Mese: aprile 2017

Calendario e diritti tv (e sponsor): il Sei Nazioni naviga ancora in alto mare

Sei Naioni

Siamo nell’immediata vigilia del mese di maggio e ancora nulla si sa delle date delle partite dell’edizione 2018 del torneo. Stesso discorso vale per il main sponsor che andrà a sostituire RBS e – purtroppo – per la vendita dei diritti tv della competizione per il nostro paese

Il 16 aprile 2013 il board del Sei Nazioni annunciava il calendario delle edizioni 2014 e 2015, il 4 febbraio 2015 a essere resi noti erano i dettagli delle partite del 2016 e del 2017. Ancora meglio si era fatto nel 2011, quando il calendario delle gare del 2012 e del 2013 era stati diffusi il 26 gennaio. Bene, oggi siamo al 30 aprile e ancora non sappiamo il come e il quando le partite del Sei Nazioni 2018 verranno giocate.
Ora, sono sicuro che il board del torneo mi  smentirà presto, però quello a cui stiamo assistendo non è un ritardo consueto. Va detto che chi si trova nella stanza dei bottoni della più antica competizione di Ovalia ha pure il compito di trovare un nuovo main sponsor, visto che RBS saluta dopo tanti anni. Un addio che era comunque annunciato e che era stato ufficializzato a inizio giugno del 2016. Le due cose – vale a dire la questione sponsor e quella calendario – magari sono pure legate, ma potrebbero pure non esserlo. Forse si vuole fare un annuncio congiunto. Non lo so, vedremo, però lo ripeto: si tratta di un ritardo anomalo rispetto ai ritmi di marcia a cui eravamo abituati.

In tutto questo tutto tace anche sul fronte dei diritti tv per quanto riguarda il nostro paese. La situazione è sostanzialmente la stessa che vi raccontavo in un video di fine febbraio che vado a riproporvi. Anche qui ci piacerebbe avere notizie al più presto…

Annunci

La Red Army rende amaro l’ultimo saluto del Benetton al Monigo. Eccellenza: Viadana in semifinale

A Treviso un Munster quadrato e cinico si impone 34 a 14: tra una settimana ultima gara della stagione contro le Zebre (italiane entrambe ultime a 19 punti). Nel massimo campionato nazionale il Viadana batte Rovigo e stacca l’ultimo pass per i play-off. Calvisano corsara in casa del Petrarca.

GUINNESS PRO12 – Benetton Treviso-Munster 34-14
Non gioca male il Benetton: va un po’ a strappi, a folate, fa vedere buone cose ma compie anche qualche errore di troppo e soprattutto concretizza poco. Alla fine anche un Munster normale o poco più riesce grazie all’organizzazione e al cinismo a portarsi a casa una partita che per i veneti era sì difficile ma non impossibile.
Dopo una fase equilibrata attorno alla mezz’ora gli irlandesi passano prima con Sweetnam e poi con Zebo: alla fine del primo tempo il risultato è di 15 a 0.
La ripresa si apre con i padroni di casa che hanno un altro piglio e prima sfiorano una meta con Sperandio, poi la trovano con Odiete. Poco dopo la metà del secondo tempo però la Red Army piazza le zampate decisive e tra il 64′ e il 70′ va in meta tre volte prima con Wootton poi con O’Donoghue e infine con la seconda marcatura personale di Sweetnam. La palla schiacciata oltre la linea bianca da Montauriol all’ultimo minuto serve solo a fissare il risultato sul 34-14.
Tra una settimana l’ultima partita della stagione, il derby con le Zebre a Parma che stabilirà ancora una volta quale delle due squadre italiane arriverà ultima: sia il Benetton che i bianconeri sono a quota 19 punti (Newport, la squadra più vicina ne ha 22).

Benetton Treviso: 15 David Odiete, 14 Angelo Esposito, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi, 11 Luca Sperandio, 10 Ian McKinley, 9 Edoardo Gori, 8 Robert Barbieri, 7 Abraham Steyn, 6 Francesco Minto, 5 Dean Budd (c), 4 Marco Fuser, 3 Simone Ferrari, 2 Luca Bigi, 1 Federico Zani
Riserve: 16 Davide Giazzon, 17 Alberto Porolli, 18 Tiziano Pasquali, 19 Jean-Francois Montauriol, 20 Marco Lazzaroni, 21 Giorgio Bronzini, 22 Tito Tebaldi, 23 Andrea Pratichetti
Mete: Odiete (49′), Mountariol (80′)
Conversioni: McKinley (49′), Tebaldi (80′)
Punizioni:

Munster: 15 Simon Zebo, 14 Darren Sweetnam, 13 Francis Saili, 12 Jaco Taute, 11 Ronan O’Mahony, 10 Tyler Bleyendaal, 9 Duncan Williams, 8 Jack O’Donoghue, 7 Conor Oliver, 6 Dave O’Callaghan, 5 Billy Holland (c), 4 Darren O’Shea, 3 Stephen Archer, 2 Rhys Marshall, 1 James Cronin
Riserve: 16 Kevin O’Byrne, 17 Brian Scott, 18 Rory Burke, 19 Donnacha Ryan, 20 CJ Stander, 21 Angus Lloyd, 22 Ian Keatley, 23 Alex Wootton
Mete: Sweetnam (25′, 70′), Zebo (32′), Wootton (64′), O’Donoghue (67′)
Conversioni: Bleyendaal (32′, 67′, 70′)
Punizioni: Bleyendaal (41′)

 

ECCELLENZA, CONCLUSA LA REGULAR SEASON: VIADANA VA AI PLAY-OFF
Le Fiamme Oro travolgono Mogliano ma Viadana batte Rovigo e grazie al suo vantaggio di 3 punti (sceso a 2 nella classifica finale per via dei bonus) strappa l’ultimo pass per le semifinali. I poliziotti regolano Mogliano 68-20, i gialloneri superano i campioni d’Italia uscenti 35-18.
Calvisano passa a Padova regolando il Petrarca 26 a 16, San Donà supera la Lazio e i Lyons salutano il massimo campionato battendo 22 a o Reggio Emilia. Le semifinali sono Calvisano-Viadana e Petrarca-Rovigo.

Risultati
Reggio v Lyons Piacenza 22-0
San Donà v Lazio 28-12
Petrarca Padova v Calvisano 16-26
Fiamme Oro v Mogliano 68-20
Viadana v Rovigo 35-18

Classifica
Calvisano 81; Petrarca 65; Rovigo 56; Viadana 45; Fiamme Oro 43; San Donà 39; Reggio 34; Mogliano 31; Lazio 26; Piacenza 20

Il sabato ovale: Treviso aspetta il Munster, l’Eccellenza si gioca gli ultimi 80 minuti

Occhi puntata su Viadana e Fiamme Oro che si giocano l’ultimo posto disponibile per i play-off, ma in programma c’è anche Petrarca-Calvisano. Tutte le gare alle ore 16 e in diretta web su The Rugby Channel.
Alle 19.05 ultima gara casalinga di Treviso che deve vedersela con la Red Army

GUINNESS PRO12 – Benetton Treviso-Munster, ore 19.05 (diretta tv su Eurosport 2)
Ieri sera la sconfitta delle Zebre in casa dei Cardiff Blues (il Leinster ha superato Glasgow 31-30 mentre Edimburgo ha battuto i Dragons 24-20) con un punto di bonus difensivo per i bianconeri che possono recriminare sui primi 25 minuti di gestione della partita. Stasera è di scena il Benetton Treviso che gioca al Monigo contro il Munster la sua ultima partita casalinga della stagione.
Luke McLean e Tommaso Iannone si aggiungono alla lunga lista di infortunati, così ad estremo agirà Odiete, con Angelo Esposito e Luca Sperandio alle ali. La coppia di centri sarà formata da Tommaso Benvenuti e Alberto Sgarbi mentre in cabina di regia ci saranno Gori ed McKinley.
Tra gli avanti coach Crowley schiera una prima linea con Federico Zani, Luca Bigi e Simone Ferrari mentre Marco Fuser e Dean Budd giocheranno in seconda linea. Infine la terza: Francesco Minto, Abraham Steyn e Robert Barbieri.

Benetton Treviso: 15 David Odiete, 14 Angelo Esposito, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Alberto Sgarbi, 11 Luca Sperandio, 10 Ian McKinley, 9 Edoardo Gori, 8 Robert Barbieri, 7 Abraham Steyn, 6 Francesco Minto, 5 Dean Budd (c), 4 Marco Fuser, 3 Simone Ferrari, 2 Luca Bigi, 1 Federico Zani
Riserve: 16 Davide Giazzon, 17 Alberto Porolli, 18 Tiziano Pasquali, 19 Jean-Francois Montauriol, 20 Marco Lazzaroni, 21 Giorgio Bronzini, 22 Tito Tebaldi, 23 Andrea Pratichetti

Munster: 15 Simon Zebo, 14 Darren Sweetnam, 13 Francis Saili, 12 Jaco Taute, 11 Ronan O’Mahony, 10 Tyler Bleyendaal, 9 Duncan Williams, 8 Jack O’Donoghue, 7 Conor Oliver, 6 Dave O’Callaghan, 5 Billy Holland (c), 4 Darren O’Shea, 3 Stephen Archer, 2 Rhys Marshall, 1 James Cronin
Riserve: 16 Kevin O’Byrne, 17 Brian Scott, 18 Rory Burke, 19 Donnacha Ryan, 20 CJ Stander, 21 Angus Lloyd, 22 Ian Keatley, 23 Alex Wootton

 

ECCELLENZA – Ultima giornata della regular season
Ultimi 80 minuti prima dei play-off e c’è solo una casella da riempire: i Lyons sono già retrocessi mentre Calvisano, Petrarca e Rovigo hanno già in tasca il biglietto delle semifinali e a giocarsi l’ultimo sono rimaste Viadana e Fiamme Oro. Sulla carta impegno più semplice per i poliziotti che ospitano il Mogliano mentre il XV allenato da Filippo Frati attende il Rovigo. Le motivazioni però possono fare la differenza e i gialloneri partono con 3 punti di vantaggio sui cremisi, non pochi ma questi ultimi hanno un leggero vantaggio negli scontri diretti.
Le altre gare vedono un anticipo di play-off (di finalissima?) tra Petrarca e Calvisano, il San Donà scottato dal “caso Petrozzi” attende la Lazio, mentre la Rugby Reggio ospita i Lyons.
Tutte le gare alle ore 16, tutte in diretta streaming su The Rugby Channel.

Fiamme Oro: Wilbore; De Gaspari, Sapuppo, Valcastelli, Bacchetti; Buscema, Marinaro; Amenta, Cristiano (cap.), Zitelli; Caffini, Duca; Tenga, Moriconi, Cocivera
A disposizione: Vicerè, Iovenitti, Di Stefano, Fragnito, Bergamin, Calabrese, Azzolini, Massaro
Mogliano: Renata; Masato, Zanon, Visentin, Guarducci; Giabardo, Endrizzi; Manni, Corazzi (Cap.), Riccioli; Maso, Van Vuren; Rapone, Gatto, Buonfiglio.
A disposizione: Nicotera, Vento, Ceccato, Baldino, Carraretto, Fabi, Almela, Benvenuti

Petrarca: Menniti-Ippolito (cap.); Fadalti, Ragusi, Bettin, Rossi; Benettin, Su’a; Bernini, Targa, Nostran; Salvetti, Saccardo; Rossetto, Ferraro, Scarsini.
A disposizione: Zago, Delfino, Irving, Morona, Afualo, Francescato, Favaro, Capraro.
Calvisano: Dal Zilio, Bruno, Paz, Lucchin, Susio, Novillo, Consoli, Giammarioli, Archetti, Vezzoli, Zanetti, Cavalieri, Riccioni, Giovanchelli, Panico.
A disposizione: Morelli, Rimpelli, Andreotti, Belardo, Chiesa, De Santis, Di Giulio, Costanzo.

Reggio: Brink; Azzini, Paletta, Torri, Caminati; Farolini, Daupi; Bergonzini, Balsemin, Dell’Acqua; Devodier, Du Preez; Celona, Manghi, Quaranta.
A disposizione: Silvestri, Lanzano, Fiume, Perrone, Saccà, Martani, Canali, Silva.
Lyons: Thrower; Subacchi, Forte, Conti, Bruno; Nathan, Colpani; Ferrari, Bance, Cissè; Riedo, Tveraga; Leatigaga, Daniele, Lombardi.
A disposizione: Grassotti, Rollero, Salerno, Masselli, Merli, Van Staden, Albertin, Boreri.

San Donà: Falsaperla; Bortolussi, Iovu, Bertetti, Schiabel; Ambrosini, Patelli; Derbyshire, Vian, Giusti; Padrò, Wessels; D’Amico, Bauer, Ceccato.
A disposizione: Zanusso, Dal Sie, Michelini, Catelan, Erasmus, Abram, Rorato, Reeves.
Lazio: Cioffi; Bonavolontá F,  Vella, Lo Sasso; Giancarlini (vk), Miller, Bonavolontá D (c); Casolari; Pagotto, Lamaro; Riedi, Pierini, Di Roberto, Lupetti, Gloriani.
A disposizione: Copetti, Amendola, Alvarado, Romagnoli, Filippucci, Giangrande, Musso, Gualdambrini

Viadana: Taikato-Simpson; Manganiello, Brex, Pavan, Bronzini; Ormosn, Frati; Grigolon, Denti, Du Plessis (Capitano);Caila, Krumov; Brandolini, Scalvi, Denti Ant.
A disposizione: Silva, Cafaro, Garfagnoli, Orlandi, Gelati, Anello, Gregorio, Cipriani.
Rovigo: Basson; Barion, Majstorovic, McCann, Torres; Apperley, Loro; Ferro, Lubian, Ruffolo (cap.); Parker, Boggiani; Iacob, Cadorini, Muccignat.
A disposizione: Cincotto, Balboni, Pavesi, Cicchinelli, De Marchi, Chillon, Arrigo, Mantelli.

Classifica
Calvisano 76; Petrarca 64; Rovigo 56; Viadana 41; Fiamme Oro 38; San Donà 34; Mogliano, Reggio 30; Lazio 26; Piacenza 20

Guinness Pro12: le Zebre iniziano a giocare tardi, i Blues si impongono 30-24

A Cardiff al 26′ il risultato dice 20 a 0 per i padroni di casa. I bianconeri si scuotono e giocano alla pari con i gallesi fino all’ultimo minuto ma il gap scavato è troppo profondo e non riescono a recuperare. Tra una settimana si chiude la stagione con il derby con il Benetton Treviso

L’uno-due i Blues lo piazzano poco dopo la metà del primo tempo quando tra il 22′ e il 24′ marcano due mete prima con Ancombe e poi con Summerhill, però i padroni di casa un po’ di fieno in cascina lo avevano messo anche prima con due piazzati dello stesso Anscombe. Un parziale di 20-0 che indirizza inevitabilmente la gara ma le Zebre provano a reagire: al 27′ Canna mette tra i pali una punizione che regala anche il vantaggio numerico in campo ai bianconeri perché l’ex Aironi Nick Williams si prende un cartellino giallo per un placcaggio pericoloso. La squadra italiana ci prova ma non riesce a sfondare la retroguardia gallese e quando entra in area di meta come Canna al 37′ viene tenuto alto. Si va al riposo sul 23 a 3.

La prima parte del secondo tempo è tutta di colore bianconero. Le Zebre premono, vanno vicino alla marcatura con Ruzza e poi trovano una meritata meta tecnica. Partita riaperta? No, perché i gallesi rispondono subito con Tomos Williams, pochi minuti dopo è Mbandà a schiacciare la palla oltre la linea bianca. A stroncare sogno sogno di rimonta arriva al 66′ l’espulsione di Chistolini. Le Zebre spingono ancora fino alla fine, trovano al 79′ un’altra meta con ma la partita non cambia padrone: 30-24.

Cardiff Blues: 15 Rhun Williams, 14 Alex Cuthbert, 13 Rey Lee-Lo, 12 Willis Halaholo, 11 Aled Summerhill, 10 Gareth Anscombe, 9 Tomos Williams, 8 Nick Williams, 7 Ellis Jenkins (c), 6 Josh Navidi, 5 Macauley Cook, 4 Jarrad Hoeata, 3 Taufa’ao Filise, 2 Kristian Dacey, 1 Rhys Gill
Riserve: 16 Kirby Myhill, 17 Corey Domachowski, 18 Scott Andrews, 19 James Down, 20 Sion Bennett, 21 Lloyd Williams, 22 Steve Shingler, 23 Matthew Morgan
Mete: Anscombe (22′), Summerhill (24′), Tomos Williams (58′)
Conversioni: Anscombe (23′, 25′, 59′)
Punizioni: Anscombe (12′, 16′)

Zebre: 15 Edoardo Padovani, 14 Kayle Van Zyl, 13 Giulio Bisegni, 12 Tommaso Castello (c), 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna, 9 Marcello Violi, 8 Derick Minnie, 7 Jacopo Sarto, 6 Maxime Mbandà, 5 Federico Ruzza, 4 Gideon Koegelenberg, 3 Pietro Ceccarelli, 2 Oliviero Fabiani, 1 Andrea Lovotti
Riserve: 16 Tommaso D’Apice, 17 Guillermo Roan, 18 Dario Chistolini, 19 Joshua Furno, 20 Andries Van Schalkwyk, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Kurt Baker, 23 Matteo Pratichetti
Mete: penalty try (55′), Mbandà (61′), Van Schalkwyk (79′)
Conversioni: Canna (56′, 62′), Palazzani (80′)
Punizioni: Carlo Canna (27′)

Ultima trasferta celtica per le Zebre: stasera all’Arms Park contro i Cardiff Blues

Federico Ruzza contro i Blues

Dal sito delle Zebre Rugby

I bianconeri ritrovano diversi nazionali tra campo e panchina per una partita importante e non impossibile. Canna e Violi in cabina di regia. Calcio d’inizio alle 20, nessuna copertura tv

Penultima partita della stagione per le Zebre, ultima trasferta. Stasera i bianconeri scendono in campo a Cardiff contro i Blues per cercare quei punti che potrebbero consentire loro di presentarsi tra una settimana nel derby con il Treviso con un qualche vantaggio, ovviamente sempre in attesa della gara dei biancoverdi contro il Munster di sabato sera.
I Blues sono settimi e non hanno nulla da chiedere alla classifica perché i gallesi al momento settimi hanno già in mano il biglietto per il barrage per la Champions Cup della prossima stagione contro la settima del campionato inglese o francese. Dal canto loro le Zebre si presentano all’Arms Park con tre ritorni importanti dall’infermeria:  D’Apice, Furno e Van Schalkwyk andranno a sedersi in panchina. La squadra di Parma vede in cabina di regia Canna e Violi, Bellini e Van Zyl sulle ali, Padovani estremo e il duo di centri Bisegni e Castello (prima volta da capitano per lui). Tra gli avanti ci sono Jacopo Sarto e Mbandà in terza linea con Minnie, Koegelenberg e Ruzza in seconda mentre in prima ci sono Ceccarelli, Fabiani e Lovotti.

Cardiff Blues: 15 Rhun Williams, 14 Alex Cuthbert, 13 Rey Lee-Lo, 12 Willis Halaholo, 11 Aled Summerhill, 10 Gareth Anscombe, 9 Tomos Williams, 8 Nick Williams, 7 Ellis Jenkins (c), 6 Josh Navidi, 5 Macauley Cook, 4 Jarrad Hoeata, 3 Taufa’ao Filise, 2 Kristian Dacey, 1 Rhys Gill
Riserve: 16 Kirby Myhill, 17 Corey Domachowski, 18 Scott Andrews, 19 James Down, 20 Sion Bennett, 21 Lloyd Williams, 22 Steve Shingler, 23 Matthew Morgan

Zebre: 15 Edoardo Padovani, 14 Kayle Van Zyl, 13 Giulio Bisegni, 12 Tommaso Castello (c), 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna, 9 Marcello Violi, 8 Derick Minnie, 7 Jacopo Sarto, 6 Maxime Mbandà, 5 Federico Ruzza, 4 Gideon Koegelenberg, 3 Pietro Ceccarelli, 2 Oliviero Fabiani, 1 Andrea Lovotti
Riserve: 16 Tommaso D’Apice, 17 Guillermo Roan, 18 Dario Chistolini, 19 Joshua Furno, 20 Andries Van Schalkwyk, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Kurt Baker, 23 Matteo Pratichetti