FIR e club, 26 gli accademici che aderiscono al “regime di giocatori d’interesse nazionale”

dall’ufficio stampa FIR

La Federazione Italiana Rugby informa che ventisei atleti provenienti dall’Accademia di Tirrenia ed i relativi club di appartenenza hanno perfezionato l’adesione al regime dei giocatori d’interesse nazionale.

Il regime dei giocatori di interesse nazionale offre ai giocatori uscenti dall’ Accademia Nazionale la possibilità di continuare il proprio percorso formativo in Rabodirect PRO12 o nell’Eccellenza – ha dichiarato il direttore dell’alto livello, Carlo Checchinato – garantendo al tempo stesso a franchigie e società di vertice di avvalersi di giovani atleti di qualità, con un’indennità di formazione per i club d’origine dei giocatori.
Siamo convinti che si tratti del completamento di un progetto importante per la crescita dei giocatori che hanno continuato la propria formazione presso le strutture federali e, più in generale, per l’innalzamento del livello generale del nostro rugby.
Si tratta della prosecuzione del lavoro svolto dalle Accademie federali, il cui compito è quello di contribuire alla crescita qualitativa del movimento attraverso la formazione specifica di giovani giocatori in grado di essere inseriti in Società di Pro 12 ed Eccellenza e confrontarsi con i più alti livelli del gioco. I numeri cominciano a dare riscontri ed il nostro impegno è quello di accrescere sempre di più il livello qualitativo agevolando l’ingresso dei nostri migliori giovani e dando loro delle concrete opportunità per crescere”.

Dei trentasei atleti che hanno frequentato l’Accademia Nazionale di Tirrenia nella stagione sportiva 2011/2012, quattro militeranno in Rabodirect PRO12 per il 2012/13, venticinque sono stati tesserati da Società di Eccellenza e cinque proseguiranno la propria esperienza presso la struttura federale.

Questi i giocatori dell’Accademia che hanno perfezionato l’adesione al regime dei giocatori di interesse nazionale (i club indicati sono quelli titolari del cartellino):

Maurizio ALUIGI (Cammi Calvisano)
Cesare BERTON (Petrarca Padova)
Andrea BETTIN (Rubano Rugby)
Guido CALABRESE (Rugby Benevento)
Vittorio CALLORI DI VIGNALE (Primavera Rugby)
Federico CONFORTI (Petrarca Padova)
Luca CONTI (UR Capitolina)
Ivan CRESTINI (UR Prato-Sesto)

Edoardo DIONISI (Mantovani Lazio)
Timi ENODEH (UR Capitolina)
Marco FERRINI (Vasari Arezzo)

Alessandro FURIA (Petrarca Padova)
Marco FONTANESI (Rugby Reggio)
Marco GAZZOLA (Rugby Casale)
Vittorio MARAZZI (Sertori Sondrio)
Saif Edin MHADHBI (Ercole Monselice)
Alain MORICONI (UR Capitolina)
Luca NOSTRAN (Petrarca Padova)
David ODIETE (Rugby Reggio)
Sami PANICO (UR Capitolina)
Ruben RICCIOLI (Rugby Roma 2000)
Leonardo SARTO (Petrarca Padova)
Jacopo SALVETTI (Sertori Sondrio)
Luca SCARSINI (Udine Rugby)

Alessandro TARTAGLIA (Mantovani Lazio)
Alessio ZDRILICH (Ospitaletto Rugby)

Come deliberato dal Consiglio Federale del 27 aprile scorso, i giocatori aderenti al regime di interesse nazionale potranno proseguire il proprio percorso formativo sotto la supervisione di FIR e potranno accasarsi alle Franchigie di Rabodirect PRO12 o alle Società d’Eccellenza che ne faranno richiesta per la stagione sportiva 2012/13 presso la Commissione Federale di Alto Livello.
I giocatori saranno assegnati – sempre previo consenso degli atleti stessi – alle Società che ne faranno richiesta secondo la formula del prestito per una stagione, rinnovabile per l’anno successivo. La titolarità del cartellino rimarrà della Società di appartenenza, così come il diritto all’indennità di formazione, con sospensione della disciplina del vincolo regolamentare e volontario – tenendo conto dei seguenti criteri di assegnazione:

1. Se la Società di appartenenza (titolare del cartellino) è una Società di Eccellenza, il giocatore sarà assegnato alla stessa Società, salvo quanto previsto dal punto 2
2. Se la Società di appartenenza (titolare del cartellino) è una Società di Eccellenza o di altra Serie ed il giocatore sia richiesto da Società di PRO12 questi potrà essere assegnato a tale Società tenuto conto della sua volontà e del livello di formazione raggiunto
3. Se la Società di appartenenza (titolare del cartellino) è di Serie diversa ed il giocatore sia richiesto da Società di Eccellenza questi sarà assegnato tenuto conto:

a. della volontà del giocatore
b. della obiettiva necessità di ricoprire il ruolo da parte della Società
c. dalla obiettiva possibilità di continuare il progetto formativo sia sotto il profilo fisico-tecnico che quello educativo


Nota statistica

Dall’inaugurazione dell’Accademia Nazionale U19 “Ivan Francescato”, nel settembre del 2006, hanno frequentato la struttura federale di Tirrenia centoventitrè atleti.
Di questi, dodici hanno giocato con la Nazionale Maggiore, ventinove fanno parte delle rose di Benetton Treviso o Zebre per la stagione 2012/13 di Rabodirect PRO12 ed Heineken Cup, settantadue sono tesserati presso le dodici squadre iscritte al Campionato Italiano d’Eccellenza 2012/13 e trentacinque hanno giocato con la Nazionale Emergenti.

Annunci

10 risposte a "FIR e club, 26 gli accademici che aderiscono al “regime di giocatori d’interesse nazionale”"

  1. nessuno

    REGIME…questa è la parola giusta…gli altri esclusi non sanno giocare a rugby è vero me lo sono dimenticato…perchè pensate che il benetton faccia giocare sti qua perchè sono della lista? ma fatemi un piacere…prepararti da de marigny magari…ahahahahahh Il benetton fa giocare giocatori preparati agli standard e MERITEVOLI
    La cosa brutta è che se va su gavazzi estirperanno la benetton relegandola in eccellenza facendosi un’altra franchigia loro…e facendo giocare giocatori loro e non giocatori che dimostrano magari qualità ma non hanno fatto il percorso di REGIME…ma mi viene da piangere..svegliatemi da questo incubo…e poi mi criticate perchè parlo di raccomandazioni…

    1. Stefo

      Piu’ che altro il discorso e’ che se non firmi non vai da nessuna parte (ti tagliano le gambe perche’ quando si convoca l’asterisco e’ importante) e se firmi si prendono il diritto di decidere della tua carriera…riporto nuovamente il pezzo comparso su Rugby1823:
      http://rugby1823.blogosfere.it/2012/07/affari-italiani-lassurda-storia-di-simone-costretto-a-rinunciare-alla-francia-in-nome-della-fir.html
      Situazione assolutamente assurda.

      Comunque Nessuno ricordo che al momento di sicuro c’e’ che se vince Zatta la Benetton rimette la sua licenza alla Fir…

      1. nessuno

        Ciao Stefo…si… amicizia-dictat potremmo chiamarla…si lo so e ringrazierei il cielo se va in carica zatta (o amore) perchè almeno sono tranquillo che se la futura franchigia che nascerà, che può essere federale o di associazione di più club o privata sempre del benetton (perchè può riconcorrere tranquillamente con una fideiussione e chiedere di riavere la licenza per altri x anni ) nel suo “dietro” si creerà un lavoro tecnico e di livello che allargherà il bacino di scelta su tutto il territorio.
        Vedere che x numero di ragazzi gli saranno “promessi” pro12 e compagnia bella mi fa venire la pelle d’oca…Pertanto piangero’ il giorno che zatta o amore entrino e diano una svolta a questo paleolitico movimento…dimostrato con il “regime”…
        Non mi dilungo sugli aspetti prettamente tecnici che si deve sviluppare dietro alle franchigie perchè lo abbiamo ripetuto innumerevoli volte in molte occasioni tutti quanti, quindi è inutile che ne parli e penso che anche tu concorda ciecamente .. ma vedere sta roba..in una settimana vedere sta roba, i nomi degli staff delle nazionali (mamma mia…) e il seven che esce dai top è troppo…ho bisogno di una vacanza…

  2. massimo

    considerato anche come sono andati i mondiali U20,sarebbe il caso di fermarsi farsi delle domande e riflettere sulle scelte sino ad ora fatte!

  3. Matteo

    Nota statistica

    Dall’inaugurazione dell’Accademia Nazionale U19 “Ivan Francescato”, nel settembre del 2006, hanno frequentato la struttura federale di Tirrenia centoventitrè atleti.
    Di questi, dodici hanno giocato con la Nazionale Maggiore, ventinove fanno parte delle rose di Benetton Treviso o Zebre per la stagione 2012/13 di Rabodirect PRO12 ed Heineken Cup, settantadue sono tesserati presso le dodici squadre iscritte al Campionato Italiano d’Eccellenza 2012/13 e trentacinque hanno giocato con la Nazionale Emergenti. si sono dimenticati di aggiungere pure due retrocessioni dal gruppo elitte dell jrwc e una promozione dal championship in più manca la nota che dice che solo loro sanno formare giocatori di un livello talmente alto che in un mondiale organizzato in casa abbiamo vinto con una squadra di turisti l’ultima giornata e con un’altra squadra di turisti e nell’ultimo sei nazioni hanno perso con la scozia in un modo atroce

  4. dingo

    Alcuni hanno anche rifiutato la convocazione in accademia. sopratutto per motivi scolastici dato lo scarso livello dell’ accademia di Tirrenia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...