Le prime impressioni inglesi di Fabio Staibano

Roberta Parretta per l’edizione Napoli e Campania de La Gazzetta dello Sport

Dalle prime mischie con la maglia del Battipaglia, a Londra, dagli Aironi agli Wasps in Premiership, passando per l’avventura francese al Castres: è il giro d’Europa del pilone azzurro Fabio Staibano, ventinovenne di Eboli, 11 cap in Nazionale. Dopo le prime due settimane e mezzo di lavoro con la nuova squadra («È durissima, adesso ho capito la differenza, loro lavorano il doppio, ma alla fine pagherà»), Staibano è tornato a Parma per portare via le ultime cose, caricare tutto sulla sua storica Bmw e tornare a Londra, via Calais, con Alina e il piccolo Mario, che ha ormai 19 mesi. (…)
«Per adesso però va bene, molto meglio di quanto immaginassi. Riescono ad intendermi. Ho trovato casa, ci andiamo appena rientriamo a Londra». (…)
La scelta di lasciare per la seconda volta l’Italia ha convinto tutta la sua famiglia, a cominciare da mamma Filomena e papà Mario: «Sono molto contenti per me,
glielo leggo in faccia. Consigli? No, tanto sanno che poi faccio di testa mia. Alina mi appoggia in tutto quello che faccio, anzi è stata lei la prima a dirmi “ok, si va”. E visto come sono andate ultimamente le cose, non penso mi mancherà troppo l’Italia».  (…)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Premiership. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Le prime impressioni inglesi di Fabio Staibano

  1. Matteo ha detto:

    Una domanda mi sorge ma uno che ha giocato per il vertice del rugby italiano e per una squadra molto performante francese come può dire «È durissima, adesso ho capito la differenza, loro lavorano il doppio, ma alla fine pagherà» ma lo dice perchè è un intervista sui generis o lo fa con cognizione di causa? perchè se è così c’è da interrogarsi su che cosa faceva negli allenamenti delle squadre un cui aveva militato fin’ora

  2. malpensante ha detto:

    La differenza è che dai tempi di Giacomo I in Inghilterra vige il divieto di pascolo per i piloni 🙂 Con tutta la simpatia e gli in bocca al lupo per Staibano

    • Matteo ha detto:

      capisco la tua battuta ma da che ne so io è andato anche a castres e non credo che lì i piloni mangiano più erba che in italia…

  3. Domenico Arpano ha detto:

    Penso, più semplicemente che ogni squadra abbia le sue metodiche. Credo che se a un qualsiasi calciatore professionista, che ha militato nelle più grandi squadre d’Europa, gli venisse fatta la stessa domanda dopo un mese di allenamento con una squadra di Zeman, risponderebbe allo stesso modo.

  4. ovalia83 ha detto:

    kmq fabiuccio è cresciuto e pasciuto a Battipaglia, ad Eboli c’è solamente nato e anche per caso fortuito

  5. Massimo ha detto:

    Quoto l ultimo commento e poi Fabio si è sempre allenato bene e si sa che in Francia o Inghilterra i ritmi sono elevati e le metodiche di allenamento sono completamente diverse, quindi ha fatto benissimo ad andare via da quella franchigia dei pagliacci comandate da altrettanti pagliacci abbasso la FIR e forza Fabio

  6. Alessandro ha detto:

    Tanto per dire in Francia aveva un ginocchio rotto….quindi gli allenamenti non li ha fatti tutti, e se dice così e perchè in inghilterra l’hanno messo sotto e se ci sono riusciti cacciaranno il miglior giocatore che è in lui che nessuno ha ancora visto.

  7. ANNA ha detto:

    GIA FABIO UNO DEI POCHI PILONI PIU FORTE IN ITALIA SE NON IL SOLO PILONE E OVVIO CHE IL RUGBY NOSTRANO NON E CERTO A LIVELLI DI QUELLO ESTERO …..FABIO E UN GRANDE PROFESSIONISTA E LAVORA SEMPRE CON GRANDE UMILTA XCIO BANDO A TUTTE STE CHIACCIERE DEL C……. E FORZA FABIO……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...