Calvisano si “salva” di nuovo: Vunisa giocherà ancora con i campioni d’Italia

Rimane in Nuova Zelanda. No: vestirà le maglie delle Zebre. Nella lista però il nome non c’é e quindi rimarrà con il giallonero del Taranaki. Invece Samuela Vunisa la prossima stagione giocherà ancora a Calvisano. Coach Cavinato è l’uomo più felice del mondo: “è il nostro miglior acquisto” dice con un sorriso senza fine. E ha ragione, visto che il neozelandese è stato uno dei migliori giocatori dell’intera Eccellenza dello scorso anno.
E così Calvisano riesce a tenersi uno dei suoi pezzi pregiati ancora una volta, a differenza di altri club del massimo torneo italiano (Prato in testa): i dirigenti del club lombardo devono essere molto bravi o molto fortunati. O forse entrambe le cose. Comunque complimenti, Vunisa è veramente un grande acquisto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Campionato Eccellenza, Mercato & Trasferimenti. Contrassegna il permalink.

45 risposte a Calvisano si “salva” di nuovo: Vunisa giocherà ancora con i campioni d’Italia

  1. David ha detto:

    Ottimo acquisto, ma a te rode ? Sei sempre polemico con Calvisano e Gavazzi …

  2. Turch ha detto:

    Non è che rode, è solo la constatazione che il club campione d’Italia non ha praticamente perso nessuno a favore dei team di Pro12, mentre altri sono stati saccheggiati dalle Zebre

    • Stefo ha detto:

      Paolo mi sembra stia cercando di dare spazio a tutti, di certo e’ quello che mi pare abbia dato piu’ spazio ad Amore, Gavazzi ha provato ad intervistarlo ma al di la’ della maleducazione (e ricordo che Paolo non ha dato la trascrizione delle risposte maleducate risparmiando a Gavazzi quindi una figuraccia) se Gavazzi da risposte evasive che non dicono nulla non e’ colpa di Paolo.
      Noto poi che se non sbaglio sono ormai due settimane (se non di piu’) che non ci sono tinelli…non so se sia decisione di Paolo, di Munari o in accordo tra i due vista la candidatura di Zatta o semplicemente un caso…se devo essere critico, ma cerco un po’ il pelo nell’uovo, nel suo ultimo Tinello Paolo avrebbe potuto “trapanare” di piu’ Munari sul discorso della licenza Benetton per la CL se Zatta dovesse vincere…ma immagino che ci sia anche un discorso di cortesia professionale sulla questione.
      Poi Paolo sia come persona che come giornalista ha il diritto di avere un’opinione e visto che e’ il suo blog se prima delle elezioni volesse fare un pezzo in stile editoriale-endorsement non ci sarebbe nulla di sbagliato a mio avviso.

  3. il grillotalpa ha detto:

    No, per nulla. Registro che le Zebre dalla società campione d’Italia non hanno pescato praticamente nessuno, altri non possono dire certo la stessa cosa. Ma sarà sicuramente un caso

    • Gabriel ha detto:

      sulla notizia che registri qui, nulla da dire. Ma direi che è piuttosto chiaro per chi tifi tra le candidature alla presidenza federale. Basta leggere i toni non proprio inglesi e super partes degli articoli di queste settimane. Saranno gli incontri nel tinello ad influenzarti?

      • il grillotalpa ha detto:

        “Toni non proprio inglesi”? E quando? Mi pare di dare spazio a tutti i candidati, probabilmente come nessun altro fa. Con gavazzi ho avuto una “esperienza” professionale poco gratificante, lui e’ stato davvero maleducato, ma non mi pare di averlo “oscurato” o che. Di cosa stiamo parlando?

      • David ha detto:

        Esatto, nulla da eccepire ma un giornalista dovrebbe essere super-partes … Comunque mi pare che da Calvisano qualcuno sia andato in Pro12 …basta leggere i trasferimenti …

      • Stefo ha detto:

        David mah veramente i maggiori quotidiani (giornali non tabloid) anglosassoni prima di un’elezione tendono sempre ad avere un’editoriale con un endorsement per un candidato…

      • hull ha detto:

        @David
        da Calvisano Maistri e’ andato alla Benetton (con grandi lamentele di Cavinato…) ma nessuno e’ andato alle Zebre, o mi sbaglio?

      • Gsp ha detto:

        Anche i giornalisti hanno le proprie idee. Ed uno bravo anche avendo le proprie idee, come paolo, riesce cmq a riportare le notizie in modo ‘bilanciato’. E questo quando e’ la cronaca.

        Quando invece e’ l’editoriale al giornalista si chiede proprio di esprimere le sue idee e soluzioni. E si sbaglia gli si dira’ che ha sbagliato. Siamo tutti umani.

  4. Matteo ha detto:

    Grazie per le notizie intanto ma le uniche cose che c’è da registrare non sono i toni per nulla polemici del blogger( anche se tutti abbiamo un opinione su qualunque cosa) sono due primo calvisano con le zebre non ha perso nessuno secondo un giocatore dato per perso per una delle province più prestgiose del mondo non solo rimane in italia ma come smacco non crede nella franchigia federale. Per quale motivonon so ma i fatti sono questi

  5. spisier ha detto:

    david e gabriel : perche’ a voi non pare strano che nessun calvino sia stato … cooptato nelle zebre ? nella squadra campione d’italia non ci sono elementi all’altezza della celtic mentre il prato e’ stato sacchegghiato ?? aho , mica abbiamo l’anello al naso ….

    • Gabriel ha detto:

      forse i giocatori del Calvisano di un certo rilievo hanno qualche anno di troppo per la PRO12 o dobbiamo sempre vedere il male? non va bene avere l’anello al naso ma nemmeno essere prevenuti a priori con lo sguardo rivolto al rinnovo della presidenza federale. Frequento questo blog da poco tempo: mi era stato segnalato come luogo per conoscere meglio lo sport del rugby italiano ed europeo non vizi e virtù, accordi e dispetti tra di chi comanda il rugby in Italia. Sarà un momento particolare. Ne riparliamo da settembre quando, finalmente, le squadre torneranno in campo!

      • Da ha detto:

        Beh ma se la situazione Italiana è fatta di queste cose (vizi, virtù, accordi e dispetti) che c’è di male a parlarne? Bisogna fare omertà? Non capisco..

  6. xnebiax ha detto:

    Boh… Paolo non farebbe bene il suo lavoro di giornalista se non notasse che il Calvisano é riuscito a tenersi quasi tutti i giocatori che avrebbero potuto essere appetibili per le zebre, ultimo ma importantissimo Vunisa. Mentre Prato ha volente o nolente “contribuito” con 5 o 6 giocatori (ho perso il conto), discorso simile per Parma (ma con semplice spiegazione geografica). Questo fatto è di per se interessante.
    Tante domande sorgono spontanee. (Piú o meno fantasiose.)
    Secondo me il fatto piú clamoroso è che le Zebre hanno ricevuto un sacco di no. Perchè? Pochi soldi?

  7. pepe carvalho ha detto:

    le zebre prendono giocatori che siano o siano stati in accademia oppure nazionali…..almeno questo è l’obbiettivo dichiarato. calvisano non manda i ragazzi in accademia e sostanzialmente nazionali.
    tutto questo è buffo e alla fine avvantaggia calvisano, però mi sembra miope l’atteggiamento delle zebre, ad esempio uno come gullo palazzani o appunto vunisa potrebbero servire alle zebre.
    ma non li prenderanno mai. e non per fare un favore a calvisano ma solo perchè sarebbe l’ammissione del fatto del il sistema federale funzione male.

  8. Arazon ha detto:

    giocatori provenienti dall’eccellenza andati alle zebre (se ho fatto bene i conti)
    CROCIATI
    Festuccia, Caffini, Van Vuren, Manici, Tripodi
    ROVIGO
    Giazzon, Cristiano, Pace
    PRATO
    Chiesa, Cazzola, Belardo
    PADOVA
    Chillon, Sarto
    LAZIO
    Ryan
    CALVISANO
    ……………………

    A prato sono venuti via lo stesso numero di giocatori di rovigo, però con una grande differenza: quelli di prato tutti più giovani rispetto a quelli di rovigo.
    Per me di Calvisano sarebbero potuti andare tranquillamente in celtic: Lovotti, Morelli, Costanzo(c’è andato Tripodi stessa età), Palazzani, Visentin, Castello. Tutti giocatori titolari lo scorso anno nella squadra campione d’italia.

  9. amatore ha detto:

    bisogna dire che giocare a calvisano e giocare alle zebre sono due impegni completamente diversi. il mio pensiero è che gli isolani stanno bene nella loro tranquillità dando il meglio di loro durante le partite. in questo caso, sempre secondo me, vunisa si trova bene a calvisano, come tanti altri (se costanzo si allenasse tutti i giorni farebbe come a treviso, una partita ogni 5 mesi) con questo non voglio dire che non hanno voglia, anzi. altrimenti non giocherebbero, ma si mantengono per le partite.

  10. mezeena10 ha detto:

    paolo fra un po ti diranno anche cosa scrivere!roba da matti..a ognuno il suo mestiere si dice dalle mie parti..ribadisco una volta di piu il mio grazie per il servizio che offri

  11. Max ha detto:

    Un giornalista dovrebbe essere superpartes? E dove sta scritto. L’importante è che il giornalista sia onesto, scriva la verità e ammetta le sue idee o preferenze. E’ ovvio che blog come Il Grillotalpa o Rugby 1823, da sempre critici verso Dondi e il dondismo, siano a favore di Zatta. Mi preoccuperebbe il contrario, perché vorrebbe dire che hanno un tornaconto economico per aver cambiato sponda!
    E fortuna che ci sono loro, visto il leccaculismo dondiano del giornalismo italiano!

  12. Matteo ha detto:

    avanti diciamo le cose come stanno la squadra di calvisano è scarsa e per questo hanno preso giocatori fuoriusciti da altre squadre meglio preparate e gestite non a caso la squadra più saccheggiata è stata quella dei crociati che non hanno vinto il campionato solo per sfortuna, quella che ha permesso ai bresciani di vincere lo scudetto….. prima che mi insultate di brutto sono ironico a casa mia mia nonna dice che a pensar male si fà pecato ma non sempre si sbaglia

  13. yuri ha detto:

    david e gabriel: da probabili calvini posso capire che vogliate difendere la vostra squadra e il SIGNOR gavazzi….. ma la gente non è stupida…è abbastanza evidente e sotto gli occhi di tutto cosa succede, i favoritismi, i leccaculismi, gli inciuci ecc.ecc….è sotto gli occhi di tutti come sono stati fatti fuori gli aironi con un piano ben delineato…quegli aironi tanto detestati da un certo SIGNOR…e mi fermo qui perchè ce ne sarebbero troppi degli esempi da fare.
    Allora carissimi…difendete pure il vostro orticello…ma evitate di accusare un giornalista serio di essere schierato…..non serve essere schierato per esporre i fatti (o le malefatte) che sono sotto gli occhi di tutti.

    • mezeena10 ha detto:

      per non parlare della porcata che han fatto con la retrocessione pilotata che gli ha permesso di risparmiare un pacco di quattrini che gli han permesso di vincere il campionato quest’anno..non tutti hanno la memoria corta..per fortuna!

  14. GIANANGELO GREGORIO ha detto:

    E’ nò, fermi tutti, VUNISA NON E’ UN GIOCATORE DI INTERESSE NAZIONALE, decide lui dove andare a giocare, se poi si vuol dire che Calvisano è protetto da Gavazzi si può anche dire che MAISTRI non è stato ingaggiato dalle ZEBRE ma da TREVISO sì. COMUNQUE I GIOCATORI POSSONO ANCHE RIFIUTARSI DI ANDARE ALLE ZEBRE, L’ HANNO FATTO IN TANTI, SE CI VANNO EVIDENTEMENTE E’ NEL LORO INTERESSE E NELLE LORO AMBIZIONI.

    • hull ha detto:

      Ciao Gianangelo,
      Vunisa non e’ un giocatore d’interesse nazionale, ma e’ un “equiparabile” in un ruolo che chiaramente avrebbe fatto comodo alle Zebre, che hanno acquistato un sudafricano poco (nulla) conosciuto in quel ruolo, che e’ tutto da scoprire.
      Sul fatto che piu’ di un giocatore si sia rifiutato di andare alle Zebre, sono d’accordo con te, sul fatto che “sembra strano” che i rifiuti siano venuti tutti da Calvisano e non da Prato sono d’accordo a meta’ con Paolo (perche’ ci sono stati parecchi “gran rifiuti” anche da diversi giocatori che sono andati a Viadana…).

  15. GIANANGELO GREGORIO ha detto:

    Aggiungo che gli unici forse pronti per la celtic sono Lovotti e Palazzani, Costanzo ne è uscito come De jagher, Picone, Marcato, Padrò….. Comunque se vi piace il giochetto del complotto: Kennedy è stato ucciso dalla CIA, nò volevo dire dalla Mafia, no volevo dire dagli esuli Cubani, no volevo dire…….

  16. nessuno ha detto:

    C’è poco da dire…molti giocatori sanno che fino a natale le zebre prendono 60 punti a partita e non vogliono mettere la loro reputazione sportiva di fronte a periodi neri come era successo agli aironi in diversi momenti (poi si erano finalmente dimostrati “squadra” e la fir gli taglio’ le ali ovviamente). Quando si sistemeranno le cose allora pian piano andranno a bussargli la porta..
    però se posso dire in alcune occasioni secondo me puzza il fatto del calvisano..molto strano…anche se personalmente l’ho sempre ripetuto nessuno del calvisano è all’altezza della celtic…fin che si vedono fare tre fasi e un avanti o una fase con palazzani che sta fermo un quarto d’ora a dare la palla..dove vogliamo andare…andiamo a piangere…
    X Paolo: fregatene delle dichiarazioni di qualcuno….chi non ha commesso niente non ha paura di niente…

  17. malpensante ha detto:

    Io non ho avuto sentore di tanti no (alla fine) se non di chi era già blindato sotto l’ala trevigiana o aveva il minimo di mercato al’estero. Giocatori richiesti e che siano rimasti in eccellenza, non me ne risultano. Troppo difficile permetterselo, per loro, i procuratori e le società. Non serve essere malpensanti per notare che il criterio geografico c’entra nulla col prendere i giocatori, molto di più con il lasciarli sul Chiese. E ci sta tutto, considerando la mentalità del personaggio, il triste tramonto del capo, quel che è riuscito a fare contro gli Aironi, l’eleganza congenita e la sportività che ha verificato pirsonalmente di pirsona il nostro britannicissimo Grillo.

  18. Lo scalmanato (ero Maurizio) ha detto:

    Grillotalpa siamo con te, meno male che Paolo c’è!

  19. Da ha detto:

    Il Grillotalpa è un blog fatto bene che ha sempre lasciato la possibilità d’esprimersi a tutti. Ovviamente, è possibile che a qualcuno non piacciano determinati contenuti o che abbia interesse a far casino perché la verità gli è scomoda (tifoso troppo accanito, dipendente FIR etc.). L’importante è che tutti noi sappiamo che il lavoro di Paolo è fatto senza doppi fini e solo per il bene del rugby Italiano.

  20. Mah ha detto:

    Da, hai dimenticato che il far casino interessa innanzitutto al proprietario dell’edicola. Attrae di più la notizia che ti passano, se la condisci con un pò di sale e pepe. Vero Paolo?

  21. Da ha detto:

    @Mah e allora, se te ne sai di più. pubblica le tue verità. Mica sono di parte. Le leggo, le verifico eppoi ti do ragione

  22. GIANANGELO GREGORIO ha detto:

    Caro hull Vunisa sarà equiparabile dopo tre anni consecutivi nei campionati Italiani, per adesso ne ha giocato uno e và per il secondo quindi per ora è un giocatore straniero ingaggiabile dal miglior offerente.

  23. GIANANGELO GREGORIO ha detto:

    A proposito della decisione Federale di escludere gli Aironi dalla Celtic gli ex dipendenti della franchigia reclamano STIPENDI ARRETRATI e ricevono la solidarietà degli ex giocatori, più o meno nella stessa situazione (basta leggere le dichiarazioni di Favaro sul sito Benetton). A quanto pare la FIR ha agito con diritto, bisognerebbe cominciare a dirle certe verità caro Paolo.
    P.S. Frà Zatta e Gavazzi preferisco il primo ma questo non mi impedisce di vedere la verità.

  24. Da ha detto:

    @Gianangelo E’ proprio questo il punto. Su questo blog non si parteggia ne per l’una ne per l’altra fazione e, se Zatta o Amore facessero errori come quelli che si rinfacciano a Dondi, allora verrebbero presi di mira come lui.
    Vuoi un articolo sulla questione stipendi come quello pubblicato su Rugby 1823? Mi pare giusto. Sei di parte perché fan del Calvisano? E’ evidente anche quello. Vuoi che la situazione del rugby Italiano rimanga la stessa degli ultimi 12 anni? Così sembra.

  25. gino(monza) ha detto:

    scusate se mi intrometto anche se no riesco a capire queste strane contese.
    normalmente si giudica dai risultati e in questi ultimi 12 anni il nostro rugby non ha mosso un passo avanti anzi… allora se gavazzi intrallazza con tonti per il suo bene e quello di calvisano spero proprio che perda e se vince mi dò all’ippica anche se attraversa un momento difficile

  26. GIANANGELO GREGORIO ha detto:

    @ Da (io mi firmo col nome) Sono bresciano e simpatizzo per Calvisano, non ho incarichi federali, tifo Benetton da quando era Metalcrom. Gavazzi o chi per esso ha portato Il Calvisano (paesotto della bassa) ai vertici del rugby nazionale, paga gli stipendi ai giocatori tant’è vero che i fuoriusciti Benetton si sono accasati lì, negli ultimi 8 anni ha dato una decina di giocatori alla Nazionale…..
    Secondo mè di rugby Gavazzi ne sà, detto ciò io voterei Zatta non per Gavazzi ma per dare una ripulita al carrozzone, siccome non voto la mia opinione rimane tale e vale zero, come la tua se non hai un voto federale.

    • Da ha detto:

      Perché se metto il mio nome per intero cambia qualcosa? Io mi chiamo Davide, non ho mica da nasconderlo. Curioso che sottolinei quest’aspetto.. 🙂
      Io sono di Milano e ho iniziato a seguire il rugby grazie all’Amatori che, ad un certo punto, ha collegato la sua storia a quella di Calvisano, per questo conosco la realtà Bresciana abbastanza bene.
      Gavazzi (e l’avevo scritto anche in un altro articolo) è una persona competente che ha fatto sempre un buon lavoro nella sua squadra, sia management che scelta del personale tecnico. Calvisano è una bella realtà soprattutto grazie a lui, oltre che dell’ambiente.
      Io, però, continuo a sostenere che questa volta il suo ruolo è quello di “Delfino” di Dondi, sia da quel che si vede dalla campagna elettorale (non sono l’unico a dire che il suo progetto è assai poco chiaro), sintomo di una completa sintonia con chi non è stato capace, nell’ultimo decennio, di far crescere questo sport sotto l’aspetto tecnico (non certo quello del marketing dato che s’è passati da 8 mln di budget a più di 40 ndr).
      Io non sostengo la politica di questa fazione proprio per questo motivo: perché continuare a far dirigere il movimento a persone che, oramai, è anni che si dimostrano incompetenti nelle loro capacità decisionali?
      L’ho già scritto da altre parti, le opinioni si possono esprimere a patto che si seguano semplici regole (educazione, linguaggio etc..). Poi, giustamente come dici te, non siamo membri FIR e lasciano il tempo che trovano ma non c’è niente di male a scriverle in un blog no?

  27. GIANANGELO GREGORIO ha detto:

    @ Da-Davide con un nome come il mio cambia parecchio perchè di Bresciani con questo nome ce ne saranno, aimè, 3 forse. per ritornare all’argomento Gavazzi ribadisco che non lo voterei proprio per via della connivenza con certi “personaggi” del carrozzone Fir ma ritengo sarebbe un buon presidente. Ripeto però che se con Gavazzi mi devo tenere anche Checchinato…. Allora meglio Zatta-Munari (o viceversa che è lo stesso o forse più corretto) sperando che riescano a dare una ripulita, senza esagerare però perchè la storia Italiana degli ultimi anni ci insegna che non sempre chi arriva è meglio di chi và via.
    Sono stato abbastanza educato?

    • Da ha detto:

      E chi t’ha detto che non lo sei stato educato? Anzi, magari trovassi gente come te in tutti i Forum.
      Come vedi, siamo d’accordo su una cosa: non ci sono persone competenti, in questo momento, a comandare il movimento rugbystico Italiano. Te hai scritto di Checchinato, io (spesso) me la sono presa con Ascione. La corrente, per entrambi, è la stessa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...