Francia, a Evry la nuova “maison” del rugby

La federazione francese ha scelto Evry, a sud di parigi, quale sede dello stadio che ospiterà almeno 5 o 6 partite della nazionale ovale e molti altri eventi. Costo dei lavori 600 milioni di euro, stadio pronto già nel 2017. La cittadina ha battuto la concorrenza di una dozzina di altre località. Nella foto la ricostruzione grafica del nuovo stadio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Francia. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Francia, a Evry la nuova “maison” del rugby

  1. Marzio Zanato ha detto:

    c’è già il centro di alta specializzazione di atleti olimpici !!!….per “via” che i francesi non lavorano sull’Analitico e privilegiano il Generale !!!

    • Pippo ha detto:

      Marzio hai ragione,ma i tecnici come Brunel ,Gajan quelli della generazione ale’ ale’ non gliene sbatte per niente della specializzazione.Quelli come Galthie’ invece no e come lui tanti giovani allenatori.

  2. Sebastiano Pilla ha detto:

    Scelta curiosa, visto che Evry è sensibilmente più lontano da Parigi rispetto a Saint-Denis.

  3. Matteo ha detto:

    Scusate ma quanti spettatori terrebbe?e chi sarebbe proprietario?e poi il st denis che se ne fanno?

  4. luca ha detto:

    che ridere: hanno rotto i coglioni ai gallesi perché volevano giocare sotto la pioggia al millennium stadium, e ora spendono 600 milioni per uno stadio coperto…

  5. gino(monza) ha detto:

    credo che per noi Italiani ci sia poco da ridere

  6. Pippo ha detto:

    Per via anche di chi in Italia fare 20 min per vedere del rugby e’ inaccettabile e alloa bisogna giocare nella città di. Parma. Manica di buffoni.

  7. Hrothepert ha detto:

    Quelli fanno gli stadi coperti e qui non sono capaci di rendere il Flaminio uno stadio accettabile!! A vedere le partite all’Olimpico, col binocolo, ci vadano pure gli alti “papaveri” della F.I.R. che io me la guardo in Tv, almeno vedo qualche cosa!!!

    • Giovanni ha detto:

      Eh si, il “progetto Flaminio” è stato una delusione: eppure c’erano tutte le condizioni perchè divenisse davvero la casa permanente del rugby italiano. L’Olimpico non è adatto ed è in sharing col calcio; scommettiamo che, se l’appeal del rugby continua a crescere, tra qualche anno ne revocano la licenza per il 6N…?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...