La Buttiga del Rugby: con Diego Dominguez tra sostegno a chi ha bisogno e Ovalia (di tutto un po’)

Una serata a bere birra alla Buttiga di via Sarpi a Milano. Una delle tante? No. Perché capita che il sottoscritto, Marco Turchetto di RugbytoItaly e Duccio Fumero di R1823 (e non dimentichiamo la ragazza-regista) abbiano un ospite. Anzi, un Ospite, con la “O” maiuscola. Diego Dominguez era a Milano perché impegnato in un camp all’interno del carcere minorile Beccaria.
Una chiacchierata con un campionissimo da non perdere…

Annunci

2 risposte a "La Buttiga del Rugby: con Diego Dominguez tra sostegno a chi ha bisogno e Ovalia (di tutto un po’)"

  1. Mamo

    Bella intervista ed è vero che il rugby italiano senza Milano fra i cogxxxni non è un rugby completo così come il calcio senza l’Inter non avrebbe un senso compiuto.
    Bravo Dominguez per le iniziative a cui sta collaborando (e bravo il sindaco, ovviamente interista).

  2. Interessante l’intervista, ed è vero quello che dice Dominguez, fare crescere il rugby a Milano è fondamentale per la crescita del movimento.

    Ma è anche giusto sviluppare il sud che ha nobili decadute (Napoli, Catania, Benevanto) etc. Tradizione e innovazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.