Mese: novembre 2011

Top 14: Lione non resiste al Montpellier (10-30)

Nulla può il Lione nel secondo recupero del campionato francese di questa settimana. il fanalino di coda però mette in difficoltà i più quotati avversari ben più di quanto non di ca il risultato finale. Montpellier sale in classifica fino all’undicesimo posto, alle spalle di Perpignan.

Lione-Montpellier 10-30

For Lyon:
Try: Ratianidze
Con: Loursac
Pen: Loursac

For Montpellier:
Tries: Tulou, Audrin
Con: Bustos-Moyano
Pen: Bustos-Moyano 6

Lyon: 15 Loursac, 14 Romanet, 13 Sukanaveita, 12 Raffault, 11 Ratuvou, 10 Lespinas, 9 Januarie, 8 Leguizamon, 7 Manta, 6 N’Zim, 5 Basson (capt), 4 Short, 3 Roux, 2 Bonrepaux, 1 Tchougong.
Replacements: 16 Testa, 17 Ratianidze, 18 Marchois, 19 Koyamaibole, 20 Véniat, 21 Sadourny, 22 Van Gisbergen, 23 Petit.

Montpellier: 15 Thiery, 14 Nagusa, 13 Bosch, 12 Combezou, 11 Bustos Moyano, 10 Fernandez, 9 Tomas, 8 Tulou, 7 Gorgodze, 6 Ouedraogo (capt), 5 Hancke, 4 De Marco, 3 Jgenti, 2 Van Vuuren, 1 Nariashvili.
Replacements: 16 Caudullo, 17 Leleimalefaga, 18 Privat, 19 Bost, 20 Paillaugue, 21 Trinh-Duc, 22 Audrin, 23 Kervarec.

Pts J G N P
1 Toulouse 38 11 8 1 2
2 Clermont 36 11 8 0 3
3 Castres 33 11 7 1 3
4 Toulon 30 10 6 2 2
5 Racing Métro 30 11 6 0 5
6 Agen 28 10 6 1 3
7 Stade Français 26 11 5 1 5
8 Brive 21 11 3 1 7
9 Bayonne 20 11 4 1 6
10 Perpignan 19 11 4 0 7
11 Montpellier 18 10 3 1 6
12 Bordeaux-Bègles 17 10 4 0 6
13 Biarritz 14 11 2 2 7
14 Lyon 13 9 2 1 6
Annunci

Grana contratti, supervertice dei giocatori a Verona. Ma bocche cucitissime

Si è svolto a Verona un vertice molto importante. Quasi un centinaio di giocatori con i rispettivi agenti e procuratori si sono incontrati per fare il punto sulla situazione dei loro contratti.
La FIR lo scorso luglio ha redatto infatti dei nuovi accordi  facendoli approvare dall’AIR, associazione che però non ha mai avuto un mandato da parte degli atleti. Certo, è l’unica associazione presente in Italia, ma quanti sono i giocatori interessati iscritti all’AIR?
Gli atleti delle due franchigie – di loro sostanzialmente si parla – quel contratto tra l’altro non lo avrebbero nemmeno visto prima della stesura definitiva arrivata sulle scrivanie di Viadana e Treviso. Un contratto che prevede, ad esempio, che i giocatori non possano cambiare squadra senza il via libera federale o che non possano sottoscrivere contratti di sponsorizzazione con aziende diverse da quelle che sostengono la nazionale.
Una entrata piuttosto pesante che però nei palazzi federali è giustificata dal fatto che la FIR paga il 60% degli stipendi di giocatori e parte degli staff celtici. Insomma, situazione non semplice, perché a Viadana e – soprattutto – Treviso si teme che questa vicenda possa diventare una sorta di cavallo di Troia federale per aumentare il controllo, diciamo così, romano sulle due franchigie.
Materia complessa quindi, con mille aspetti da tenere ben presenti. Bene, oggi a Verona – come dicevamo all’inizio – un importante incontro. Presenti praticamente tutti o quasi i giocatori di Benetton e Aironi, mancavano giusto alcuni stranieri, c’era anche delegazione di giocatori dell’Eccellenza.
Bocche cucitissime però. Agenti e procuratori hanno avuto mandato di non rilasciare nessuna dichiarazione ufficiale e ufficosa. La paura è quella di aggiungere benzina a una questione già fin troppo ricca di materiale infiammabile.
In programma un incontro con la FIR, ma per il momento non è stato fissato nessun calendario.

Un pezzo di strada assieme per Trepuzzi Rugby e Fondazione Gabriele Sandri

Sarà un pomeriggio di sport e solidarietà quello che si svolgerà domenica 4 dicembre presso il campo sportivo comunale di Trepuzzi, dove la SalentoXV Trepuzzi Rugby, in occasione della sfida al vertice del campionato di serie C con l’Amatori Monopoli, presenterà sulle proprie maglie lo sponsor solidale della Fondazione Gabriele Sandri. La compagine salentina legherà il proprio nome a quello della Fondazione fino al termine della stagione sportiva in corso, convinta che il proprio esempio verrà presto seguito da altri club di rugby, in nome dei valori di lealtà sportiva e aggregazione sociale che la nostra disciplina da sempre promuove e sostiene.

Anche la Fondazione Gabriele Sandri, attraverso le parole del responsabile dell’area marketing, esprime la propria soddisfazione per l’accordo raggiunto. “Ringraziamo la Trepuzzi Rugby per aver spontaneamente aderito alla nostra campagna di sponsorizzazione solidale – dichiara il Dott. Maurizio Martucci – legando ulteriormente il marchio della Fondazione Gabriele Sandri con la terra e la gente del Salento, dov’è operativo il nostro Gruppo Volontari Donatori di Sangue Gabriele Sandri nel nosocomio Vito Fazzi. L’attività squisitamente agonistico-sportiva della Trepuzzi è parallela alle nostre finalità culturali, non commerciali, tese alla riscoperta e diffusione dei valori sani e aggregativi dello sport, nel ricordo di Gabbo, giovane che accomuna migliaia di ragazzi in tutta Italia. La Trepuzzi è la prima società di rugby a portarci sul petto, come già altri sodalizi fanno nella pallacanestro e nel calcio, compresa l’US Lecce che all’Olimpico fece il riscaldamento pre gara con una maglia celebrativa”.

La SalentoXV Trepuzzi Rugby invita tutti i sostenitori e gli appassionati sportivi a partecipare alla presentazione dello sponsor solidale e al successivo incontro con l’Amatori Monopoli, ricordando che il fischio d’inizio sarà alle 15.30 e l’ingresso al pubblico, come sempre, gratuito.