Giorno: 4 marzo 2017

Eccellenza: Calvisano primo stop, Rovigo-Petrarca vale una X, Viadana vola

eccellenza

Si è disputata la 12a giornata del nostro massimo campionato. Le sorprese non sono mancate e la classifica si accorcia anche in zona retrocessione. Si torna in campo domenica prossima con Calvisano-Rovigo e San Donà-Fiamme Oro.

Cominciamo dal derby per antonomasia, che era la partita più attesa con tanto di Conor O’Shea sugli spalti. Tra Rovigo e Petrarca al Battaglini finisce 20-20 ma i bianconeri avevano chiuso il primo tmpo avanti 14 a 3…
La notizia vera arriva però dal Quaggia di Mogliano dove i veneti impongono la prima sconfitta al Calvisano (10-5) che finora aveva sempre vinto. Il Viadana di Pippo Frati conquista una vittoria importantissima in chiave play-off contro un’avversaria diretta come il San Donà: allo Zaffanella finisce 40-14, gara senza mai il risultato in dubbio.
Risultato importante anche in coda, con i Lyons che battono la Lazio 19 a 13 e ora la lotta per non retrocedere è apertissima, visto che le Fiamme Oro fermano Reggio Emilia.
Risultati e classifica:

Fiamme Oro v Reggio 13-10
Viadana v San Donà 40-14
Rovigo v Petrarca Padova 20-20
Mogliano v Calvisano 10-5
Lyons v Lazio 19-13

Classifica: Calvisano 54, Petrarca 44, Rovigo 41, Viadana 29, Fiamme Oro 26, Mogliano 26, San Donà 26, Reggio Emilia 18, Lyons Piacenza 15, Lazio 15.

 

Annunci

Palcoscenico tutto per Rovigo-Petrarca: giochiamo il derby con Cavinato e Zambelli. Treviso e Zebre, due ko in Irlanda

derby

Oggi si giocano le gare della 12a giornata del massimo campionato italiano. Occhi puntati sul Battaglini ma c’è pure Viadana-San Donà. E per il derby d’Italia Il Grillotalpa ha sentito l’allenatore dei padovani e il presidente rossoblu. Tutti in campo alle 15. Ieri sera: Ulster-Benetton 19-7, Connacht-Zebre 33-3

Alla fine dobbiamo ringraziare tale Edward Smith Stanley e la di lui consorte. Nel 1779 i due nobili inglesi si sposarono e per celebrare l’evento decisero di dar vita a una gara di cavalli, visto che entrambi erano provetti cavallerizzi. A partecipare dovevano essere esclusivamente delle puledre di 3 anni. Questa è la nascita del Derby (quello ippico, una volta codificato, divenne pertinenza esclusiva di puledri maschi di 3 anni), che prende questo nome dal luogo in cui i coniugi Smith Stanley vivevano e che per estensione è diventato una gara in qualche modo in famiglia, ovvero tra due squadre/formazioni della stessa area geografica.
Ma siccome da queste parti di cavalli generalmente non si parla riportiamo il tutto a una dimensione ovale. E qui in Italia, terra dai mille campanili, possiamo parlare di decine di derby diversi ma quello vero è Rovigo-Petrarca, di cui è oggi in programma la sua edizione numero 158. Partita che non ha certo bisogno di presentazioni e stimoli.
Ne ho parlato con il presidente del Rovigo Francesco Zambelli e l’allenatore del Petrarca Andrea Cavinato, ecco cosa mi hanno detto:

Giornata, la 12a, che non manca certo di stimoli oltre a Rovigo-Petrarca: San Donà-Viadana è una sfida play-off da non perdere, Mogliano-Calvisano potrebbe essere l’ultimo treno da non perdere per i veneti. Senza dimenticare la partita tra Lyons e Lazio che potrebbe rivelarsi determinante per la corsa alla salvezza.
Partite e classifica. Oggi si gioca ovunque alle 15, gare visibili su TheRugbyChannel

Fiamme Oro-Rugby Reggio
Mogliano-Calvisano
Lyons Piacenza-Lazio
Rovigo-Petrarca
Viadana-San Donà

Calvisano 53 punti; Petrarca 42; Rovigo 39; San Donà 26; Viadana 24; Fiamme Oro, Mogliano 22; Reggio 17; Lazio 14; Piacenza 11