Sonny Bill pronto a incrociare i guantoni: tra poche ore il gong

Lancio Ansa delle 16.32

”Nella vita bisogna correre dei rischi. E poi uno potrebbe farsi male anche giocando ad ‘acchiapparella’ o correndo sul tapis roulant in palestra”.
Sonny Bill Williams, 25enne di Auckland, e’ un tipo un po’ particolare e soprattutto ama le sfide. Ecco perche’ da nuova stella degli ‘All Blacks’, ed uno dei due soli giocatori che abbiano rappresentato la Nuova Zelanda ai piu’ alti livelli sia nel rugby a 13 che in quello ‘Union’ a XV, domani tornera’ a trasformarsi in pugile.
Fare il peso massimo professionista e’ infatti il suo secondo lavoro ed e’ anche bravo, visto che questo colosso con ‘background’ polinesiano alto 1.91 e pesante 108 chili e’ considerato una ‘speranza bianca’ che se continuera’ cosi’, ed entrera’ nei giri giusti, potrebbe un giorno diventare un possibile sfidante di uno dei fratelli Klitschko, attuali campioni del mondo nella categoria piu’ affascinante della boxe.
Intanto l’uomo dalle due vite sportive, e in discipline considerate massacranti, continua la sua scalata battendosi nella notte australe fra sabato e domenica sulle otto riprese nella Newcastle australiana contro il 36enne Scott Lewis. Questi e’ un ex galeotto che sul quadrato un anno fa ha gia’ buttato giu’ un altro rugbista prestato alla ‘nobile arte’, quel Carl Webb che gioca il 13 nella League a Parramatta. ”Verra’ contro di me a cento all’ora – ha detto Lewis del rivale ‘All Black’ – ma alla fine vincero’ io”.
”Dita intrecciate prima che SBW salga sul ring”, titola il New Zealand Herald riferendosi al ct degli All Blacks Graham Henry ed ai suoi assistenti Wayne Smith e Steve Hansen, che su questo giocatore puntano ad occhi chiusi in vista della Coppa del Mondo da giocare in casa, e quindi vincere ad ogni costo, tra settembre ed ottobre. Williams e’ uno dei protagonisti annunciati del prossimo Mondiale ovale, ma dovesse andargli male sul ring, magari finendo al tappeto, le cose per la squadra di casa si complicherebbero parecchio: i danni del pugilato si sentono anche a mesi di distanza, ma sarebbe un colpo da Ko dover fare a meno di una stella come Sonny Bill.
Ma nessuno, e quindi anche la federazione rugbistica neozelandese, puo’ impedirgli di combattere visto che a suo tempo il superatleta di Auckland e’ stato autorizzato. Anzi di piu’, visto che l’offerta fattagli dalla federazione per convincerlo a tornare in patria, e quindi strapparlo al Tolone, in vista della Coppa del Mondo comprendeva, per contratto, la possibilita’ di continuare a praticare anche il pugilato.
Oltretutto la prima partita del Super 15, dove Williams giochera’ con i Crusaders, e’ in programma solo il 18 febbraio, mentre il ritiro pre-campionato a Chistchurch e’ previsto da lunedi’ prossimo quando, comunque vada sul ring, Sonny si mettera’ regolarmente a disposizione.
”Prendo tutto questo molto seriamente – ha spiegato Williams all’Herald – e sono sicuro di mostrare a tutti non solo che prendo le cose seriamente ma anche che posso boxare molto bene”. A dargli ancora piu’ forza e’ stata la decisione di smetterla di bere alcolici, ardua sfida (specie pensando alla birra) per un rugbista, ma necessaria per chi vuole fare il pugilato ad alto livello. Oltretutto un test non passato nel 2008 gli era costato il ritiro della patente, ”e da allora ho smesso del tutto: sono sempre alla ricerca del miglioramento di me stesso”.
A fare il tifo per lui e’ annunciata la presenza a bordo ring di un suo sostenitore illustre, l’attore Russell Crowe: fra ‘gladiatori’ ci si intende al volo, e poi Crowe, che e’ anche comproprietario di una squadra di rugby League, il South Sydney, vuole assolutamente mettere a segno un colpo di ‘mercato’ anche se per concretizzarlo dovra’ aspettare la fine del Mondiale. Da buon australiano, almeno si augura che la Nuova Zelanda (e quindi Williams) non lo vinca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.