Tonni saluta Viadana, una storia durata 33 anni

Alberto Fortunati da La Gazzetta di Mantova

La notizia circolava già da un paio di mesi ed in questi giorni sta assumendo i contorni
dell’ufficialità: dopo 33 anni Franco Tonni lascia il rugby Viadana e va in vacanza, o per
dir meglio in aspettativa visto che i bene informati parlano dell’ex general manager giallonero come uno dei promotori della candidatura di Amerino Zatta, presidente di Treviso, alla massima carica federale. Di sicuro c’è che Tonni non sarà più allo Zaffanella,
nella club house e nell’adorato continente australe a caccia di talenti. La sua estate,
contrariamente al solito, verrà dedicata al relax, come in questi giorni in Danimarca.
Franco Tonni lascia il Viadana, pare una bestemmia…
«E’ la realtà, è una scelta che avevo maturato all’indomani dell’ipotesi di fare una squadra di Eccellenza a Viadana. Si è chiuso un ciclo, quel tipo di rugby che avevamo creato non può essere fatto ora a Viadana ed è giusto che il mio compito venga svolto da alcuni fra i tanti giovani che in questi anni abbiamo allevato a delicati compiti societari. Io mi faccio da parte, anche se è chiaro che per respirare la mia aria dev’essere di forma ovale…».
Chi prenderà il suo posto?
«La prossima settimana, una volta che la Federazione avrà accolto l’iscrizione al torneo di Eccellenza, ci incontreremo con Antonio Zanichelli e sarà lui a sostituirmi. Io per il momento resto a disposizione per nuovi progetti».
Addio a Viadana, allora?
«Non sia mai, ho ancora una marea di rapporti e di contatti con il mondo del rugby e vedremo che cosa potrà essere fatto nei prossimi mesi. Al Viadana in Eccellenza avevo già detto di non pensare di rimanere, del resto mio figlio Dimitri e Zanichelli stanno facendo molto e bene. Esco di scena, convinto di avere avuto tantissimo e di avere dato tutto quello che potevo per fare grande il rugby a Viadana. Quanto creato qui in questi anni è una realtà, che qualcuno ci ha tolto in modo illegittimo ma che non per questo va accantonata. Ci sono molte persone che possono dare un aiuto fondamentale al Viadana, io ci sarò sempre e nel frattempo mi tengo aggiornato».
Nessun rimpianto?
«Assolutamente no, ci mancherebbe. Sto alla finestra, il rugby in questi anni è molto
cambiato e se mi fermo per un po’ di tempo potrò trovare la soluzione giusta. Non ho
fretta, sono sereno».

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Tonni saluta Viadana, una storia durata 33 anni

  1. Undertaker ha detto:

    era ora!

  2. David ha detto:

    Mah … Con Zatta in Fir ?

  3. Luc@ ha detto:

    sarà anche una brava persona, ma il general manager non lo sapeva fare.
    In bocca al lupo.

    • Ale ha detto:

      Se Viadana è arrivata a stabilizzarsi ai vertici del rugby italiano secondo te a chi lo si deve alla befana? Matt Phillips, Aaron Persico, Afeaki, Robertson, Sinoti, Nick Williams, Casper Steyn, Tana Umaga solo per citarne alcuni, credi siano arrivati a Viadana per un errore del GPS?. La gente che lo conosce e che sa cosa ha fatto in questi anni lo rispetta e lo ringrazia. Chi non sa lo denigra.

      • Lo Scalmanato (ero Maurizio) ha detto:

        Tonni è stato un grande ed ha fatto grande Viadana, poi è iniziata la parabola discendente. I tempi cambiano e non tutti vanno sempre bene per sempre. Mercoledì sono passato allo Zaffanella e non ho respirato un buon clima…..Speriamo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...