christian Gajan per far dimenticare un primo tempo in cui perdite di possesso ed un gioco al piede deficitario da parte del XV di casa, insieme a qualche fallo di troppo, permettono agli ospiti di capitalizzare le occasioni con il piede di Nikora – due piazzati ed una trasformazione nei primi quaranta minuti – e con l’ala O’Halloran, bravo a toccare in meta dopo un calcetto a seguire che sorprende la retroguardia bianconera.

A riposo sullo 0-13, le Zebre sembrano scuotersi nella ripresa quando Pace, dopo appena quattro minuti, trova il varco giusto nella difesa irlandese e vola per la prima volta al di là della linea in un match ufficiale della nuova franchigia italiana. Orquera trasforma ed il 7-13 riapre il match, ma gli errori della ripresa tornano a palesarsi e non aiuta il giallo che lo stesso Pace si vede sventolare dall’arbitro due minuti dopo la propria marcatura per un placcaggio pericoloso: lo 0-10 di passivo per gli ospiti durante la superiorità numerica porta a +16 Connacht, ma le Zebre non si arrendono e con Van Schalkwyk prima, con Orquera dalla piazzola poi accorciano nuovamente sul 17-23. Sembrano esserci i presupposti per ribaltare il risultato nel finale, le Zebre spingono e provano a rendersi pericolose manovrando al largo ma un’ultima perdita di possesso, probabilmente viziata da un fallo irlandese non rilevato dai giudici di linea, manda in meta all’ultimo istante il Connacht, che espugna il XXV Aprile per 17-30.

Venerdì prossimo le Zebre saranno impegnate ad Edinburgo contro il XV della capitale scozzese prima di tornare davanti al proprio, entusiasmante ed entusiasta pubblico, per la sfida di venerdì 21 settembre contro i nordirlandesi di Ulster.

Parma, Stadio “XXV Aprile” – venerdì 7 settembre

RaboDirect PRO12, II giornata

Zebre v Connacht 19-30

Marcatori: p.t. 11’ cp. Nikora (0-3); 29’ m. O’Halloran tr. Nikora (0-10); 37’ cp. Nikora (0-13); s.t. 4’ m. Pace tr. Orquera (7-13); 10’ cp. Nikora (7-16); 17’ m. Naoupu tr. Nikora (7-23); 18’ m. Van Schalkwyk tr. Orquera (14-23); 33’ cp. Orquera (17-23); 39’ m. McCarthy tr. Nikora (17-30)

Zebre: Sinoti; Venditti, Benettin (27’ st. Chiesa), Garcia (cap), Pace (16’ st. Trevisan); Orquera, Chillon Alb. (11’ st. Tebaldi); Van Schalkwyk, Cristiano (30’ st. Belardo), Bergamasco Ma. (35’ st. Perugini); Sole (11’ st. Caffini), Geldenhuys; Ryan (24’ st. Redolfini), Festuccia (11’ st. Giazzon), Perugini (24’ st. De Marchi An.)

all. Gajan

Connacht: Duffy (cap); O’Halloran, Griffin (30’ st. Henshaw), Fifita, Vainikolo; Nikora, Marmion (1’ st. Murphy, 14’ st. Jarvis); Naoupu, O’Connor (20’ st. Gannon, 35’ st. Buckley), Muldoon (1’ st. Faloon); McCarthy, Swift; Loughney (16’ st. White), Reynecke (14’ st. Flavin), Buckley (16’ st. Ah You)

all. Elwood

arb. Davies (Galles)

g.d.l. Roscini (Italia), Rizzo (Italia)

TMO: Damasco (Italia)

Cartellini: 6’ st. giallo Pace (Zebre), 21’ st. giallo Gannon (Connacht), 32’ st. giallo Redolfini (Zebre) ed Ah You (Connacht)

Calciatori: Nikora (Connacht) 6/6, Orquera (Zebre) 3/4

Man of the match: Duffy (Connacht()

Note: serata limpida, terreno in ottime condizioni, 2000 spettatori circa. In tribuna il Presidente FIR Giancarlo Dondi ed il CT dell’Italia Brunel.

Annunci

256 thoughts on “Pro12: un Connacht al trotto batte le Zebre (17-30)

      1. Matteo

        Come ho già scritto non sono un aironi fan ma vado a memoria il connath non aveva mai vinto a viadana quindi si é solo buttato via del tempo e di più più passerà il tempo ci sarà qualche infortunato e i nazionali se ne andranno la coperta zebrata sarà sempre più corta e sappiamo quanto conta la testa del giocatore se non si fanno risultati anche con qualche buona individualità se non si comportano da squadra con una mentalità vincente saranno giorni grami a parma

      2. hull

        Non sono nemmeno io un fan ne degli Aironi ne delle Zebre, e sono convinto come te che sara’ un anno durissimo, ma il fatto che il Connacht abbia perso per due volte a Viadana in due anni conta relativamente poco, visto che poi in campionato e’ arrivato per due volte davanti e di un pezzo (e una volta e’ arrivato anche davanti a Treviso).

  1. Giovanni

    Parecchie le cose su cui lavorare, a cominciare dalla touche. Segnali interessanti da Pace e Trevisan, male Chillon specie nel primo tempo. Complimenti a SportItalia che comincia il collegamento con l’Irlanda dopo 03:45 dall’inizio, facendoci perdere i primi 3 punti dei biancoverdi.

  2. Rabbidaniel

    I 3.000 spettatori e oltre li hanno visti solo i commentatori di Sportitalia.
    In ogni caso, a me le Zebre non sono dispiaciute. Per essere una squadra insieme da poco hanno giocato con coraggio e con dinamismo. Le note negative sono l’indisciplina (gialli a parte), la mancanza di tenere il pallone in fasi cruciali e la precisione nei calci di spostamento. Tra gli altri, Chillon mi pare abbia giocato molto poco serenamente.
    Connacht non mi è piaciuto per niente, credo anche che abbiano a tratti sottovalutato gli Equidi, che spesso li hanno colti in fallo in difesa, soprattutto al largo, dove gli irlandesi mi sono sembrati davvero fragili.

    1. mezeena10

      uno dei commentatori era enrico borra de la meta..dai suoi commenti non è necessario ti spieghi per chi parteggi..( inoltre è il datore di lavoro dell’altro commentatore, costantino)..connacht è forse inferiore ai dragons, ma altre strutture e altri giocatori rispetto alle zebre..d’accordo con paolo, anzi vittoria al piccolo trotto direi!!!

      1. Rabbidaniel

        Mah sai, non credo che nel rugby si posso controllare tanto, soprattutto se il punteggio è stretto. Alla fine gli irlandesi hanno pure rischiato di perdere e mi sembravano alquanto impiccati. Detto questo, grave mancanza delle Zebre non aver capitalizzato situazioni che andavano chiuse.

      2. mezeena10

        in effetti erano lanciati nella rimonta, ma 2 ingenuità grosse come una casa (non te le puoi permettere neanche in serie B) li han stroncati definitivamente..pero ribadisco che connacht non è granchè come squadra, vittoria grazie ad un nikora ispirato e poco altro..dispiace vedere chillon giocare poco sereno, quasi a dimostrare che la sua presenza in campo o in squadra è da riconfermare di volta in volta (a me piace piu di tebaldi ad es.)..il mio piccolo trotto era riferito al fatto che non si son sbattuti piu di tanto e non han fatto cose trascendentali per portare a casa i 4 punti..concordo che nel rugby solo a tentare di controllare rischi di brutto!!!

      3. gino(monza)

        mezeena10 guarda che i commentatori della partita sono gli stessi che nella META hanno glorificato la vittoria di TV se poi per te essere neutrali significa sparare contro le zebre o tifare per i loro avversari vabbè…

    2. Filippo

      ho visto la partita e non posso che concordare con Paolo e mezeena…per quanto Connacht inferiore ai Dragons di altra caratura rispetto ai nostri equidi

  3. Gsp

    Io ho visto solo il secondo tempo, ma penso che abbiamo visto due partite diverse. Se l’arbitro non annulla arbitrariamente il vantaggio, saremmo qui a parlare di una partita diversa.

    Soprattutto nel secondo tempo di cose buone e buona corsa se n’e’ vista. Mete e azioni e capovolgimento di fronte. Di certo non e’ mancato lo spettacolo nel secondo tempo. Fisicamente hanno messo sotto il connacht ed hanno guadagnato molto territorio. Se consideri le cazzate che hanno fatto in termini di disciplina e tutte le volte che sono stati ricacciati indietro, il guadagno territoriale si fa ancora piu’ evidente.

    La squadra e’ positiva nel supporto in attacco meno nella pulizia.

    Questa partita con un po’ di disciplina e sangue freddo si portava a casa.

    Oggi vanno a casa con la sensazione di ver buttato via un’occasione d’oro e non avrebbero rubato niente.

    Incoraggiante come seconda partita, chillon crescera’, bene tebaldi come impact player. A lavoro ragazzi.

    1. Abbiamo visto due partite diverse, ma va bene così.
      Il Connacht mi è sembrato poca cosa e per 70′ ha tenuto sempre a distanza di sicurezza le Zebre. Certo c’è la svista arbitrale dell’ultima azione, ma è tutto da dimostrare che si sarebbe trasformata in meta. E poi con i “se” non è che si va molto lontano.
      La disciplina e sangue freddo di cui parli Treviso si sta avvicinando ad averli ora. Non si può certo pretendere che le Zebre ne siano già in possesso. E può sembrare paradossale, ma secondo me vincere una partita del genere avrebbe fatto forse più male che bene

      1. Stefo

        Io ho visto la stessa partita di Paolo, nel primo tempo il Connacht ha controllato tranquillamente le Zebre nel secondo meglio le Zebre ma personalmente non ho mai pensato potessero vincere la partita.
        Comunque tutto sommato calcolando che sono un progetto completamente nuovo che ha bisogno di un periodo di rodaggio temevo peggio. Da apprezzare il fatto che non abbiano mai mollato di schianto ma anzi siano stati in grado di rimanere in partita fino alla fine.
        C’e’ tanto da lavorare com’era prevedibile, sono alla seconda vera partita, squadra costruita in poche settimane e che si allena insieme da un paio di mesi, ci sono cose positive e cose da rivedere, la strada e’ lunga e c’e’ tanto lavoro da fare ma sembrerebbero piu’ avanti di quanto ci si poteva aspettare (anche se seconda partita bisogna andare piano coi giudizi).

      2. Rabbidaniel

        Non sono d’accordo sul fatto che Connacht abbia controllato. Per me hanno sofferto come cani il gioco al largo e hanno approfittato soprattutto della mancanza di disciplina e di concretezza delle Zebre.

      3. Stefo

        Rabbi forse non ho scritto bene, nel primo tempo a me e’ sembrato il Connacht abbia controllato bene le zebre.
        Nel secondo le zebre sono migliorate ed hanno creato qualche problema in piu’ ma a me se in qualsiasi momento della partita avessi offerto di scommettere 5 Euro li avrei sempre scommessi sul Connacht…non ho mai avuto l’impressione che le Zebre potessero portarla a casa…la mancanza di concretezza, gli errori i falli nei momenti chiave erano troppo.

        Comunque ripeto a mioa vviso o per quelle che erano le mie attese meglio di quello che ci si potesse aspettare dopo cosi’ poco tempo insieme. Aggiungo che personalmente con tutti gli errori fatti e l’indisciplina temevo che le Zebre avrebbero ad un certo punto ceduto di brutto invece sono stati sempre bravi a rimanere in partita fino all’ultimo cosa per me non da poco per una squadra che e’ alla seconda vera partita…piu’ facile dopo tanti errori e falli fatti sciogliersi che reggere anche se su questo qualcosa conta anche la pocchezza del Connacht.

        Pur nei limiti di tempo ed organico si vede senza dubbio qualcosa d’interessante.

      4. CALEP

        Non sono del tutto d’accordo. la partita non l’ha vinta il Connacht, ma l’hanno persa le zebre con una serie di errori banali ripetuti in particolare per tutto il primo tempo, ma anche nella seconda parte della partita. Tolti questi, certamente non da trascurare, le uniche carenze evidenti si sono viste, a mio parere, nel gioco tattico al piede molto deficitario, in particolare da parte di Orquera, il giocatore dal quale ci si aspettava di più in tal senso (troppi calci in mezzo al campo) e nelle touche, decisamente poco efficaci (si sente la mancanza di Bortolami?). Fatta questa debita premessa ed evitando di rimarcare la pochezza, o non saprei cosa, dell’arbitro che ha condizionato non poco l’evoluzione dello score e non mi riferisco solo al vantaggio andato nel dimenticatoio in chiusura di partita, le zebre si sono distinte per un’ottima linea difensiva, agressiva e spesso montante, buona forza e fisicità nei punti d’incontro, nonche nella fasi statiche e, nel secondo tempo in paticolare, per una discreta facilità di gioco alla mano, forse ancora un po’ meccanico, ma efficace per il buon sostegno (l’azione è seguita da molti giocatori vicino all’ovale). Bellissima l’azione che dai 22 si è prolungata sino alla linea di meta avversaria, meta mancata per poco per un in avanti di Garcia, credo, oggetto anche, lui o forse un’altro, di un’evidente ostruzione non vista dall’arbitro(?!). Insomma, una prima in casa condizionata, a mio modo di vedere, da molto nervosismo in capo ai giocatori e staff tutto, probabilmente anche per le tante polemiche che hanno accompagnato questo evento che poteva essere anche più fortunato, ma che ha evidenziato buone cose sulle quali poter puntare per una crescita, ma anche tanta qualità da parte dei molti new entry, giovani e meno giovani, che rappresentano un ottimo segnale anche in chiave azzurra.

    2. Matteo

      Credo che nel complesso di 80′ dire che hanno messo sotto gli irlandesi mi sembra eccessivo ma la disciplina é una parte importante della prestazione circa 70% e credo che non é che si compra al mercato ma ci vogliono anni per aggiustare il tiro quindi credo che non sarà semplice questo campionato anche perché in ruoli chiave sembrano un pò corti e quando la nazionale si prenderà i migliori sarà ancora più complicato
      80′ sono pochi per giudicare ma il difficile noné arrivare vicini a queste squadre nel punteggio ma il passo più grande é vincere é un passo molto più complicato

      1. gino(monza)

        Matteo però bisogna essere obiettivi :
        non si può dire che occorrono degli anni per aggiustare il tiro e poi criticare se in solo due mesi di lavoro perdono o peggio schernirli.

      2. hull

        Io mi aspettavo che non fossero nemmno competitivi col Connacht, per cui perdere di 13 essendo competitivi fino alla fine e’ oltre le mi aspettative.
        Troppo pessimista?

    3. Gsp

      Mah, mischia con introduzione tua, nella 22 avversaria, al 76′, con mischia chiusa che era stata superiore in quelle precedenti, 6 punti sotto, per me e’ il prototipo della partita in bilico.

      Pero’ non avendo visto il primo tempo, puo’ essere che abbia perso il filo della partita.

      1. Matteo

        Nel secondo tempo si ma se una squadra finisce il primo tempo sopra di 13 punti senza troppo impegnarsi e secondo me nel secondo tempo sono scesi in campo convinti di fare una passeggiata ma apparte l’episodio che hai descritto tu e le azioni meta non mi sembra che connath abbia sofferto così tanto mi sembra comunque che abbiano un pò staccato la spina della serie portiamola a casa senza traumi

      2. Stefo

        Gsp domanda avresti durante la partita scommesso su una vittoria “zebrata” (ragionando oggettivamente e non con il cuore del simpatizzante/tifoso)?Io no.

        Detto questo resta comunque una prova da cui le Zebre possono trarre alcune cose positive.

      3. Gsp

        @stefo, no, assolutamente no. Soprattutto ad inizio secondo tempo. Pero’ hanno rimesso la partita in corsa. In casa. Sei tornato sotto il break, magari anche perche’ t’hanno preso sotto gamba. Fammi fare la mischia su mia introduzione per l’inavanti, con mischia che avanza, proviamo a fare quello che provi in allenamento e poi vediamo.

        Aggiungo la vittoria come dice paolo, non avrebbe cambiato molto nell’ottica di lungo periodo. Pero’ vincere e’ sempre meglio che perdere.

        L’errore dell’arbitro ha fatto fare un sospiro di sollievo enorme al connacht ed a quelli che dicono ‘come dovevasi dimostrare’.

        Poi l’errore dell’arbitro ci puo’ stare e va accettato. Ma non vuol dire che non l’abbia commesso.

      4. Stefo

        gsp infatti ci sono cose senza dubbio positive come ho gia’ scritto ma alla fin fine non hanno mai dato l’impressione di poterla vincere. Sul discorso peggio vincerla nel lungo periodo non so, sono sempre discorsi difficili da fare questi…e alla testa e certe sconfitte possconcordo pero’ con paolo che certe vittorie possono anche dare alla testa e certe sconfitte possono invece darti qualche sicurezza…ma per le Zebre direi che e’ ancora troppo presto sia per l’una che per l’altra.

    4. Filippo

      Gsp…tutto molto bello…ma con il dominio territoriale fine a se stesso le partite non si vincono se a tale dominio non corrispondono punti a me questo han insegnato al college di Rugby…

    5. mezeena10

      gsp il vantaggio era per un avanti e non come erroneamente affermato da borra e costantino un penalty advantage!!!rivedi l’azione e avrai la tua risposta!!!pertanto azione corretta e grandissima “cappella” in fase difensiva e sciagurato reverse pass di chiesa che ha dato l’assist per la meta finale!!!aggiungo: coi se e coi ma non si va da nessuna parte!!!son stati battuti giustamente da una squadra che è semplicemente piu squadra!!!e poi bene tebaldi???abbiamo visto proprio un’altra partita gsp!!! 🙂

  4. Alle

    Stadio inadeguato……..lo zaffanella è di un alteo livello!! Al posto di un altra tribuna inutile, consiglio di costruire una club house decente!!

    1. mezeena10

      ma come i 2 cronisti ieri non facevano altro che dire ma che bello stadio, che belle strutture, che bella gente e quanta, che bella squadra..no forse l’ultima l’ho aggiunta io.. 🙂

      1. gino(monza)

        mezeena 10
        ti dispiace spiegare perchè ce l’hai tanto con i telecronisti non fai altro che parlare di loro.come ti ho detto sopra sono gli stessi che nel giornale la META hanno incensato la vittoria di TV

      2. mezeena10

        beh perche sostengono per partito preso gavazzi e cordata (borra per lo meno) leggo sempre i suoi editoriali e i pezzi relativi alla campagna elettorale..tutto qui..ma non ce l’ho assolutamente con nessuno, pero se sostieni di aver visto 3500 quando ce ne sono a malapena mille…e poi sempre a glorificare i nostri e a fornire degli alibi, ad esempio quello dell’arbitro, peraltro molto bravo a mio modesto avviso e totalmente ininfluente sul gioco e sul risultato.

      3. mezeena10

        ti diro a me costantino piace pure, meno quando è allineato e coperto e ieri ne è un ottimo esempio..preferivo di gran lunga stefano bettarello al suo fianco, almeno quando ce n’era bisogno lo contraddiceva..spesso e volentieri..borra è un giornalista, bettarello il piu grande mediano d’apertura italiano, fa un po tu!!!ciao

    2. CALEP

      lo stadio di monza dove si sono giocate partite degli aironi di HC l’altra stagione avrà anche una bella tribuna principale, ma non era possibile girare troppo le telecamere che si vedeva lo squallore che troneggiava tutto intorno con tubi dalmine, plastiche da cantiere svolazzanti, murales di dubbio gusto, almeno questo è uno stadio nuovo e pulito! La verità è che stadi veramente adeguati per il rugby non sono poi così tanti

  5. Hrothepert

    Io ho visto anche buone azioni alla mano e al largo, cosa molto rara nell’ italico Rugby, che dimostrano una discreta potenzialità e se il direttore di gara non avesse preso quell’ incomprensibile decisione di considerare cosi “solertemente” concluso il vantaggio per le Zebre nei 22 di Connacht ci sarebbe stata anche la possibilità di portare a casa il risultato. Siccome certe lacune, che sono ataviche per il Rugby del Belpaese, come l’ assoluta inadeguatezza del gioco al piede per esempio (Orquera è quello che di meglio passa il convento in questo momento!!), ci sono e al momomento ce le dobbiamo tenere, quello che lascia sconcertati sono le ingenuità e gli errori gratuiti, ma questo non è imputabile alle Zebre e allo staff che gestisce un gruppo di giocatori da un paio di mesi, questi sono deficit che i giovani si portano dietro sia dal Rugby di base che e forse soprattutto dal Rugby di Eccellenza (non è che i giocatori arrivano alle franchige calati dal cielo!!) cosi caro ad Amerino Zatta e all'”onniscente” Vittorio Remigio Munari!! In quanto all’ articolo qualche cosa di vero naturalmente c’è (vedi commenti su touche e, come ho ammesso anche io, disciplina) però, con tutto il rispetto, mi permetto di dare un piccolo consiglio al Grillotalpa, prima di scrivere di Rugby giocato uno dovrebbe o spogliarsi dei panni di tifoso di parte avversa (se è questo il motivo di tanta faziosità) o di andare a farsi un po’ di esperienza, magari calcando qualche terreno di gioco per qualche anno così da rimediare a tanta ignoranza, nel senso di poca conoscenza dell’argomento naturalmente.

    1. Matteo

      Non credo che il grillotalpa abbia bisogno di un avvocato ma non mi sembra sia fazioso anzi e credo che molte volte ha cercato di tenere un certo equilibrio anche se ognuno ha la propria opinione quindi apparte i vari lavori che dovranno fare non mi sono sembrati così apposto soprattutto a livello di disciplina

    2. No, non ho mai giocato seriamente. Che ci posso fare? Andrò in giro col cilicio per espiare questa colpa… Non entro mai troppo nel dettaglio tecnico, proprio per questa mia “mancanza”. Non ho idea di cosa significa stare in mezzo a una mischia seria e per questo non mi lancio in certi discorsi. Poi un’idea me la faccio pure io. Giusta, sbagliata… non so, di certo non è legge scolpita nella pietra. Però, insomma, non ho mai nemmeno diretto un film, ma una qualche idea di cinema uno se la fa a prescindere, no? Oppure, che so, prima di esprimere un qualsiasi parere sulla Chiesa Cattolica proverò a farmi prete per un po’. Se invece volessi farmi un’idea dei mali che frenano l’industria italiana mi farò prima assumere come operaio, poi – se ci riesco – come amministratore delegato. Così, giusto per avere una panoramica completa.
      Io poi sta cosa del “tifoso avverso” proprio non la capisco. Giusto ieri ho scritto un articolo contro il tifo-contro (scusa il bisticcio di parole). Ti sfido a trovare un solo scritto mio su cui tu possa appoggiare questa convinzione. Spero che le Zebre vadano bene, che mi (e ci) sorprendano. Al momento non mi sembrano pronte per farlo, ma spero che nessuno si fosse fatto questa illusione. Quest’anno sarà durissima, mi pare evidente.

      1. Gsp

        No dai, il cilicio no, se no ti fanno prossimo presidente della regione lombardia.

        Ricordati senpre dell’Arrigo nazionale. 🙂

      2. David

        … non a caso l’Italia è il paese dei 1000 allenatori … e quindi ognuno vede la partita a modo suo e con le conoscenze che ha …
        detto questo : “(a proposito, pubblico scarso sulle tribune)” le cose sono due … non ti eri messo gli occhiali oppure sei stato ingannato dalle tue simpatie !
        probabilmente non saranno stati 3000 come detto dai commentatori che, comunque, avevano di fronte una tribuna gremita … ma le immagini parlano chiaro e lo stadio, almeno in televisione, non sembrava “scarso di pubblico” … anzi !

      3. CALEP

        ti dirò, personalmente ero molto curioso di vedere la prima delle zebre e non nascondo che mi aspettavo qualche cosa di buono da loro. bene, tra la loro partita e quella di treviso di ieri, in fondo, mi ha deluso più quella contro il munster. certo, treviso armai si può dire appartenga ad altra categoria e può, a mio modo di vedere, competere a buon livello con un po’ tutti i team del PRO12 e, forse, anche con altri, ma proprio per questo mi ha stupito per i troppi errori apparentemente non provocati fatti l’altra sera, la ancora poca lucidità che li ha portati senza particolari responsabilità ad avere 13 punti di distacco in poco tempo. insomma, un treviso pasticcione che, evidentemnte, soffriva un po’ troppo la pressione di coloro che devono confermarsi forti; per usare un termine tennistico, il braccino corto gli ha fatto perdere la partita.

    3. Filippo

      a me han sempre insegnato che con i se e con i ma la storia non si fà e soprattutto non si vincono le partite…poi sei sicuro al 100% che la meta l’avrebbero segnata…inutile discutere su cose di cui non avremo mai una riprova…Remenber; this is Rugby not Soccer!!

      1. Gsp

        @filippo, this is not soccer te lo puoi scrivere sulla parete della stanza di letto se ti piace.

        Subito sotto scrivi che una partita con mischia sulla 22, a 3 minuti dalla fine, con 6 punti di differenza per la squadra che difende e’ per definizione in bilico.

        Se pensi che nigel owens ha qualcosa da insegnare a te, va benissimo. A me non ha niente da insegnare. Io da lui pretendo che sia perfetto come arbitro, come lo pretendo da me stesso.

        Quando Owens ha fatto quell’uscita t’ha trattato da parvenu. Non l’avrebbe fatto con altri. Sta a te accettare di farti trattare da parvenu.

        E’ la stessa psicologia all’inverso di quando i gallesi vanno in ing, e gli arbitri li mettono sotto perche’ ‘fuck’ qui, ‘fuck’ la. questa mania degli arbitri di rugby di coprire i propri errori con la scusa del comportamento e’ giusto che finisca. Imparino dagli arbitri di calcio. E’ giusto pretendere rispetto, ma il tuo ruolo non e’ educare dei professionisti.

      2. mezeena10

        gsp gli arbitri di rugby dovrebbero imparare da quelli del calcio? francamente credo non vi sia motivo di commentarla questa..possibile e non è una critica a te, che qualsiasi fatto o questione succeda lo si debba paragonare al mondo del pallone?vabbè che viviamo in un paese calciocentrico, ma visto e presunto che qui si viene piu o meno tutti da un altro mondo con ben altri principi, sarebbe quantomeno opportuno evitare! scusa lo sfogo..oggi ce l’ho con te!!! 🙂 scherzo eh!?! mic ate la prenderai..non sapevo fossi arbitro, però ora mi spiego molte cose 🙂

      3. gino(monza)

        Filippo è vero che niente si fa con i se e ma però se l’arbitro non faceva quell’errore evidente le zebre magari non vincevano però si prendevano il punto di bonus.

      4. mezeena10

        gino l’arbitro non ha fatto nessun errore, basta rivedere le immagini..era un vantaggio per un in avanti (quindi per questo dato per acquisito in breve tempo) e non per una punizione (penalty advantage)..e il punto di bonus per quanto visto in campo sarebbe stato alquanto generoso..ricordo inoltre che connacht ha perso per infortunio entrambi i MM e han dovuto spostare nikora a MM, fino a quel momento una vera spina nel fianco delle pur generose zebre..

      5. gino( monza)

        mezeena10 allora non chiamiamolo errore se ti fa piacere pero’ cio’che e’accaduto e’:
        chiuszo vantaggio in brevissimo tempo ed esatament sul turnover
        Questo un tanto inusuale.
        Se non.errore che nome dai?

      6. mezeena10

        gino: normale azione di gioco..il vantaggio per l’avanti si è immediatamente concretizzato come da chiamata dell’arbitro e immediato vantaggio per in avanti dall’altra parte e sappiamo com’è andato a finire..prima di accusare arbitri di pressapochismo o di qualsiasi altro disegno per sfavorire le italiane pensateci bene, o almeno guardate piu attentamente le partite!!! aspettiamo gli highlights anche se l’ho gia rivissta e ti posso dire per certo che è come ti dico..

    4. Fabio

      Non sapevo che le tribune degli stadi sono accessibili a giocatori od ex-giocatori di rugby.
      Quindi io sono anni che sono abusivo…. Se mi beccano mi cacciano fuori?
      Strano Paese l’Italia.

    5. mezeena10

      hrotopert l’incomprensibile (per te e qualcun altro) decisione era chiarissima!!! era un vantaggio per un avanti e non un penalty advantage!!!rivedi l’azione espertone, ma quale faziosità???faziosi siete voi che non vedete manco l’evidenza..e giu critiche e voler insegnare il mestiere agli altri! tipico italiota!!!

      1. gino(monza)

        guarda che la decisione non era proprio chiarissima.
        Oggi NZ non avrebbe segnato la prima meta se l’arbitro avesse fatto come contro le zebre.
        Australia Sud Africa : quando Australia non ha concretizzato il vantaggio l’arbitro gallese è ritornato indietro sul punto del vantaggio ed era trasclorso almeno un minuto
        Diciamo che con le zebre ha applicato la regola all’inverso ovvero ha accordato il
        vantaggio a chi non lo aveva.

      2. hull

        @mezeena
        Lasciamo per un attimo da parte l’episodio.
        Io vorrei farti notare come nelle “maggiori” nazioni rugbystiche del mondo (Nuova Zelanda, Sudafrica, Australia, Inghilterra, Francia ecc.) si critichino gli arbitri a manetta (per esempio c’e’ un arbitro che non puo’ piu’ mettere piede in Sudafrica e si e’ rovinato la carriera per una chiamata, mentre un altro che non ha fatto una chiamata per la Nuova Zelanda e’ stato pubblicamente criticato dal capo mondiale degli arbitri, mica da pinco pallo, e si e’ giocato la carriera pure lui…).
        Non e’ una pratica tipica italiota, e’ uno degli effetti collaterali del professionismo (purtroppo).
        Se tu sei autorazzista e non ti accorgi che le stesse cose che si scrivono qui le avrebbero scritte anche in un blog Gallese in una simile situazione, sono problemi tuoi.

        Aspetto con ansia il primo arbitro che dira’ a POC: “this is not soccer, this is rugby”.

      3. hull

        In tutte le nazioni “avanzate” del rugby adesso va di moda criticare gli arbitri, e il “buon esempio” lo danno proprio gli allenatori, i giocatori, i presidenti e i capi degli arbitri.

        A ma non piace per nulla, ma e’ cosi, ed e’ una delle conseguenze nefaste del professionismo: se ti pagano per vincere e non vinci, devi in qualche modo giustificare il tuo stipendio.

        Se anche gli Italiani criticano gli arbitri (come purtroppo succede in tutte le altre nazioni “avanzate”) ecco che ti arrivano gli autorazzisti a dire: “ecco che facciamo la pirlata tipica degli italioti” (mentre e’ la pirlata che purtroppo fanno tutti), oppure ti arrivano i razzisti puri come l’arbitro del “this is rugby not soccer” (al microfono), perche’ c’era Botes che protestava apertamente in campo, peccato che ci siano una marea di giocatori che protestano apertamente in campo (per esempio POC, ma sono un esempio) e nessuno si e’ mai sognato di dirgli “this is not soccer, this is rugby”. Come mai, secondo te?

      4. mezeena10

        penso ti riferisca a paul o’connel con poc..beh è inutile ti ricordi che è il capitano del munster e con un curriculum di tutto rispetto..botes in quella partita se l’è proprio meritata, era particolarmente irritante..non penso nigel owens sia razzista, tutt’altro e la sua storia personale lo racconta..quanto a queste grandi critiche agli arbitri, a parte sud africa post rwc e i soliti francesi, non ricordo episodi degni di nota..se puoi cita tu qualche aneddoto..e ricorda che la cultura del sospetto e dell’alibi quelle si sono tipicamente italiane!!!

      5. hull

        Paul O’Connel, capitano del Muster (e spesso anche dell’Irlanda) non riesce a far passare 30 secondi senza protestare apertamente e in modo irritante con l’arbitro (non e’ il solo, ripeto, ce ne sono molti altri). In confronto Botes e’ un timidone. Eppure non mi sembra che gli arbitri lo prendano per il culo…
        Se tu non hai mai sentito grandi critiche agli arbitri da tutte le nazioni “piu’ avanzate” del rugby (specialmente quando perdono, ovviamente…), beh… ti consiglio d’ora in poi di seguirti le conferenze stampa, e poi ne riparliamo. Comunque sono d’accordissimo con te sul fatto che l’abitudine a protestare sempre e comunque e’ proprio brutta, ma purtroppo non e’ tipicamente italiana.
        La cultura del sospetto e dell’alibi si e’ amplificata (e di molto) col professionismo: se sei pagato per vincere e invece perdi, perche’ solo uno puo’ vincere, DEVI per forza giustificare il tuo stipendio… e gli alibi sonoil modo migliore per farlo.

  6. jimmy88

    Ragazzi purtroppo le Zebre non sono adatte ancora a questo livello. Come andranno a giocare a Limerick o contro Leinster o contro…

  7. Giovanni

    Anche leggendo interventi su post delle scorse settimane, non vedo l’ora che le elezioni federali si siano svolte, così forse non si dovranno leggere più insinuazioni sulle opinioni dell’autore del blog, sulle intenzioni del candidato di Treviso, sul commento del telecronista SportItalia e così via. Non mi piace questo clima stile-calcio, dove anche l’assegnazione errata di una rimessa laterale, genera sospetti e polemiche a non finire…come diceva Owens “THIS IS NOT SOCCER”.

    1. hull

      Vorrei tanto che qualche arbitro dicesse la stessa cosa anche quando giocano altre nazioni (ho fatto l’esempio di POC, ma ce ne sono tanti).
      Fino ad allora per me e’ solo razzismo culturale (o autorazzismo).
      Vai a vederti quanto trasparenti e stilisticamente corrette sono state le procedure della Union Inglese (ah! la piu’ antica e blasonata…) a cavallo della Coppa del Mondo e poi ne riparliamo… col professionismo il rugby e’ cambiato in tutto il mondo, che piaccia o no.

  8. Francesco

    Chi stasera guarda la gara capisce che contro un Connacht di questo livello non basta prendere 30 punti.Il sistema francese di Gajan e Tronkon porteranno questa squadra a perdere anche la dignità. Abito in zona e sento cose veramente inimmaginabili.

  9. andreac

    allora: primo tempo da dimenticare. secondo tempo decisamente meglio, sicuramente da migliorare in disciplina, touche e possesso. si sono visti alternarsi cose interessanti ad errori incredibili ma forse è ancore presto per giudicare appieno questi ragazzi…mi è piaciuto veramente poco mauro bergamasco sempre in grossa difficoltà e troppo nervoso, meglio venditti e trevisan , pace ha segnato un bella meta ma ha commesso anche una grossa ingenuità che ha messo in grande difficoltà la squadra. effettivamente contro non trovavano una grande squadra e penso che da ora in poi il cammino per le zebre sarà solo in salita.
    in bocca al lupo a loro, anche se penso che per quest’anno non avranno molte possibilità di raggiungere risultati positivi.

  10. parega

    ho paura di quello che potra’ succedere a gennaio e febbraio quando con squadre rimaneggiate dovranno far giocare anche gli ingiocabili, se gia’ adesso fanno questa figura contro una squadra che gli aironi battevano anche a briscola
    avete visto il munster stasera con i leoni ? a quante azioni pensate potevano reggere i zebrati ?
    provo un po’ di tristezza a veder come viene gestito male il nostro movimento , e , stasera ne e’ una prova molto lamapante !!!!!!
    p.s. : bergamauro di una generosita’ inaudita a dispetto di un fisico non piu’ giovane

    1. hull

      Non ho visto la partita, ma speculare su quello che avrebbero potuto fare gli Aironi (quali? Aironi 1 o Aironi 2?) se avessero giocato questa partita lo trovo un po’ troppo filosofico… qualche intervento piu’ in su si dice che nel rugby i se e i ma non contano granche’…

      1. parega

        il paragone si puo’ fare perche’ il connacht ha gia’ incontrato 4 volte gli aironi , percio’ conoscevamo la forza degl’aironi , che in casa loro hanno quasi vinto le due partite e hanno vinto senza problemi quelle in casa , il problema e’ un altro …..che migiioramenti avranno i giovani cosi’ ben trattati dallo staff di roland in questa squadra se fara’ figure del genere ? non rischiamo di perdere / bruciare fior di giovani promettenti come benettin ? e’ un rischio enorme vista la non abbondanza di giocatori professionisti non pensi ?

      2. hull

        Penso che Benettin il primo anno agli Aironi non ma mai giocato e il secondo ha giocato pochissimo.
        In compenso il Presidente Melegari in TV l’ha pubblicamente ridicolizzato (che non da grande motivazioni, mi dicono), se ti ricordi il programma.
        Se la FIR avesse permesso di fare “vere” franchigie, Benettin avrebbe potuto giocare in Eccellenza durante gli ultimi due anni, invece di stare in tribuna e questo avrebbe aiutato moltissimo la sua crescita.
        Il danno e’ gia’ stato fatto, purtroppo: si sono persi anni.

  11. Hrothepert

    Giovanni ti assicuro che a me delle elezioni non me ne frega assolutamente niente!! Perchè la mia “storia” Rugbystica l’ho viossuta nel paese degli Higlanders e qui, a parte le partite della nazionale e dellle franchige in Celtic League in tv, seguo da spettatore, quando ne ho il tempo, una “banda” di simpatici “ragazzotti” della Toscana “montana”che dallo scorso anno partecipano alla Serie C e che, tra l’altro, è allenata da un mio amico anche lui proveniente dal Rugby scozzese, che si incazza perchè dalle tribune do qualche “dritta” anche agli avversari , quindi, ti assicuro, non ho mai parteggiato per nessun club ne, tantomeno, conosco nessuna delle persone coinvolte nella vicenda elezioni. In quanto a te Grillotalpa è sacrosanto che ognuno abbia la propria opinione ma un conto è “spararle” al bar un altro è su un blog dove si arriva a molte persone, inoltre (e lo dico con autentico sincero rispetto, credimi) da uno che ha la tessera di giornalista io mi aspetterei un approccio un tantino più cauto nell’ esprimersi su argomenti circa i quali non si dispone di strumenti di conoscenza adeguate; la mia impressione circa la tua faziosità me l’ha data il tono del tuo articolo ma, come ho scritto nel mio post precedente, magari è soltanto da imputare alla tua scarsa conoscenza della materia, comunque ti chiedo scusa se in qualche modo ti ho offeso. Ritornando alle Zebre, dopo anche quello che ho letto in molti commenti su questo blog, mi aspettavo molto peggio, che sarà dura è palese, è una squadra nuova e con tanti giovani e chi ha masticato un po’ di Rugby sa cosa questo significa e comporta.

    1. Francesco

      Giovane? Fa i conti dell’eta media,e considera che gran parte e’ al terzo anno.Ora e ‘ prestino ma vedrete cosa saranno capaci di vare i francesi Gajan, Brunel.Non mi stanco di dirlo che a dicembre sempre che Gajan non segua la moglie rientrata in Francia,saranno dolori,perché paradossalmente il meglio lo hanno dato.Possibilita di crescita ZERO.

  12. Lo scalmanato (ero Maurizio)

    Commento tecnico: io c’ero e ci sarò ogni volta che potrò, nonostante le riserve ed i pregiudizi di chi è e rimane una vedova neroargento. Se la squadra crescerà mi farà molto piacere. Se qualche giovane riuscirà a trovare la via della nazionale maggiore mi farà ancora più piacere. Perdonatemi la melassa, ma stasera sentivo un grido dentro di me: A-I-RO-NI A-I-RO-NI A-I-RO-NI 😦 😦 😦
    P.S. Avvistato sig. Giacomo Brunello accompagnato da badante moldava sig.ra Roberta Mangheva 🙂

    1. hull

      Sarebbe bello che i tifosi sventolassero le bandiere delgli Aironi… tanto per far capire lo spirito del gioco (a chi vorra’ capirlo…)

  13. hull

    Non ho visto la partita, ma se i 2000 spettatori sono veri, sarebbe una buona notizia: io me ne sarei aspettati circa un quarto (500 o giu’ di li’…).

    1. Ale

      portali a 1000 ed hai fatto centro. Mi chiedo in quanti saranno quanto le sconfitte aumenteranno e l’effetto novità sarà svanito…

    2. Francesco

      Avran pagato in 200?Fra il pubblico Gavazzi ,Vaccari,Sacca,Dondi con figlia,Brunel ,tutta la FIR e qualche aspirante come Giovannelli. Uno spettacolo..

      1. Ale

        Il debutto degli Aironi fu di circa 4.500 nel primo anno di Celtic e Viadana è un paesello rispetto a Parma. Ancora un paio di sconfitte e poi Gavazzi sposterà tutto a Brescia. Spero tanto che il copione sia diverso…

      2. hull

        Gia’, ma fin dal primo anno gli Aironi erano meglio organizzati furoi dal campo (per quel che posso capire) e a Viadana in Eccellenza c’era gia’ un bel pubblico, mentre a Parma…

  14. Hrothepert

    Maurizio te che c’eri, la verità è che allo stadio c’era un pubblico abbastanza folto (come asserito dai telecronisti di Sportitalia) o scarso (come sostenuto dal Grillotalpa nell’ articolo)?

      1. Francesco

        Hanno dichiarato 2000 persone,e mi sembra veritiero,ma a Paganti saranno 200.Hai visto che carini i tuoi amici,Gavazzi col look da vincente,Vaccari ,Sacca che mi si e’ imbolsito.Dondi con la figliuola, insomma quelli che voterai. Cambia idea amico rovigotto!

  15. Hrothepert

    Allora, mi domando, da quale fonte il blogger ha avuto la notizia? Poi è chiaro che il sospetto di faziosità si insinua tra coloro che, non allineati e coperti, hanno letto l’ articolo!!

      1. David, la partita l’ho vista in tv. Avrò avuto una percezione “limitata” dalle inquadrature, ma non mi è sembrato ci fosse una grande folla (ne parlavo con un collega della carta stampata ieri sera: per lui non si superavano le mille presenze, a me è sembrato un numero eccessivamente basso). E mi dispiace. Poi bisogna decidere quale debba essere il parametro: se si pensa che per lo Stade sempre a Parma erano andate un migliaio di persone allora è un successo quasi straordinario, Se il paragone lo facciamo con il debutto Aironi (mi pare ci fossero oltre 4mila persone) allora è un mezzo flop. Comunque la si veda 2mila persone sono meno della metà della capienza richiesta dal board di 5mila posti a sedere. E per un debutto è un po’ poco. E a me – che tu ci creda o no – spiace parecchio. Poi Parma è una città strana, dove le varie (tante, troppe?) anime rugbistiche amano guardarsi l’ombelico. E aggiungo ancora: purtroppo.

  16. biagio

    Io c’ero : la tribuna più grossa era quasi tutta piena, un buco sull’estrema destra e qualche buco a sinistra in alto.
    La tribuna al sole, dove ero io, era piuttosto piena mentre nella nuova tribuna c’erano un centinaio di persone.
    Nel secondo tempo invece molti sono rimasti a bordo campo.

    Cose da rivedere : lunga fila all’ingresso forse anche per l’orario … alle 19 del venerdì sono arrivati tutti insieme ed ho dovuto fare una bella fila. Per quanto riguarda il rifornimento di “luppolo” invece buono il prezzo al boccale (3€) ma anche lì un bel pò di fila all’intervallo.

    Per il resto, senza entrare nel tecnico, se le Zebre avessero marcato il pubblico sarebbe andato via ancora più contento !

  17. David

    @ Francesco : ero davanti al televisore e quindi non so se sono entrati gratis o no, quì sopra uno che c’è stato dice che c’era una lunga fila … quando si entra gratis non credo che si faccia.
    Si, il Gavazzi mi è sembrato sereno … evidentemente avrà avuto qualche bella notizia dal polesine … urka !

  18. fracassosandonà

    Più che un comunicato stampa quello federale sembra un servizio da cinegiornale, stile istituto luce… Pubblico delle grandi occasioni… Entusiasta ed entusiasmante. Presente in tribuna il caro leader… La partita la guardo domani…

  19. lupo

    attenzione a confondere per cattiveria gratuita o partigianeria una cinica constatazione della realtà dei fatti. qualcosa di positivo si è intravisto, ma i dati che (s)oggettivamente fanno pendere la (mia personalissima) bilancia verso il pessimismo cosmico sono evidenti.
    il pubblico non so se fosse così numeroso o meno ( dalle immagini tv gli spalti sembravano discretamente pieni, ma basta aver spalti piccoli e…) ma di certo non mi sembrava particolarmente “caldo”, sembrava più wimbledon, qualche gridolino e la sfilata di vip in tenuta di gala con sorrisone d’ordinanza.
    in chiusura sparo la bomba grossa che mi farà quotare come un perfetto idiota da molti: chillon a me non è dispiaciuto per niente, tanti, troppi errori, ma una bella attitudine ad aprire velocemente (che con la nuova regola è d’obbligo) e molta qualità di base che quando non si sentirà più obbligato a strafare ed i meccanismi offensivi saranno più oliati potrebbero regalare buone sorprese ( e non solo alle zebre), insomma, un buon prospetto.

  20. emanuele

    se l’UFFICIO STAMPA FIR dichiara 2000 spettatori ( diverso da supporters ) vuol dire che saranno stati 1800 o qualcosa più…all’esordio!!! bisogna lavorare e parecchio sull’immagine della società ( e mi sa che sarà veramente dura perchè l’immagine è pessima ). A me la squadra ha dato buoni segnali ma ovviamente ancora lontani dal poter sperare in qualsiasi risultato anche lontanamente positivo. Cuore e passione dei giocatori veramente visibili. Questa è la mia opinione

  21. Fabio

    Quest’anno si dovrà fare il paragone Aironi-Zebre x tutto l’anno, e forse anche buona parte dell’anno prossimo.
    Mi chiedo perchè in questo Paese tutto debba finire per forza a schieramenti.
    Va bene avere le proprie opinioni, ci mancherebbe, ma alla lunga non diventa noiosa, pur se con tanti dubbi e tante verità, sta storia dello scippo?
    Come ho già avuto modo di dire ho seguito Viadana prima e gli Aironi poi, ormai è successo quello che tutti sappiamo, possiamo parlarne per tutto il campionato, ma il fatto è che non ci sono più gli Aironi (e mai più torneranno) e ci sono le Zebre (per quanto non si sa).
    Apprezzo Lo scalmanato, che pur essendo “una vedova nero-argento” a Moletolo ci è andato comunque, in nome del rugby (io ancora non ce la faccio).

  22. Da

    Io la partita l’ho vista e le Zebre han fatto vedere tutti i loro limiti ma anche delle potenzialità.
    Penso che, l’uscita di Murphy e il fatto che il Connacht abbia giocato senza mediano di mischia per quasi tutto il secondo tempo abbia penalizzato gli Irlandesi.
    Tornando ai nostri, un giudizio, a parer mio, lo potremo dare a febbraio perché, allora, questa squadra avrà fatto abbastanza partite e aver creato un minimo di amalgama tra i giocatori e provato meccanismi di gioco consolidati. Ora, ovviamente, queste cose non possono esserci

  23. mezeena10

    aggiungo, il connacht ha giocato senza mediani di mischia quasi tutto il secondo tempo, spostando il loro uomo migliore fino a quel punto, a ridosso del pack..con tutti i limiti che questo ha comportato..penso sarebbe stato maggiore il divario se non si fossero fatti male entrambi!!!

  24. Paolomn

    Possiamo chiedere a Sportitalia di cambiare commentetore? tra lui e il socio veramente scarsi, come in telecronaca “pubblico presente 3500 circa un buon inizio per le Zebre ,Parma ha risposto”,ma dove li ha visti???
    Un saluto a Fabio con cui condivido la stessa passione!

    1. David

      ma scusate, un povero cristo che sta facendo una telecronaca secondo voi dovrebbe contarli uno per uno ???

      state rasentando il ridicolo …

  25. Ermenegildo

    ma…i telecronisti di Sportitalia li ha “selezionati” Dondi? 3.500 persone? La tribuna di Parma ricorda vagamente quella del Thomond Park, ma se prendi e la infili dentro ci sta 4 volte e lì ce ne sono due uguali, ed erano discretamente piene : pubblico dichiarato x Munster-Treviso ? 7.000. A Parma quindi ce ne sarebbero stati la metà? Ah, ah, ahhhh! Ridicoli, e fanno pure i giornalisti che scrivono di rugby… Poi nel bollettino si dice circa 2.000? Beh, fate un fermo immagine e contate le cadreghine… pubblico massimo 1.500! cosa non si fa per…

  26. malpensante

    La partita non l’ho vista, ma come capienza, le due tribune hanno 2500 posti “teorici”, circa 500 in meno a sedere. Le tribune ex flaminio, 1500 (credo)

  27. nonnoleo

    secondo me a inizio partita erano massimo 500 poi col passare del tempo sono aumentati,non dite che alle 19 e’ un brutto orario,io che sono un vero appassionato anche se giocassero alle 4 di mattina a quell’ora ci sono,quindi i veri appassionati erano 500 di cui quanti paganti

  28. Hrothepert

    Caro Mezena, io cerco di non usare toni offensivi con nessuno, tu invece mi sa che avresti bisogno di imparare un po’ di educazione!! In quanto all’italiota io vengo da un posto in cui si pensa che la cazzata più grande in 1500 anni di storia sia stata votare si al referendum per entrare nell’unità d’ Italia e mischiarci con gli Italiani (siano essi del sud ma anche del nord!!) se poi ci metti che sono cresciuto in Scozia mi sa che lItaliota saresti più te che io!!

    1. mezeena10

      e tu imparare a leggere l’italiano,la dicitura italiota dopo la tua affermazione sul referendum è piu che giustificata allora..e l’educazione certo non la imparo da te..ricordo il tuo post “io il rugby l’ho conosciuto tanti anni fa in scozia etc etc”..io non ci sono manco nato in italia, ma tant’è non sto qua a raccontarti la storia della mia vita perche non me ne puo fregare di meno e penso importi poco anche agli altri..non mi pare di aver usato nessun tono offensivo e se cosi fosse me ne dispiaccio..a me sembra invece che toni offensivi li usi tu, contro il blog in primis e tentando d’insegnare il mestiere a uno che lo fa (di mestiere scusate la ripet.) e piuttosto bene, del resto i criticoni per partito preso siete 4 gatti)..dalle mie parti si dice ” a ognuno il suo mestiere” appunto!!! ribadisco il vantaggio di ieri era per un “avanti” e non un penalty advantage..rivedi il filmato e avrai le risposte..ultimo consiglio leggi piu attentamente i posts cortesemente onde evitare di distribuire “consigli” a chiunque su come si sta al mondo..grazie!!!

      1. mezeena10

        ribadisco vai tu al corso..magari inizia col primo momento gsp..anche tu a dire agli altri come si sta al mondo???

    1. mezeena10

      no, ma è per questo che è stato dato come acquisito in breve tempo..vacci tu con borra al corso di recupero..tanto siete della stessa famiglia mi sa!!!

  29. Filippo

    Caro Gsp tutti hanno da imparare qualcosa da tutti, quindi scendi dal tuo piedistallo…secondo se i giocatori sono dei professionist…i allora si comportino come tali…quanto alla frase storica di Owens…aveva pienamente ragione…se ti vuoi comportare da stronzetto vai a giocare a calcio

    1. gsp

      caro filippo, perche’ non ci sono stronzetti che giocano a rugby? dai, dai. se per te this is not soccer e’ una regola che pensi di dover imparre sei liberissimo di farlo.

      1. Filippo

        di stronzetti che giocano a rugby ce ne sono e posso dirlo per esperienza 🙂 il resto del commento mi sfugge

  30. Bartolomeo

    Ricapitolando Squadra: piuttosto scarsa, senza idee, senza un piano di gioco ben definito. Bene alcuni singoli, geldenhuys su tutti(perchè non gioca in francia o inghilterra? ) ed altri ex aironi, fisicamente e mentalmente gia pronti per questo livello.. Formazione totalmente errata, chi la fa Troncon o Gajan? Sinoti estremo spaesato, benettin secondo centro evanescente. Scambiarli tra loro no? Oppure sinoti secondo centro e Trevisan estremo no? Ma queste cose le vediamo noi tifosi,lo staff che sta li a fare? STADIO: brutto, non a norma celtic(5000 posti coperti) al massimo terrà 3000 persone. Affluenza scarsa circa 1000 persone allo stadio di cui il 50% non paganti, tra ragazzini delle società e biglietti gratuiti per amici degli amici. Atmosfera allo stadio inesistente, zero tifo, zero attaccamento alla squadra, zero incitamento. Giocatori non convocati in tribuna totalmente disinteressati al risultato della squadra. Calcolando che : 1 era la prima partita in casa, Aironi ulster 4500 tifosi 2 anni fa, Treviso Scarlets 6000 2 : Aironi con Connacht han vinto al primo e al secondo anno, 3 Connacht è la squadra nettamente piu scarsa del pro 12, 4 ora arriveranno le batoste vere contro le squadre vere. Posso tranquillamente trarre una semplice conclusione.
    LE ZEBRE SONO LA SQUADRA/SOCIETÀ/PROGETTO PIU TRISTE DELLA STORIA DEL RUGBY ITALIANO.

      1. hull

        @francesco dopo due giornate e’ difficile giudicare, ma se guardi a quello che hanno fatto negli ultimi due anni, direi di no…

    1. Rabbidaniel

      Concordo con te su Sinoti, a estremo non dà il meglio, soprattutto al piede. Forse l’anno messo estremo per sfruttare le ripartenze.

    2. hull

      Capitolo centri: perche’ non si e’ tenuto Pizzarro che era uno dei pochi che avevano fatto quasi sempre bella figura con gli Aironi? Avrebbe fatto gran comodo.
      Stadio: gia’ cosi’ e’ troppo grande per il pubblico che lo frequentera’, ogni centesimo speso per ampliarlo e’ buttato. Se con trattative “politiche” si e’ riusciti a farlo accettare al Board anche se non propriamente a norma, meglio cosi’.

  31. Francesco

    Basta guardare,scusate,a qualità singola e collettiva per definirla sicuramente la meno dotata,quantomeno non migliorata rispetto la passata stagione.

    1. gsp

      ma come fa a dire una cosa del genere? hanno fatto 8′ l’anno scorso e 9′ due anni fa (inutile dire davanti a chi). nel mercato si sono anche abbastanza rinforzati. hai giudicato vedendoli in una partita contro la squadra piu’ scarsa, messa insieme da due mesi.

    1. mezeena10

      ecco e meno male che sei cresciuto in scozia!!!football (footy) è il nome del rugby in piu o meno tutto il mondo, soprattutto emisfero sud..il gallese owens pronunziò quella fantastica frase..gli americani han sempre copiato (e male vedi rugby) quasi tutto..i loro giochi, quelli propriamente americani eccetto il basket, fanno cagare e son noiosissimi..per questo hanno i vari shows di contorno..hrothe i complimenti!!!

    2. Filippo

      mi dispiace esimio professore…purtroppo io ho sempre studiato e parlato lo slang americano…non parlo in punta di forchetta

    3. gino(monza)

      Vediamo se si riesce a far terminare questa strana disquisizione
      Da wikipedia :
      in origine il termine inglese football, contrariamente a quello che si pensa, non indicava necessariamente giochi in cui era previsto calciare il pallone, ma tutti quelli praticati dagli artigiani e dai contadini “a piedi” (to play at ball on foot, da cui il sostantivo moderno football)

  32. -BRCK-

    Scusate una riflessione: che cosa c’entra il calcio? Qui si parla di rugby.

    E poi, finiamola con la storia della grande morale del rugby. Va bene, è un bello sport con dei valori (come qualunque altro sport), ma sta storia dei rugbisti giganti buoni e calciatori stronzi e fighetti è ridicola. Che io sappia, ancora nessun calciatore viene puntualmente arrestato per ubriachezza molesta, o prende contromano l’autostrada su un kart da golf o finisce regolarmente in qualche comunità con problemi di dipendenza da alcool. Al massimo i calciatori fanno un po’ i cazzoni in qualche squallido programma tv come Gavin Henson, rugbista emerito.
    L’unico motivo per cui in Italia non abbiamo di questi esempi (a parte uno arrestato per violenze domestiche e uno al grande fratello) è perché qui a rugby giocano in pochi e ancora di meno prendono ingaggi anche solo paragonabili a quelli dei calciatori.

      1. -BRCK-

        Paul Gascoigne e George Best, contro (ne prendo due a caso) Zac Guilford (beccato a correre tutto nudo per la città) e Quade Cooper (in ogni bar in cui entra, scoppia una rissa). Poi possiamo andare avanti, ai rugbisti non manca niente: pagliacciate in tv (Gavin Henson e il ragazzo del GF di cui non ricordo il nome), il bloodgate (siamo all’illecito sportivo, pari al calcioscommesse), dalle divertenti conseguenze delle loro ubriachezze moleste fino al presunto stupro in Sudafrica da parte dei ragazzi della Nuova Zelanda under20.
        Quindi finiamola anche con questa storia ridicola. Smettetela di paragonare il rugby al calcio, sono due sport diversi. Nel secondo è più facile trovare gli imbecilli, perché i praticanti sono dieci volte superiori rispetto al rugby e perché gli interessi economici dietro al business del calcio il rugby nemmeno se li immagina, ma ciò non toglie che le cose peggiori io le abbia sentite fare da dei rugbisti…

    1. Filippo

      si si…continua a veder solo che ti fa comodo…fatti una bella ricerchina e vedrai illustri calciatori, soprattutto inglesi denunciati per violenze domestiche, ubriachezza molesta e via dicendo…informati prima di parlare

      1. gsp

        filippo ma che dici? hai letto di danny care, bloodgate, rugbysti australiani.
        e poi i rugbysti inglese e gallesi sono i primi al mondo per ubriachezza molesta. fai una ricerchina…

      2. Filippo

        caro gsp…sono vicende che conosco benissimo…invece di mettere la testa sotto la sbbia si ricordassero un esempio su tutti di Paul Gascoigne….prima di guardare l’erba del vicino si guardasse la propria e io la mia la guardo…

    2. Egidio

      Brck, spero portino la squadraccia delle zebre al tuo paesello Calvisano cosi unite le cose. Squadra indegna e stadio da oratorio.

  33. Lo scalmanato (ero Maurizio)

    Ieri sera c’era il mitico Paolo semplicemente tre bandiere (Italia, Aironi e Connnacht), senza per questo tifare contro le Zebre e con la massima simpatia e amicizia per tutti i giocatori (con un distinguo per le interviste del capitano azzurro con la minuscola – quello con la maiuscola essendo solo Giovanelli -). Come ho detto alla figlia di un potente a proposito degli Aironi non si può cancellare quello che si trova nel cuore….Ciò detto si continuerà ad andare a Moletolo.

    1. biagio

      verissimo, ho scambiato qualche parola con lui dicendogli che aveva fatto bene a portare la bandiera degli Aironi non per criticare le Zebre ma semplicemente per rappresentare l’ex-franchigia del cuore.
      per il resto leggo commenti poco corretti che parlano di 500-1000 massimo 1500 persone e per di più non paganti … al colpo d’occhio sembravamo (visto che io c’ero) più di 2000, forse quasi 3000 e vi assicuro che ho fatto la fila per PAGARE il biglietto e sono entrato a partita iniziata.
      mi aspettavo meno gente, o meno fila, fate un pò voi.
      mi piace il commento dell’amico “scalmanato”, lui resta della sua opinione ma evidentemente essendo della zona andrà a vedere le Zebre, credo esultando se vincessero una bella partita … al di là di quanto successo agli Aironi e con i veri valori del rugby.

  34. Stefano

    Si, è vero, le Zebre stanno antipatiche a molti, forse alla maggioranza, ma rappresentano volenti o nolenti il rugby italiano, apprezzo Lo scalmanato che per amor del rugby italico va comunque da viadanese a vedere le Zebre, vanno sostenute da tutti, specie chi è della zone, anch’io da tifoso del Petrarca vado a Treviso a sostenere la Benetton, e molti come me lo fanno, certo non riuscirò mai a gridare “leoni, leoni”, ma un forza Treviso si!

    1. Lo scalmanato (ero Maurizio)

      Sono parmense e cittadino parmigiano, mi onoro di essere amico dei viadanesi e andrò a vedere le Zebre ogni volta che potrò: W il rugby!

  35. Matteo

    @ gino monza e quì ti sbagli non so se hai mai giocato ma parlando per esperienza personale il primo anno di lavoro serve per fare esperienza il secondo per prendere coscenza di dove ci si trova e il terzo devi vincere le partite che bisogna vincere tu mi dirai che le zebre sono nate pochi mesi fa e che bisogna lasciarli lavorare etc. Etc. Etc.
    Ma io dico che questo per molti é il terzo anno e con lo staff che di esperienza ne hanno dovrebbero in teoria vincere le partite fattibili senza far fare agli avversari quello che vogliono per un tempo sopratutto per una squadra come connath che non mi é sembrata propriamente trascendentale
    Quindi abbiamo fatto passi in dietro notevoli anche perché la sconfitta di newport é stata la peggiore a livello di punteggio contro i dragons mentre contro connath in casa gli aironi non avevano mai perso
    Morale non solo si é perso tempo ma si sono fatti passi indietro poi vedendo il roster mi sembrano un pò corti
    Comumque ripeto che non sono mai stato un aironi fan ma mi limito ai risultati

    1. hull

      Il passo indietro (multiplo) e’ stato fatto questa estate, ma non l’ha certo fatto chi va in campo, che forse sono i veri sconfitti della vicenda.
      In ogni caso, non pensiamo che gli Aironi (o gli Aironi 2) quest’anno sarebbero stati dei pretendenti per le semifinali, siamo seri.

  36. gsp

    @mezeena, la regola sul vantaggio e’ abbastanza chiara. il vantaggio deve comportare un vantaggio tattico o territoriale. spiegami dov’era il vantaggio. e facciamo una discussione produttiva.

    1. Stefo

      @ gsp

      se guardi come Joubert ma anche molti altri arbitri gestiscono il vantaggio e’ come e’ stati gestito ieri. Io ho detto piu’ volte che il metro Joubert lo trovo frettoloso ma purtroppo e’ quello che sta prendendo piede. La definizione di vantaggio tattico della IRB e’ molto base:”Tactical advantage means freedom for the non-offending team to play the ball as they wish.”…il metro tipo Joubert (che ripeto a mio avviso sta diventando il metodo condiviso e che a me non piace) quindi interpreta che nel momento in cui ad esempio da una ruck l’MM riesce ad avere un pallone pulito e giocarlo il vantaggio tattico si e’ verificato e lo da per finito.

      1. Stefo

        In base quindi alla definizione gsp tu puoi dire che per te non si e’ verificato il vantaggio l’arbitro puo’ dire di si…la differenza e’ che lui fa corsi di aggiornamento e verifiche con gli organi preposti a speigare le regole. Di rrore smetterei di parlare perche’ a termini di regolamento l’interpretazione dell’arbitro non e’ tecnicamente sbagliata, puo’ non piacere come interpretazione ma non e’ tecnicamente sbagliata.
        Poi se si vuole andare avanti e ecriminare sull’abitraggio amen

      2. mezeena10

        se si rivede l’azione l’arbitro ha dato acquisito il vantaggio perche vi era una superiorita numerica rilevante al largo ( 5 contro 2) ed erano praticamente sulla linea del vantaggio..per me l’interpretazione è chiarissima e non perche mi stan sulle balle le zebre..cosa che peraltro non è vera, mi stan sulle balle i loro dirigenti..per i giocatori ho il massimo rispetto, perche volenti o nolenti in sta situazione ci si son ritrovati..

      3. gino(monza)

        Stefo non credo si debba parlare di metro di Joubert o di qualche alttro arbitro che vada per la maggiore.
        non so neanche se il metodo joubert si la strada maestr seguita o da seguire quello che so è che oggi applicando il metodo joubert NZ non avrebbe segnato la prima meta contro l’Argentina e Nigel non sarebbe ritornato indietro di 30m circa dopon quasi un minuto in Australia-SA e nigel è gallese

      4. Stefo

        @ Gino

        parlo di metro Joubert perche’ e’ quello che a mio avviso e’ piu’ estremo di tutti nel gestire il vantaggio molto velocemente ed e’ stato l’arbitro che negli ultimi anni ha per me iniziato questa gestione estremamente veloce del vantaggio. A livello generale se vai a riguardare artite degli ultimi 4 anni da dopo il mondiale 2007 vedrai come sempre piu’ arbitri si siano allineati a questo tipo di metro specialmente nell’emisfero sud.

        A me non piace -lho scritto anche tante vole in assato- ma non si puo’ dire che e’ un errore perche’ tecnicamente non lo e’ (e aggiungerei che se uno non e’ sicuro prima di attaccare l’arbitro dovrebbe controllare il regolamento).

        Personalmente preferisco una gestione piu’ equlibrata e meno frettolosa del vantaggio (Wayne Barnes e’ il primo che mi viene in mente).

      5. gino(monza)

        Stefo, come ti ho detto precedentemente non amo parlare degli arbitri e nel caso delle zebre l’ho fatto solo perchè troppi giudizi non equi dati nei posts.
        Però non si può assistere senza notare o far notare che gli arbitri giudicano in maniera troppo differente sullo stesso evento.
        Se hai visto NZ Arg e Austr. SA non è il metodo veloce o svelto che è stato applicato.
        La differenza di applicazione ha consentito alla NZ di segnare una meta e alle zebre di mancare una opportunità.
        Allora IRB deve intervenire
        . 1 secondo? va bene ma per tutti, dieci minuti? va bene ma per tutti, emisfero nord si sud no va bene ma sempre per tutti e tutti i casi altrimenti si ingenerano dubbi e sospetti anche legittimi

      6. Stefo

        Gino non ho visto AB-Argentina infatti non ho commentato su quello.

        Il regolameno e’ quello parla di vantaggio tattico o vantaggio territoriale, la definizione di vantaggio tattico l’ho riportata nel caso qualcuno non la sapesse o l’avesse dimenticata.

        La regola come gran parte del regolamento nel rugby lascia spazi all’interpeazione anche per permettere che l’arbitro possa tenere in considerazione la dinamica con cui un evento avviene. Giusto o sbagliato?Ognuno la vede come vule, io reputo che sia giusto lasciare spazio interpretativo per certe situazioni di gioco e sbagiato per altre.

        Personalmente non ho voglia di andare troppo avanti sugli arbitri perche’ reputo che sia un discorso inutile e in cui si aplica poca imparzialita’ ma si ragiona in base alle simpatie…volevo solo recisare che a termini di regolamento la decisione dell’arbitro in Zebre-Connacht non era tecnicamente sbagliata…si puo’ discutere l’inerpretazione della regola nel suo complesso ma la chiamata di per se stessa non era un errore.

      7. hull

        @Stefo
        l’aspetto negativo di questa interpretazione e’, col professionismo, che cosi’ le squadre smettono di PROVARE a giocare il vantaggio e invece fanno un in avanti volontario (o similia) per prendersi il calcio, e questo e’ contrario allo spiriito del vantaggio.

      8. Stefo

        Hull l’avanti volontario o il non giocare l’ovale per prendere il calcio e’ sempre successo e personalmente non credo si possa dire sia lesivo dello spirto rugbystico…e’ una decisione come ora si puo’ decidere sull’avanti che finisce fuori se giocare la mischia o il lineout.

      9. hull

        Stefo, sono d’accordo con te che c’e’ sempre stato chi ha preferito il calcio al vantaggio, ma con questi metri di giudizio si rischia di aumentare il numero di quelli che vogliono il calcio anziche’ il vantaggio… e allora che ci sta’ a fare la regola del vantaggio? in questo modo la si svuota del suo valore…

      10. Stefo

        Hull non credo sia una questione di metro di giudizio ma di scelte delle squadre…avveniva prima, avveniva ed avcviene con arbitri anche che applicano metri piu’ “equlilbrati”. E’ una decisione tattica che non credo si possa dire sia lesiva dei valori del rugby.

        Se permetti Hull noto molto piu’ lesivo che alla prima partita subito si sia attaccato l’arbitro e si sia messa in disccussione una sua decisione (tecnicamente corretta tra le altre cose, quindi chi critica prima dovrebbe magari leggere il regolamento ed accettare che diversi arbitri hanno diverse interpretazioni perche’ il regolamento per sua stessa natura per come e’ scritto lascia spazio all’interpretazione).

    2. mezeena10

      gsp te l’ho spiegato dov’era il vantaggio..non hai null’altro di cui disquisire???o pensi sempre l’arbitro abbia penalizzato le zebre?o se, e ma..e tu e su..a georges st-pierre de noantri non fà il furbo!!!qui mi sa che non c’è piu nessuno col dito in bocca

  37. gsp

    sul”’italiotita” e’ soprendente il modo in cui la usi.

    voler capire perche’ certe decisioni vengono prese, anche per imparare, e’ l’esatto opposto dell’aspetto dell’italianita’ al quale ti riferisci. e’ molto piu’ ‘italiota’ accettare decisioni perche’ e’ cosi’ e s’e’ sempre fatto ccosi’.

    trovo invece un po’ strano, e spero te ne accorga, quanto tu faccia ricorsa ad uno degli aspett peggiori dell’italianita’. e cioe’, quando non condividi qualcosa, la butti in politca, oppure su presunti legami familiari, e se proprio non ti rimane altro perche’ ti pagano o perche’ gli altri hanno qualcosa da guadagnarci. non e’ possibile avere opinioni diversi perche’ si vedono le cose in modo diverso? io ed il grillotalpa parliamo spesso senza essere daccordo, senza ricorrere a ste cazzate.

    poi se liberissimo di farlo, ed usare l’italiota come e quando ti conviene. ma peggio per te, ne viene fuori un personaggio caricaturale alla stanis la rochelle.

    1. mezeena10

      gsp devi avere difficolta a comprendere l’italiano scritto..dimmi dov’è che la butto in politica???e su cosa non dovrei esser d’accordo? su un vantaggio per un avanti invece che per una punizione???ma fammi il piacere..non perdi mai un’occasione eh? tu invece nel ruolo del cretino mi pare ti ci cali benissimo a volte! altro che stanis..come battutista o citazioniere sei proprio di C2!!!anche tu come qualcun altro vorresti insegnare alla gent a stare al mondo..ma vvivi e lascia vivere oltretutto ho scritto varie volte che ero contento fossero riiniziati i campionati cosi lasciavamo per un po la politica e il politichese da parte..e bada bene io non ti ho mai detto che o chi diavolo sei e se ti pagano per dire cio che dici, mai!!!e ti sfido a trovare un solo post..una volta ti ho detto che quotavo quello che si chiedeva se mai tu fossi sceso in campo per solo un minuto..tutto qui..

    2. mezeena10

      gsp quanto a buttarla in politica potrei farti l’elenco dei pipponi in pseudopolitichese che hai postato, non ultimi proprio ieri..e dai sii serio per una volta..o cos’è che ti rode? o pensi sempre che soffra di “centralismo kiwi visto dall’europa”??? (tra l’altro ancora non mi hai spiegato che diavolo significhi)

  38. spisier

    incompresibilmente euforico il commento dell’imperatore ( Costantino ) che ha fatto vedere cose che non c’erano : gli spettatori . ma dove erano i 3000 presenti , ieri sera ?? se tutto lo stadio tiene circa 4000 / 4200 , ieri non c’erano piu’ di 1000 / 1300 spettatori . pessima telecronaca anche tecnicnicamente . e grazie per i 4 minuti persi nella telecronaca del treviso : non e’ che SPORT ITALIA si stia RAICIZZANDO , vero ???

    1. gino(monza)

      guarda che sportitalia faceva così anche col Top 14 e ancora prima con la magners league però c’era Bettarello che compensava oltre che alla rubrica SI rugby

      1. mezeena10

        oh vedi che almeno su qualcosa siamo d’accordo???anch’io adoro stefano bettarello!!!la migliore apertura italiana di sempre!!!il mio modello e maestro e punto di riferimento..spero proprio appena torna in italia possa ricominciare a fare le telecronache!!!

      2. Lo scalmanato (ero Maurizio)

        Consiglio a tutti l’eccellente articolo di Bettarello su Rugby Club NON consiglio l’intervista a Bortolami sullo stesso numero….bah!

    2. gino(monza)

      ma forse siamo d’accordo più spesso di quanto tu non creda.
      solo sono in pieno disaccordo su quanto è accaduto ieri nell’episodio che viene qui discusso.

      1. mezeena10

        gino ho gia spiegato come la penso, che tra l’altro è esattamente quello che ha visto l’arbitro, ma non solo per questo..per me si è visto molto bene in diretta, ma ho rivisto le immagini e si sente oltre a vedersi chiaramente..non prendere per oro colato i commenti dei cronisti di sportitalia, tra l’altro alquanto faziosi..pure comprensibile per carità, ma non negando la realtà..per fortuna c’è il video

      2. gino(monza)

        guarda che non prendo per oro calato i commentatori visto che non prendo per oro colato nemmeno me stesso però vorrei un tuo commento non tanto sul caso di ieri ma su NZ-Arg e Australia -SA su come gli arbitri hanno gestito i vantaggi di episodi simili.
        Vedi ciò che ho scritto a Stefo per esempio.

      3. mezeena10

        si ho letto gino..son d’accordo con stefo..purtroppo nonostante le varie direttive e nuove regole, ogni arbitro ha un suo modo di gestire gli incontri..ad esempio trovo molte differenze tra i vari arbitraggi di uno stesso arbitro, scusa le ripetizioni..i migliori fanno un po scuola, o dovrebbero..a me piacciono walsh, joubert e rolland..sono una spanna sopra gli altri per me..ma come vedi son 3 che piu diversi non si puo

      4. Stefo

        Gino scusa ma secndo te chi ha sbagiato?Owens oggi o l’arbtro di ieri sera?Oppure tutti e due che hanno applicato i due estremi interpretativi (mi fido di quello che ici su Owens ripeto non ho visto la partita)?

  39. And

    2,025 spettatori stando al sito ufficiale del RaboDirect PRO12

    Un pò come le manifestazioni politiche e i concerti gratuiti: x gli organizzatori un botto di persone, per la questura un pò meno. A occhio dalla tv la tribuna centrale era piena, quella inquadrata no, ma comunque nn sguarnita. Le 2000 presenze sono un numero realistico perciò. Parlare di 3500 mi sembra eccessivo, ma ho segiuto solo il 2° tempo.

      1. spisier

        No , x 2000 si intendono comunque i presenti ! e sono quelli che vengono dichiarati , da fonti parmiggiane , al sito ufficiale del RaboDirect PRO12 . i paganti erano comunque molti molti meno ! Atmosfera irreale all’inizio , con 7/800 presenti in silenzio o quasi ….Mamma mia !!!

  40. Hrothepert

    Mezenaa io non volevo tedIare nessuno con la “storia” della mia vita, volevo soltanto chiarire a Giovanni, portando argomenti a suffragio, che io per storia personale sono totalmente alieno diatribe o polemiche elettorali o di tifoseria “locale”, lungi da me anche volere insegnare agli altri come si sta al mondo, anchè perchè il più delle volte non ne vale la pena, in quanto alla frase di Owen avevo equivicato il senso come una affermazione tradotta “Questo non è il calcio”, comunque dovrò scrivere al coach della squadra della scuola dove ho studiato (ammesso, augurandoglielo di cuore, che sia ancora vivo!!) che lui, tutti gli altri tecnici che ho avuto, i vari compagni,avversari, tifosi, supporters, i loro padri, i loro nonni, bisnonni e adesso i loro figli hanno sempre sbagliato a chiamarlo Rugby ma va chiamato FOOTY, perchè così lo chiamano nell’esmisfero sud (io poi che ho 10 parenti in Australia, tra zii,zie, cugini e cugine non è capisca gran che quando mi parlano, è anche vero che, per amore di onestà, l’unica che capisce bene noi rimasti nell’emisfero nord e la zia Ether perchè è Scozzese come noi!!) e Owen, naturalmente!! Anzi saresti così gentile di andare su te a dirglielo per me? In quanto a quello che ho scritto al Grillotalpa non credo che abbia bisogno di un avvocato che perori le sue cause e, se ne dovesse aver bisogno, spero che ricorra ad uno meno indisponente nei confronti della corte. Comunque quoto quello che ha scritto di abbandonare queste sterili e tediose polemiche e parlare di Rugby!!

    1. mezeena10

      sei proprio incredibile..mi riferivo a soccer e football..o rugby football se preferisci..dillo ai tuoi amici cugini zii compagni presidi professori e chi ti pare e piace..ti invito per l’ennesima volta a leggere con attenzione prima di scrivere baggianate..anche se la tua storia personale nel blog parla chiarissimo per te e che razza di persona sei..non aggiungo altro perche ti ho dato fin troppa importanza..a mai piu!

  41. Hrothepert

    Prima dai del “cretino” a GSP (che, giuro, non ho la minima idea di chi sia!!), poi offendi me dicendomi “che razza di persona sono…”, complimenti a te per il rispetto nei confronti degli altri e per l’educazione ricevuta (dovunque tu l’abbia ricevuta), se vuoi “a mai più” con me semplicemente non intrometterti in discorsi che non rivolgo a te e che non ti riguardano!! Complimenti anche al Grillotalpa che non interviene per riprendere chi sul suo blog non rispetta il prossimo lanciando insulti!!

    1. mezeena10

      hai proprio problemi di comprendonio evidentemente..ho detto che si cala nei panni del cretino, non che lo è!sei proprio un minus hrottopert!!!passo e chiudo!e ti giuro, non ti replicherò piu..adios!

  42. Hrothepert

    E’ facile fare così davanti ad un computer, dove nessuno ti vede, ti conosce e soprattutto non ti può “insegnare” un po’ di sana educazione, sarei curioso di vedere se avresti le stesse strafottenza e maleducazione se dovessi farlo di persona!! Ma questo non lo sapremo mai!!

    1. mezeena10

      17 novembre stadio olimpico tribuna monte mario baretto zona est..avrò su un cartello col tuo nome piu qualche aggiunta.. 🙂

      1. mezeena10

        dici a me gino? purtroppo per il 24 non sarò in italia..vado a seguire il mini tour dei tuttineri e poi riparto per l’altra estate giu in nuova zelanda..sperando di beccarli pure sul volo anche se sarà difficile..ma vi seguirò anche da giu!!! 🙂

  43. Hrothepert

    Io, purtroppo, all’Olimpico non avrò la possibilità di esserci e se non fosse per il fatto che sarebbe visibile a tutti ti darei ora qui sul blog e seduta stante il miei nome ed indirizzo, così potresti venire a farmi una visitina, poi..dopo… da bere al bar te lo offrirei io!!

    1. mezeena10

      il bar era inteso come punto d’incontro, non certo per offrirti da bere..credo avremmo ben poco a che spartire! e credimi ormai ne ho viste talmente tante nella mia pur breve vita (37 anni) tra emisfero nord e sud, non da paese a paese, che non ho certo bisogno ne di lezioni ne della tua “educazione” tranquillo..sto bene come sto, grazie per esserti preoccupato! se vuoi te lo scrivo pure in inglese, se mai potrai capire, visto le evidenti lacune anche sui semplici nomi propri..byeee

  44. Hrothepert

    anche io mi scuso con TUTTI (si anche con te che ne sei concausa e parte avversa!!) per questa dimostrazione di inciviltà cui ho partecipato, chiedo venia!!!

  45. Vinicio

    Ragazzi portiamo il tutto alla calma,anche se dopo tanto tempo che leggo sto blog vedo che comunque Gsp e’ sempre in mezzo.

  46. David

    non entro in merito a quando discusso (?) quì sopra e spero la cosa si chiuda quì o al bar del balon da futeball … ma vorrei capire una cosa.
    i commentatori vistosi lo stadio pieno nelle 2 tribune lunghe hanno azzardato 3-3500 presenze sapendo più o meno la capienza … che c’è di strano ????
    magari erano sorpresi anche loro … visto che chi riemie d’epiteti il pur bravo Costantino in questa discussione magari è uno di quelli che l’ha incensato per la telecronaca della scorsa settimana da Treviso … non è che il malcapitato ora sia andato in antipatia perchè uscendo da questo coro d’usignoli abbia fatto solo il suo mestiere (come accaduto nella telecronaca di Treviso 7 giorni fa) senza attaccare questo o quello ???
    ritengo queste critiche veramente immeritate e un pò troppo faziose … se avesse gridato Dondi boia l’avreste fatto Santo … meditate gente, meditate !!!

  47. David

    p.s.) non sono Dondiano … e, come risaputo, neanche Zattiano … guardo al mio piccolo campanile di provincia e non abbocco al pesce grande che vuol mangiare i pesci piccoli …

    1. Vinicio

      Tu si che la sai lunga.Comunque Zebre,parmigian rugby, hanno finito il campionato,con o senza quei 4 gatti che andranno.

      1. mezeena10

        quoto..almeno fino al girone di ritorno anche se non vedo come possano vincere a galway o newport..le altre credo siano senza speranza..spero mi possano smentire, ma dal nulla non s’inventa niente!!!

  48. Hrothepert

    bella azione è David?!? E’ vero che Connacht non è Munster e che le Zebre sono inferiori agli Aironi ma insomma qualche potenzialità c’è, no? Le qualità tecniche di alcuni giocatori non sono adeguate al livello della competizione e su questo non ci si può fare molto, ma lavorando su tattica, disciplina e concentrazione qualche cosa di meglio può venirne fuori, non trovi anche tu?

    1. David

      io penso che Zebre, Aironi o Benetton che sia è doveroso supportare i ragazzi in campo. poi è chiaro che si hanno le proprie preferenze e se la Benetton vince, essendo del nord-est, sono contento. per quanto riguarda la dirigenza ognuno ha le sue idee … ma basta con questo clima da curva di calcio !

  49. gino(monza)

    Stefo io pongo a te e a Mezeena il seguente quesito :
    chiamiamo squadra B quella che è in possesso della palla e A quella che gode del vantaggio
    cioè B Connaght A Zebre oppure B Argentina e A NZ.
    La squadra B aveva il possesso che perde e A acquisice il vantaggio.
    a parma è successo che B perde la palla e ad A viene concesso il vantaggio che l’arbitro pochissimo dopo chiama over e in quel momento A perde la palla che ritorna a B
    il tragitto è un viaggio BAB
    In Nuova Zelanda B ha la palla fa avanti ed A acquisisce il vantaggio l’arbitro fa giocare NZ per lungo tempo ma visto che non sfonda cambia fronte di gioco. l’Argentina ( B) lotta ferocemente ( era anche in inferiorità ) e NZ fa avanti l’arbitro non ha ancora chiamato over e ritorna nel primo punto dando la palla a NZ.
    In questa situazione il viaggio non è BAB ma BAA
    ora chiunque può vedere che tecnicamente non è la stessa cosa e a rigore non è neanche a termine di regolamento perchè uno stesso evento porta a due conclusioni diverse.
    Quindi non saprei bene cosa rispondere al tuo quesito su chi ha ragione.
    però si potrebbe ovviare. come?
    due modi :
    1) drasticamente si cancella la regola di vantaggio
    2) se non si vuole abolire la regola del vantaggio si può dire che il vantaggio è automaticamente finito nel momento in cui la squadra che lo ha perde il pallone.
    in questo caso per le Zebre non sarebbe cambiato niente ma per Argentina forse sì: non dico che avrebbe vinto ma quella meta non l’avrebbe presa perchè avrebbe avuto il possesso di palla nella mischia e magari poteva congelare il gioco fino al rientro del giocatore in Sin Bin
    Il punteggio era in quel momento se non mi sbaglio 9 a 5 in favore di NZ e la partita ancora in discussione.
    in entrambi i casi la regola non sarebbe più influenzata dalle interpretazioni arbitrali.

    1. mezeena10

      sei sicuro fosse un vantaggio per un avanti?non ho ben presente a quale episodio ti riferisci, stasera la rivedo da solo con piu concentrazione..posso pero immaginare che fossero tornati molto dietro la linea e gli argentini lottando ferocemente non gli permettevano di acquisirlo..gino io la trovo ottima invece la regola..perfettibile, ma è peculiarità del gioco, come la seconda fase etc..ps ho finito ora di vedere AU v SA, e owens ne ha dati un paio uno diverso dall’altro, a dimostrazione una volta di piu che è situazionale se cosi si puo definire..

      1. gino(monza)

        sono sicuro visto che hanno ripreso da una mischia a pochi metri dalla linea di meta e
        l’episodio è quello della prima meta dopo l’espulsione.
        Comunque il problema che pongo è eliminare l’influenza delle interpretazioni arbitrali e se non si vuole abolire la regola – e io sono daccordo- si può sterilizzare come nel caso 2.
        non si può mica disquisire su quanto tempo o cosa possa decidere se si è acquisito il vantaggio e se ce lo hai ma non lo sai sfruttare sarà sia colpa tua sia merito dell’avversario e allora perchè punirlo l’avversario se non ti fa guadagnare il vantaggio perchè bravo?

      2. mezeena10

        beh gino in un gioco unico come il nostro che ha la seconda fase come caratteristica, penso non si possa prescindere dal vantaggio..ed è fortemente legato al tipo di azione alla situazione e al giudice del momento..dici troppo arbitrario cosi, pero non saprei come regolamentarlo diversamente..non mi ero mai posto il problema sinceramente anche se giocando a volte ho digerito a fatica alcuni tipi di vantaggio concessi

      3. mezeena10

        gino ho rivisto l’azione della prima meta degli ABs, e non c’è nessun vantaggio dato dall’arbitro ne durante l’azione ne su quella che ha portato alla mischia (avanti di conrad smith dopo una bella percussione al largo)!!! sicuramente ti riferisci ad un altro episodio! bye

    2. Stefo

      Gino ti chiedo scusa ma su NZ-Argentina senza vedere l’azione non posso esprimermi, non e’ questione di non fidarmi e’ questione che l’azione bisogna vederla.
      Il regolamento te l’ho scritto, lascia spazio all’interpretazione ed ho fatto di proposito l’esempio Joubert per spiegare a che estremo l’interpretazione puo’ arrivare ma essere tecnicamente giusta. Da come la descrivi comunque se Owens non chiama vantaggio finito come chiamata senso…posso chiederti se erano a 5-10 metri dalla linea di meta gli AB quando avevano il vantaggio?

      Come ti ho gia’ scritto il regolamento del rugby in quasi ogni sua regola lascia spazio all’interpretazione per permettere che la dinamica dell’evento possa venir presa in considerazione e secondo me per molti casi e’ giusta come cosa perche’ la dinamica impatta sull’azione (facciamo un esempio banale, la ruck il recolamento dice: “Players in a ruck must endeavour to stay on their feet.” lasciando spazio con l’endeavour all’arbitro eprche’ io posso provare a rimanere in piedi ma la dinamica puo’ portarmi a non riuscirci) per altre forse si potrebbe essere piu’ precisi e rigidi di quello che si e’.
      Sulle due conclusioni che proponi la prima non ha senso perche’ di fatto eliminerebbe anche il vantaggio in situazioni in cui viene fatto un fallo in una situazione in cui la difesa e’ completamente sbilanciata. La seconda non mi e’ ben chiara se io ti faccio fallo in ruck e tu prendendo la palla fai subito avanti hai perso il vantaggio?Non vedo la logica.

      1. mezeena10

        infatti penso proprio che l’abbia lasciato giocare a lungo perche come riportato da gino e gsp erano sui 5 metri..ancora non l’ho rivista, ma penso di ricordare fosse cosi..

      2. Rec

        La regola del vantaggio come si applica nel rugby è uno dei motivi (insieme all’uso del TMO) per i quali ritengo che il legislatore (chiamiamolo così) del rugby è sicuramente più intelligente di quello del calcio.
        La regola del vantaggio del calcio (“io ti lascio giocare anche se subisci fallo, però se sbagli sono c…i tuoi”) è un’istigazione a delinquere, a cercare di “fregare” l’arbitro buttandoti per terra.

  50. Rec

    Mi permetto di ricordare ai detrattori di professione, che l’anno scorso il Connacht è arrivato ottavo, due posizioni davanti al Treviso e 4 più su rispetto agli Aironi.
    L’anno precedente, una posizione sul Treviso e tre sugli Aironi.

  51. Spettatore

    Ero alla partita, frequento gli stadi di parma fin dal 25 aprile da circa 20 anni, venerdì sera il numero di 2000 persona è stato quello più vicino alla realtà (lo stadio tiene 3500 più la tribuna del flaminio, quest’ultima era quasi vuota mentre quella grande piena per 3/4 e la piccola piena per poco più di metà, magari non erano tutti paganti, erano presenti un buon numero di bambini che entrano gratis con vistose maglie del noceto e della rugby parma, poche degli amatori e del colorno, oltre alla marea di tifosi in fila per ritirare il biglietto omaggio e pochi sfigati come me che hanno pagato. Il punto comunque secondo me non è questo perchè si sa che il pubblico sarà questo per tutto l’anno a meno di interventi dal nord est (ho visto una buona schiera da calvisano, entrati tutti senza biglietto mentre ero in coda), il punto per me è la mancanza di idee e di concretizzazione contro un avversario non irresistibile che ha solamente saputo placcare perchè in quanto ad organizzazione in attacco è stato nullo, ha sfruttato gli errori delle zebre. I padroni di casa nonostante il punteggio potevano portare a casa addirittura la vittoria se non avessero buttato via nel finale 3/4 azioni con superiorità numerica al largo tipo 3 contro uno con il portatore di palla che invece di passare preferiva fare l’autoscontro con l’unico giocatore che aveva davanti.

    1. biagio

      … anche io ho fatto la fila e ti assicuro che quella che hai fatto te era per chi pagava, gli omaggi li distribuivano in quel banchetto sulla sinistra … e non c’era fila.
      Ma magari li avranno ricevuti a casa … questo non lo so …

      1. Spettatore pagante

        Beh una marea di gente era in fila perchè aveva il biglietto invito da scambiare in cassa, una volta arrivati li venivano fatti passare

  52. Ermenegildo

    Per farla finita con questa sceneggiata degli spettatori utilizziamo due fonti neutrali e casualmente coincidenti : wikipedia che parla di 1500 tribuna ovest + 1000 tribuna est : http://it.wikipedia.org/wiki/Stadio_XXV_Aprile
    e Panthers Football di Parma che presentando il Superbowl del 2011 parla di 2.500 : http://www.panthers.it/pdf/sb11/Stadio_XXV_Aprile.pdf
    la nuova tribuna ex Flaminio a spese del contribuente non era ancora contemplata.
    Ora : calcolando i settori vuoti con fermo immagine e aggiungendo i 4 gatti della “ex Flaminio pagata dai contribuenti” non si raggiungono i 1.800 spettatori.
    Piuttosto, essendo soldi pubblici, invece dei paganti la FIR e i suoi dirigenti di Parma possono rendere pubblici il bilancio di questa operazione edilizia e di quella che a quanto pare verrà, o bisogna richiederlo direttamente in Procura della Repubblica?

    1. Maurizio

      Ermenegildo, per i dati e prgoetto chiedi in Comune a Parma, il progetto è di qualche anno fa, è stato presentato più volte, i soldi sono si pubblici ma del Comune di Parma (o projetc financing, non ricordo) e su area comunale, la fir da il contributo parziale come lo da a tutte le società che fanno campi sintetici, se vuoi sapere qualche informazione senza scomodare la Procura della Repubblica basta andare a vedere sul sito Fir. Chiudo facendo dei ragionamenti sui soldi pubblici in tempi di crisi economica, lo sai che il comune di parma ha dovuto anche pagare delle penali per aver rinunciato a costruire opere (metropolitana) già progettate, programmate e affidate in appalto? Piuttosto perchè nessuno si fa avanti per la licenza celtic del prossimo anno? La soluzione è temporanea no?

  53. Rec

    A quanto dichiarato pubblicamente dalle parti, per la Cittadella del Rugby la FIR dovrebbe aver investito circa un milione facendo allestire due campi sintetici, ed in cambio il Comune si è impegnato a finire lo stadio.
    La Cittadella del Rugby nei disegni della federazione dovrebbe diventare (fatte le debite proporzioni, naturalmente) una sorta di Coverciano del rugby, con raduni delle varie nazionali eccetera.
    I soldi pubblici o da una parte o dall’altra ci volevano. A Viadana la Regione Lombardia aveva stanziato addirittura 4 milioni per le infrastrutture pro-Aironi. Quei soldi che fine fanno? Li usano lo stesso? Ideona: potrebbero girarli su Parma!!! :-)))

    1. Ermenegildo

      @REC grazie x le info e la conferma sui numeri di spettatori che, evidentemente, non vogliono essere visti… Il punto è che non dovresti essere tu a pubblicarli, ma, credo un’operazione di trasparenza di chi si occupa di cose pubbliche. Se mi son perso i dati magari mi dici dove li trovo? Comunque, ammesso che questi soldi, compresi quelli buttati al cesso a Viadana dalla regione lombardia, servano per un centri federale, perchè a Parma? Cioè chi l’ha deciso? in base a quale progetto? Non era meglio una zona più baricentrica come Roma allora? E se si tratta di spender soldi perchè non restare o andare in strutture già pronte? Viadana appunto, Guizza di Padova, Ghirada di Treviso? Cioè questi signori si sono accorti che siamo nel bel mezzo di una crisi economica dove i comuni non hanno più i soldi per le cose basilari? E per il giocattolino del pensionato si spendono 5 milioni di euro ( 4 al cesso + 1 come dici tu…)? Ma la vogliamo finire? Non solo Procura della Repubblica, ma pure la GdF alle Zebre ci manderei!!! 🙂

      1. hull

        Mi fa ridere (per non piangere) quando leggo che la cosa si sarebbe forse potuta organizzare meglio in altre parti d’Italia… infatti il criterio per cui si e’ scelta Parma invece di qualunque altro posto d’Italia e’ particolarmente tristo…

  54. Rec

    Il pubblico di venerdì non era superiore alle 1.500 unita, a mio parere, o comunque contenuto fa le 1500 e le 1800.
    Io dico PER FORTUNA, perché con i problemi organizzativi che sono sorti, se fossero state di più sarebbe stato veramente un grossissimo problema, anche per viabilità, parcheggi eccetera.
    Se non si sbrigano a finire i lavori dall’altro lato dello stadio, sarà sempre un casino.
    Comunque, pensavo che sarebbero stati anche meno, con la diretta tv, il venerdì alle 7, i prezzi troppo alti e via discorrendo

  55. nonnoleo

    nessuno ne ha parlato,si diceva di invasione a parma di spettatori irlandesi e gallesi,quanti erano venerdi gli spettatori della squadra ospite?

    1. Rec

      Dove l’hai letto?
      Poi vorrei sapere cosa ci venivano a fare i gallesi se si giocava contro una squadra irlandese… 🙂
      Di irlandesi ne ho visti veramente pochi, secondo me erano i dirigenti del club con le mogli. Poi c’era anche qualche italiano che tifava, come qui nel blog, per gli irlandesi, ma questa è un’altra storia

  56. nonnoleo

    l’ho letto qui su grillotalpa,letto anche sulla gazzetta di parma detto da manghi,poi ho detto irlandesi e gallesi riferendomi anche alle prossime partite,si fidi sono piu’ informato io di lei,ripeto si fidi

      1. Rec

        Si vede che Manghi non è mai andato a vedere le partite di Celtic a Viadana.
        Stranieri nisba, è la crisi, non è che l’abbiamo solo noi in Italia eh…

  57. nonnoleo

    rec,lei ha detto i soldi della regione lombardia ma che ideona girarli su parma non sapevo che parma fosse in lombardia,ma meno male che il po divide

      1. spisier

        Il terremoto non ha toccato piu’ di tanto Parma , almeno fino al 15 settembre . Speriamo in un altro teremoto , senza danni ne morti ne feriti , che ripulisca e cambi l’aria , pensionando i Gerontocrati e spazzi via le persone senza etica e senza dignita’ !!

      2. spisier

        A , scanso di fraintendimenti , intendo e auspico il terremoto legato alle elezioni FIR DEL 15 settembre prossimi !

      3. David

        … di pessimo gusto i commenti di spisier … su certe cose non si scherza … veramente pessimo e te lo dice uno che vive in una zona veneta dove anni fa ci fu un gran disastro !

  58. spisier

    A completamento , un sola spina di brra , pochi panini subito finiti e parcheggi inesistenti , gran confusione : ok siamo all’inizio ma , c…spita , un minimo di organizzazione .

    1. Rec

      Questo sì. ERano finiti anche i biglietti, hanno dovuto farli al momento con conseguente fila che si può immaginare. Si vede che poi non si aspettavano tutti questi spettatori…

    2. spisier

      per David : vedi , la specifica sull’accezione rugbistica di ” TERREMOTO ” , inteso come rivoluzione all’interno della FIR , l’ho fatta pensando alle persone in MALAFEDE come te , che avrebbero strumentalizzato il termine , al di la’ e oltre le specifiche che gli vengono fornite : a stretto giro , ti invito a VERGOGNARTI , perche’ nonostante le spiegazioni , hai comunque fatto polemica gratuita .
      P.S. : io abito in una delle province colpite dal terremoto 2012 !

  59. nonnoleo

    quanti erano gli irlandesi non me ne frega niente solo che quando ho letto la dichiarazione di manghi sono scoppiato a ridere,anche a viadana era scarsissima la presenza di irlandesi e scozzesi colpa della crisi,anche io pensavo arrivassero in un buon numero ma mi sbagliavo,potrei dire tante cose ma so che non ne vale la pena comunque cari saluti

  60. nonnoleo

    spisier,ma si sapeva che per parcheggiare disogna andare al centro torri,come si sapevano tante cose,a parma se si vince c’e’ un po di pubblico se si perde la citta’ non si identifica nella squadra,il primo anno gli aironi hanno vinto una partita ma il pubblico era intelligente,vado a vedere di media fra le 2 squadre 10 nazionali,ma scherziamo allo zaffanella per 2 anni abbiamo visto fior di partite e la gente arrivava da mezza italia e adesso dice che l’atmosfera dello zaffanella non esiste da nessuna parte

    1. spisier

      Dai , nonnoleo , non evocare ricordi belli ! Il radicamento verra’ a Parma . C’e’ gia’ qualche sintomo : Costantino ha detto che saliva l’urlo del pubblico ” Zebre Zebre ” , a meta’ del secondo tempo . Io francamente NON mi sono accorto di questo boato !

      1. David

        … in televisione si è sentito … neghi sempre l’evidenza … mah … che t’avranno fatto Costantino e le Zebre ???

  61. Rec

    Il mio vicino irlandese all’intervallo è andato (lontanissimo) a prendere la birra ed è tornato a mani vuote (per la fila, altrimenti arrivava a partita finita).
    Decisamente erano più “pronti” alla partenza due anni fa a Viadana.
    C’è tempo per correggersi. Una franchigia perfetta in un mese sarebbe stato un mezzo miracolo

  62. nonnoleo

    rec io non cazzeggio la mia eta’ e la mia esperienza dicono l’opposto,dovrei non rispondergli ma sono buono cerco di redimerlo

  63. nonnoleo

    adesso sei meglio,chiedo sei mai venuto a viadana? io quando prendo il biglietto massimo tempo un minuto,prendo il grappino massimo tempo un minuto,l’unico problema era il parcheggio che pero’ lo stavano allargando,io comunque per lasciare parcheggiare gli esterni facevo 4 kl a piedi

  64. Rec

    (La mia esperienza di Rete mi dice che questa persona avrà grandi delusioni. La mia età invece mi suggerisce che potrebbe essere ancora aperta la ferita dell’affondamento degli Aironi)

  65. Rec

    Io a Viadana le ho viste tutte. Ora capisco Manghi, ma il responsabile dell’organizzazione dello stadio delle Zebre è Franco Bernini, lui un po’ di esperienza da Viadana doveva portarsela, ma forse l’organizzazione dell’evento non rientra nelle sue competenze…

  66. nonnoleo

    esatto cosa c’entra bernini con l’organizzazzione dell’evento ,era semplicemente facile,hai dato 1.500 biglietti omaggio e prevedi 2.000 persone fai 4 punti ristoro con 16 volontari che spillano birra e consegnano panini,tempo attesa massimo 5 minuti

  67. David

    …magari c’era qualche impedimento nel realizzare il tutto visto che in televisione si vedeva e parlavano di uno stadio cantiere che “sarà” nelle previsioni bello … certo, Monigo è un’altra cosa … e ci arrivo prima ! 🙂

    1. biagio

      fatto sta che per bermi una Peroni ho aspettato che iniziasse il secondo tempo che poi ho visto in gran parte vicino a Paolo che aveva la bandiera degli Aironi.
      bisognerebbe fare quella delle Zebre ora !

  68. MatteoP

    Che palle…
    abbiamo un blog che ci permette di confrontarci sullo sport che amiamo e finiamo ad insultarci uno con l’altro. Poi chissenefrega se hai giocato in Nuova Zelanda o sei stato in nazionale, io ho fatto qualche anno di giovanili e non penso che la mia opinione sia meno degna o importante di chi ha giocato in serie A o più importante di che non ha mai giocato.

    Spero solo che Paolo continui con l’ottimo lavoro che fa e non si stanchi di sentire lamentele da gente che sa solo criticare (vi sfido a trovare un articolo e dico uno dove esprime avversità verso le Zebre).

  69. nonnoleo

    ho letto i 237 commenti(forse sara’ un record) e non mi sembra ci siano stati insulti degni di nota,si voleva solo giustizia sui fatti 1) i commentatori sono stati faziosi nel numero delle presenze 2)organizzazzione evento(io non c’ero) ma dagli scritti sembra disastrosa,biglietti esauriti,code al bar saluti a tutti

  70. Mau

    Ho letto i commenti di Hull e concordo quasi su tutto. Solo un paio di appunti: Benettin nei due anni con gli Aironi è stato quasi sempre infortunato, altrimenti avrebbe probabilmente giocato di più, ma concordo che se ci fosse maggiore scambio con l’eccellenza sarebbe meglio. Connacht lo ritnevo anch’io fuori portata e quindi le Zebre hanno fatto anche meglio del previsto, però credo che mancassero molti giocatori “titolari” e, secondo me, Connacht destinato a crescere, Zebre a calare, quindi due delle occasioni buone per fare punti si sono già perse. Sull’atteggiamento arbitrale concordo al 100%, però la decisione del finale di partita non è così campata per aria, volendo si potrebbe dire anche che la meta di Pace è viziata da un in avanti (come spesso accade in questo tipo di azioni, vita la dinamica e la posizione dei giocatori) e chissà quanto altro su episodi minori, capita anche che mentre l’arbitro pensa di dichiarare finito il vantaggio la palla cade, ma ormai quello ha già sparato “advantageover” e poi si mangia le mani, ma non può farci niente.

    1. Maurizio

      A mio parere il responsabile della mancata consacrazione e della mancata evoluzione di Benettin ha un nome ben preciso, Nick Mallet. Fu lui infatti a spingere insistentemente per favorire il passaggio agli Aironi quando tutti concordavano che a quell’età un anno di eccellenza almeno gli avrebbe giovato. è vero che è stato infortunato ma probabilmente anche senza infortuni avrebbe giocato molto poco

  71. Mau

    Per quanto riguarda il pubblico invece patetico l’atteggiamento di certi commentatori; va bene che c’è da incoraggiare la franchigia e fare un po’ di promo, però quando la partita è iniziata c’erano veramente 500 persone, poi il numero è salito e probabilmente i 2000 sono veritieri, però per un debutto in casa mi sembra poco, e visto che le vittorie non saranno tante il rischio di ritrovarsi presto a 1000 o meno è concreto. Purtroppo in questo il confronto con gli Aironi è impietosamente perdente, tanto più se consideriamo che a Viadana per l’amichevole con Reggio Emilia erano in 1000.

  72. bibo

    vorrei spostare un attimo l’attenzione sulle riprese di SI che dalla prima partita ad oggi sono nettamente migliorate! Vista la partita di treviso della settimana scorsa ero molto preoccupato della qualità. con le zebre invece le riprese non sono state affatto male!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...