Il mercato dell’Aquila comincia a muoversi, o quasi

Tommaso Cantalini per Il Centro

(…)L’Aquila rischia di perdere la seconda linea catanese, nazionale under 20 Luca Alfio Mammana (10 presenze in campionato e 3 in coppa la scorsa stagione), che potrebbe accasarsi alle Fiamme Oro. Altra partenza dovrebbe essere quella di Durandt Gerber, vicino all’accordo con la Lazio. Per i neroverdi però potrebbe essere invece un’estate di ritorni. Sono stati infatti contattati il pilone Luigi Milani, in forza ai Crociati ed il mediano di mischia Antonio Fidanza, da due stagioni in prestito all’Avezzano. Sarà strategica la scelta nel ruolo di mediano di apertura, dove potranno essere schierati solo giocatori di formazione italiana, oppure eleggibili per la squadra nazionale e nati dal 1989. Tra i ragazzi di prospettiva che potrebbero fare al caso della formazione di Umberto Lorenzetti ci sono: Luca Falsaperla classe 1990 ex rugby Roma lo scorso anno in Francia. Sono attesi ulteriori sviluppi dalla sottoscrizione delle quote societarie, che permetterebbero di rinforzando l’organico dello scorso campionato con 3 o 4 atleti di spessore.

 

Annunci

7 thoughts on “Il mercato dell’Aquila comincia a muoversi, o quasi

  1. MarkElla

    e intanto abbiamo perso Crichton Long(l’unico vero giocatore di rugby tra i neroverdi) Mammana e Gerber… (a pure Dusi, almeno una buona notizia)
    se questo doveva essere l’anno della serenità le premesse ci sono tutte…
    staremo a vedere

    1. malpensante

      Consolati con Stock 84, che c’è una pellagra virulenta dappertutto. Tranne il brodino di chi va in Challenge, ma giocatori buoni e sicuri da prendere c’è poco e niente anche per loro.

  2. MarkElla

    sul fatto che a queste latitudini le vacche siano sempre più magre credo non ci sia da doscutere, però penso che per L’Aquila doversi ridurre tutti gli anni a fare la squadra ad agosto(riciclando i bolliti altrui) e a lottare per non retrocedere sia umiliante…. cavolo abbiamo dado “qualcosina” a questo sport.. non meritiamo di navigare costantemente in zona retrocessione

  3. NeroVerde

    Mettendo da parte tante cose che andrebbero dette ma toglierebbero tanto spazio sulla situazione de L’Aquila Rugby, almeno una cosa buona degli ultimi anni si è vista. Tanti giovani in campo con al fianco giocatori esperti.
    A volte la cosa ha funzionato, molte altre volte no. Purtroppo le incertezze economiche precludono un lavoro a largo respiro, necessario se si vuole puntare sui giovani e il territorio.
    Un esempio: tra settore giovanile dell’Aquila e Paganica rugby c’è un accordo di scambio tecnico e di ragazzi da svezzare sul campo. Bella idea, ma diventerebbe ottima se il Paganica giocasse
    in una serie più competitiva della C o magari si stringono accordi con altre realtà (Gran Sasso, Cus L’Aquila).
    Migliorando su questi dettagli e mettendo persone competenti alla guida della parte tecnica con un progetto concreto da poter pianificare su più anni, forse non si lotterebbe solo per la salvezza, magari neanche per il campionato, ma di sicuro qualche bella partita e qualche “quatrano” tosto
    saltano fuori.
    NeroVerde

  4. Cristiano

    L’Aquila, proprio per la sua storia deve ripartire anche a costo di retrocedere, trovando , o meglio ritrovando il proprio vivaio, e costituendo una societa’ forte e corsa nella dirigenza, poi pensera’ agli acquisti!

  5. MarkElla

    sulla necessità di progetti a largo respiro penso che ci troviamo tutti d’accordo. Una pianificazione che voglia essere un minimo seria richiede tempo, correzioni in corsa e capacità da parte delle persone che la portano avanti. Purtroppa a L’Aquila come in molte altre realtà dell’Eccellenza si tira a campare alla giornata, gli orizzonti sono limitati e il professionismo di stampo anglosassone (senza scomodare l’emisfero sud) è poco più di una chimera. Io continuo a sperare che la palla ovale riparta in questa città…
    ottimista più che realista

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...