Rugby Championship: l’Argentina non cambia quasi nulla per la seconda sfida al Sudafrica

E’ l’Argentina la prima nazionale delle quattro che prendono parte al Rugby Championship a far sapere con quale formazione scenderà in campo nel secondo turno. I Pumas attendono a Mendoza il Sudafrica, che lo scorso sabato ha nettamente sconfitto i biancocelesti a Cape Town. Da registrare solo un importante cambio nel ruolo di estremo: Martín Rodríguez giocherà al posto di Amorosino.
Il ct sudamericano Santiago Phelan non ha però rivelato la composizione della panchina. Lo farà soltanto dopodomani.
Ecco il XV titolare:

1-     Rodrigo Roncero (50 partidos – 25 puntos)
2-     Eusebio Guiñazú (19 partidos – 5 puntos)
3-     Juan Figallo (10 partidos – 5 puntos)
4-     Manuel Carizza (24 partidos – 5 puntos)
5-     Patricio Albacete (47 partidos – 5 puntos)
6-     Julio Farías Cabello (11 partidos – 5 puntos)
7-     Álvaro Galindo (12 partidos – 10 puntos)
8-     Juan Martín Fernández Lobbe (c) (44 partidos – 20 puntos)
9-     Nicolás Vergallo (24 partidos)
10-  Juan Martín Hernández (33 partidos – 89 puntos)
11-  Horacio Agulla (35 partidos – 20 puntos)
12-  Santiago Fernández (19 partidos – 8 puntos)
13-  Marcelo Bosch (11 partidos – 11 puntos)
14-  Gonzalo Camacho (12 partidos – 20 puntos)
15-  Martín Rodríguez (16 partidos – 61 puntos)

Annunci

9 thoughts on “Rugby Championship: l’Argentina non cambia quasi nulla per la seconda sfida al Sudafrica

    1. gian

      temo anch’io, allora, però, questa loro tanto sbandierata entrata nel Championship assume, dal punto di vista esclusivamente del campo, una luce ben diversa e temo, di conseguenza, che pagheranno dazio molto a lungo e non solo nel torneo, in quanto questa situazione metterà a nudo tutti i limiti del loro, pur invidiabile, movimento

      1. Matteo

        a me preoccupa di più fra cinque anni perchè questi in campo non sono eterni e forse la maggior parte arriverà al mondiale ma poi? che fanno

    2. Stefo

      Mah di alternaive ce ne hanno eccm: Creevy, Ayerza, Orandi, Leguizamon, Imhoff, Bustos Moyano sono i rpimi che i vengono in mente, tutti giocatori che in Europa giocano ad altissimo livello.

    3. gian

      bisogna vedere se questi ottimi giocatori fanno parte di un progetto o sono già considerati “bruciati” per vari motivi

  1. Matteo

    di sicuro non hanno la profondità di panchina come come le altre tre questo nel corso del torneo si farà sentire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...